Knock-On o Market Pull

Pubblicato da Roberto Ricci il: 11 Dicembre 2014 - Aggiornato il: 12 Febbraio 2019
Avviso: Le opzioni binarie non vengono pubblicizzate o vendute ai trader al dettaglio del SEE. Se non sei un cliente professionista, ti invitiamo ad abbandonare la pagina.

La strategia knock on è la più logica delle strategie per opzioni binarie e mette in correlazione due assetIn questo articolo illustreremo una delle strategie per opzioni binarie più popolari, conosciuta come Knock-on Effect o Market Pull. Si tratta di una strategia utilizzata su tutte le durate, perciò può essere approfondita sia sul lungo che sul medio e breve periodo, così come sul brevissimo. Infatti, parlando di opzioni binarie non possiamo che prendere in considerazione il brevissimo periodo, come ad esempio poche ore o pochi minuti. Come vedremo in questo articolo, questo metodo si adatta soprattutto nell’arco di poche ore, quindi se potete comprare opzioni con scadenza non proprio a brevissimo termine, vedrete sicuramente degli impatti migliori e più costanti.

Cosa è la strategia Knock-On?

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

La strategia per opzioni binarie Knock on o Market Pull si basa sul principio che un movimento di una certa opzione andrà a “bussare” su un’altra opzione. In altre parole, questa strategia mette in risalto la correlazione tra due tipi di opzione, o meglio tra due tipi di asset. Quindi, se ad esempio siete abituati a negoziare opzioni di un certo asset, tenete ben presente che i movimenti di prezzo di quell’asset causeranno dei movimenti del prezzo di altri asset ad esso legati per diversi motivi. Alcuni esempi li vedremo nel corso di questo articolo.

Funziona?

Tra le diverse strategie per opzioni binarie, quella del Knock-on rappresenta sicuramente una di quelle più logiche, ovvero che sono basate su dei ragionamenti molto semplici, elementari. Non si confondano le parole “semplici” ed “elementari” per quelli di “scontati” o “superficiali”. Se diciamo che una mela cadendo dall’albero potrebbe colpirci, possiamo mettere in evidenza che tutte le ragioni per cui ciò possa accadere esistono realmente, se ci mettiamo sotto un albero di mele. Ovviamente, non essendoci nulla di certo nei movimenti di prezzo del mercato, possiamo parlare anche in questo caso di statistiche, ma di sicuro lo facciamo in un senso proficuo e costruttivo.

Correlazione

La correlazione tra due asset rappresenta il rapporto che li lega, per cui le variazioni di prezzo di un determinato asset vanno con una determinata probabilità ad influire sui prezzi di un altro asset. A questo proposito va specificato che più asset si hanno a disposizione nella piattaforma di trading di opzioni binarie e più avremo occasione di variegare il nostro portafoglio di coppie correlate. Attenzione, qui non si parla di coppie valutarie, ma di coppie di asset, che possono ovviamente comprendere anche coppie valutarie.

Molteplici Coppie!

Ora viene il bello. Finora abbiamo parlato di correlazione facendo riferimento ai rapporti di determinato prezzo di un determinato asset con quello di un altro asset, come ad esempio, Oro e USD. Tuttavia occorre far presente che se si prendono in considerazione due asset A e B tra loro correlati, bisogna considerare anche i rapporti di A o B con un altro asset correlato che chiameremo C. Quindi, in questo modo se B influenza C, potremo aggiungere un altro elemento al nostro portafoglio e considerare meglio un quadro più grande.

Vantaggi nel trading ma non solo

Un altro ottimo aspetto della strategia knock-on è che oltre ad avere benefici sul trading, potrete anche capire sempre meglio il funzionamento del mercato, diventando sempre più esperti. Così come ogni materia di studio, se si individua una tecnica giusta, si riesce a studiare meglio. La strategia del knock on, oltre a portarvi più guadagni, vi consentirà di approfondire meglio le dinamiche del mercato. Quando infatti riuscirete a prevedere l’andamento di un prezzo di un determinato asset in base alle previsioni di un altro asset, significherà che sarete sempre più esperti e reattivi alle news di mercato. Questa strategia vi renderà di sicuro molto distanti e preparati dai trader inesperti, che sono soliti negoziare opzioni su un solo asset senza tener conto che si possa fare profitto pronosticando in base a ciò che accade sul grafico di un altro asset.

