Lezione 22: Oggi vi spieghiamo il “Testa e spalle” in analisi tecnica

Pubblicato da Roberto Ricci il: 30 Ottobre 2014 - Aggiornato il: 12 Febbraio 2019
8 Views
Avviso: Le opzioni binarie non vengono pubblicizzate o vendute ai trader al dettaglio del SEE. Se non sei un cliente professionista, ti invitiamo ad abbandonare la pagina.
Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Non bisogna mai commettere l’errore di credere, erroneamente, di individuare una delle più note figure di analisi tecnica, dato che per intercettarle le figure, devono verificarsi anche i rispettivi requisiti in termini di volume di contrattazione, e non solo.

Oggi vediamo, quindi, non solo la conformazione tipica della figura “Testa e spalle” che potremmo essere convinti di vedere dovunque, nel nostro grafico dei prezzi, ma anche quali sono gli elementi che lo devono contraddistinguere irrinunciabilmente.

Il modello “Testa e spalle” è un pattern di inversione

Bisogna distinguere fra figure che indicano una “continuazione” del trend e figure, invece, che anticipano un’inversione di rotta. Il testa e spalle rientra tra quest’ultime, rappresentando un vero e proprio pattern di inversione, in senso rialzista o ribassista.

Praticamente, nel Testa e spalle ribassista,  si ha una “Testa centrale” (il massimo punto di picco dei prezzi), una “Spalla sinistra” (l’inizio dell’intensificarsi delle contrattazioni)  ed una “Spalla destra” (il test fallito di ritorno verso la Testa).

La discriminante fondamentale, come avrete certamente capito, non può che essere rappresentata dai volumi di contrattazione, ovvero dalle quantità che risalteranno nella parte centrale del grafico, per poi intensificarsi nuovamente nella fase di rottura della neckline (linea di incontro fra i due minimi centrali), a partire dalla quale si ha l’implosione dei prezzi dopo il fallimento della nuova “sfiammata”.

Ecco un esempio grafico del Testa e spalle ribassista:

testa2

E’ raro trovare il Testa e Spalle nel trading?

Non quanto sembra. Anzi, spesso possiamo trovare il Testa e spalle in tutti quegli asset o sottostanti interessati da un’improvvisa accelerazione dei volumi di acquisto o di vendita, ciò che riscalderà o raffredderà il mercato per poi innescare la contro-tendenza.

Quando possiamo trovare maggiori o minori volumi di contrattazione? Tutto dipende certamente anche dagli orari di trading. Nel trading binario è quanto più importante il tempismo con cui si entra nel mercato o perché proprio in quel momento si sono aperti i mercati, o perché vi è l’apertura simultanea di alcuni mercati, centrali per i sottostanti, o perché si riesce a sfruttare una “soffiata” last minute che avrà un certo effetto sulle quotazioni.

In ogni caso, il pattern serve proprio a questo: se non fossimo riusciti ad entrare in tempo sul mercato, non ci resterebbe che andarne fieri lo stesso perché, da astuti osservatori, abbiamo capito come seguirlo (trend following), cercando di intuire come si comporteranno dopo i prezzi.

Giusto per essere sufficientemente chiari, vi mostriamo un esempio dell’errore più comune che di solito si fa quando non si sollevano gli occhi dall’andamento storico dei prezzi, senza prestare attenzione ad altri dettagli (nel nostro caso, l’andamento dei volumi di contrattazione). Insomma, si finirebbe col rincorrere “falsi segnali” e con lo sbagliare le proprie previsioni!

Tale esempio è estrapolato da una delle migliori piattaforme per il trading binario, Topoption:

testa4

Solo apparentemente abbiamo un testa e spalle, dato che poi non abbiamo la contro-conferma ribassista, attraverso la rottura della nekline. Ed, in effetti, il mercato asiatico è uno dei mercati più sottili e con minore assembramento di mercato.

E’ più frequente riscontrare tali figure in mercati più solidi, anzi molto spesso tale figura la si trova per la coppia Eur/Usd e per alcune materie prime di rilievo strategico.

Cercate, quindi, di essere abbastanza analitici nel vostro trading, in modo da evitare di commettere errori per  eccesso di “faciloneria” o la tendenza a vedere “segnali” dappertutto. I segnali forniti dall’analisi tecnica non sono molti ma quei pochi devono sempre essere prontamente verificati attraverso una corrispondenza di fattori, a seconda delle caratteristiche comuni a quel tipo di figura.

Non esistono certezze nel trading binario e si deve essere disposti comunque a correre dei rischi.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente.
ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Europar2010.org

Leggi articolo precedente:
Le azioni Ferrari saranno presto quotate in Borsa
Azioni Ferrari: conviene investire? Analisi e grafico in tempo reale

E’ quasi impossibile non conoscono la marca italiana di automobili Ferrari. La si conosce in tutto il mondo non solo...

Chiudi