Esempi di Asset in Correlazione

Ecco alcuni esempi conosciuti di asset in correlazione su cui applicare la strategia knock-on:

  • Oro, USD e USD/CHF
  • Petrolio e USD/CAD
  • Rame e AUS/USD

Oro, USD e USD/CHF

Storicamente il dollaro USA e l’oro mostrano una correlazione di tipo inverso, ciò significa che se il prezzo di dollaro aumenta, quello dell’oro scende e viceversa. L’oro è un bene di tipo duraturo e dal valore abbastanza sicuro (nessun governo ha interesse affinché il prezzo dell’oro scenda poiché tutti i governi hanno le loro riserve d’oro nelle banche centrali, quindi farebbero guerre pur di farlo rimanere a livelli accettabili) e che aumenta di valore nei periodi in cui vi sono instabilità finanziarie, poiché in questi periodi attrae investimenti, proprio in quanto visto come un bene “sicuro”. Sempre a proposito dell’oro, attrae sempre molti investimenti poiché è una difesa contro l’inflazione. Il Dollaro americano d’altro canto è la valuta principale del commercio mondiale ed è anche la più solida.

Ora, quando l’economia internazionale è in forze, il dollaro americano va bene mentre l’oro tende a scendere. Al contrario, quando vi sono delle turbolenze nell’economia mondiale, l’oro tende a salire e il dollaro americano a scendere.

Questa relazione non è scritta sulla pietra, tuttavia ha dimostrato di essere stabile nel tempo e di ripetersi. Per questo motivo, i trader di opzioni binarie specializzati nelle coppie di valute possono trarre vantaggio dalla correlazione Oro/USD e dall’USD/CHF. CHF rappresenta il franco svizzero, che come ben sapete è la valuta della Svizzera ovvero il paese dove vi sono più riserve di oro al mondo (nelle banche). Il 25% dei franchi svizzeri in circolazione è sostenuto proprio dalle riserve d’oro, perciò capite bene che aumentando il valore dell’oro, aumenta il valore del franco svizzero. Per questo motivo, i trader di opzioni binarie possono negoziare sull’oro così come sulla coppia valutaria USD/CHF, perciò trarre vantaggio dalla correlazione tra i due asset.
Sempre a proposito del dollaro americano possiamo negoziare sull’USD/AUD poiché questa coppia valutaria trae vantaggio dall’andamento negativo dell’oro contro l’USD. Il dollaro australiano (AUD), è infatti correlato positivamente con l’oro poiché l’Australia è il maggiore esportatore di oro, perciò quando la domanda di oro aumenta, il valore del dollaro australiano segue.

Oil VS USD/CAD

Il petrolio è fondamentale per la produttività e la crescita dei paesi, e possiamo vederlo soprattutto in questi giorni in cui il prezzo del petrolio è crollato per via della sovraproduzione USA in un momento di calo della domanda, cosa che creerà problemi nel PIL dei paesi esportatori, soprattutto quelli emergenti. Si tratta di una materia prima fondamentale quindi non solo nelle teorie del trading ma anche nella vita di tutti i giorni e nel quadro socio-economico, oltre che politico. E’ utilizzato dalle industrie, per il trasporto di beni, per il movimento.
Una delle correlazioni più famose con il petrolio ce l’ha la coppia valutaria USD/CAD, ovvero Dollaro USA/Dollaro Canadese. Questo perché il Canada è uno dei più grandi esportatori di petrolio nel mondo, mentre gli USA fino a qualche anno fa importavano molto del petrolio da utilizzare proprio dal vicino Canada. Di conseguenza quando il prezzo dell’olio aumentava, il valore del dollaro canadese aumentava di valore rispetto al dollaro USA e viceversa, quando il petrolio scendeva di valore, il dollaro USA ne godeva (sempre all’interno della coppia valutaria USD/CAD). Oggi la situazione è cambiata poiché gli Stati Uniti hanno aumentato le attività di estrazione e quindi produzione del petrolio, arrivando ad importare soltanto per una quantità pari al 35% del proprio fabbisogno. Una percentuale che è destinata a calare esponenzialmente poiché uno degli obiettivi chiave degli USA ora è l’indipendenza energetica. Sempre interessante, comunque, il rapporto con il USD/CAD.

Rame e AUD/USD

Il rame è un metallo molto importante per la produzione industriale e molto negoziato anche dai traders. Il rame infatti consente di negoziare sulla contrazione e sulla crescita dell’economia cinese. Questo è possibile perché la Cina è il maggior importatore di rame, mentre l’Australia è il maggior esportatore. Per tale motivo, quando la Cina aumenta la domanda di rame facendo perciò aumentarlo di prezzo, si registra un rialzo anche nella coppia valutaria AUD/USD. Entrambi questi asset sono altresì direttamente correlati con l’indice di Shangai, offrendo ai traders di opzioni binarie un bel trio formato da materia prima, coppia valutaria e indice, su cui ovviamente negoziare e trarre guadagno.

Come ottimizzare la strategia del Knock On o Market Pull

Così come avviene per tutte le strategie di trading, anche nella Knock-On per ottenere risultati determinanti occorre prima prendere confidenza con le correlazioni esistenti tra i diversi asset e successivamente con l’investimento sugli stessi. Il miglior modo per fare questo è quello di praticare con la modalità demo della piattaforma, utilizzando soltanto soldi virtuali. In questo modo, si potranno studiare anche altre coppie di asset correlati, aggiornati ai mutamenti dei quadri economici internazionali. Infatti, come potete ben intuire, le correlazioni che vi abbiamo mostrato sono di tipo “storico”, ma i quadri geopolitici e soprattutto economici mutano continuamente. Si pensi ad esempio agli ultimi anni della produzione interna degli USA, oppure ai continui mutamenti dell’economia Cinese, soprattutto legata al rapporto tra esportazione e domanda interna (quest’ultima sempre più crescente).

Si tratta di un percorso appassionante che non solo vi porterà ad ottenere nuove coppie di asset su cui investire, ma anche migliorare le vostre conoscenze sul panorama economico internazionale. Potrete scoprire nuove correlazioni, farle vostre e magari “rivenderle”, se ad esempio intraprenderete la strada di analisti, per un vostro blog o per un vostro libro.

Tornando alla pratica comune, ricordatevi di implementare l’utilizzo della tecnica delle correlazioni a quelle già esistenti sull’andamento dei trend. Infatti, un conto è stabilire/sapere che esista una correlazione tra due o più asset, un conto è catturare un trend in modo tale da sfruttarne la direzione sia su un asset, sia sul suo correlato.

Conclusioni

Così come spiegato nel corso dell’articolo, la strategia knock-on richiede un determinato tempo di pratica al fine di poterla eseguire correttamente, ma una volta raggiunta una certa confidenza con una determinata coppia di asset, si tratta della strategia in assoluto più efficace. Ci piace vederla come una sorta di oggetto doppio, più facile da scorgere rispetto ad un oggetto singolo.

Questa efficacia è valida sia per le opzioni binarie, sia per il trading di CFD tradizionale, ed è basata sia sull’analisi tecnica che su quella fondamentale, poiché su di essa hanno forte impatto gli eventi dell’economia internazionale e ancora più importanza dell’economia di determinati paesi, come ad esempio i paesi produttori di materie prime, così come i grandi consumatori delle stesse. Grazie a questa strategia potrete scoprire un mondo inesplorato (almeno per molti) che comprende i dati riguardanti l’import/export e i consumi delle materie prime dei paesi del mondo. Vi assicuriamo che avrete delle grandi sorprese e che molte cose che davate per scontate in realtà sono errate. Ad esempio, sapete qual è il primo paese per riserve di Petrolio? Ne siete proprio sicuri? Beh, se non inizia per V allora avete sbagliato.

Le relazioni tra coppie valutarie e materie prime, così come quelle tra tra coppie valutarie e indici sono numerosissime e perciò potrete crearvi una vostra lista di favoriti. Le uniche escluse, da questo ciclo, sono le azioni. In realtà, le grandi società di produzione, le grandi società estrattive e altre tipologie di società di grande impatto potrebbero essere incluse, soltanto che almeno per ora difficilmente sono negoziabili con le opzioni binarie. Invece, si può negoziare su numerosissime azioni tramite i CFD azionari.

A proposito di CFD, dato che abbiamo detto che la strategia Knock-on si può utilizzare sia nel breve che nel lungo termine, in questo secondo caso sarebbe meglio associarla con qualche strategia di hedging, per massimizzare i profitti proprio sul lungo periodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.