Mercato Forex: cos’è e come funziona il mercato valutario?

Pubblicato da LorenzoB il: 7 novembre 2018

Mercato Forex è un’espressione molto usata nell’ambito dell’economia e della finanza, ma precisamente che cos’è? Il mercato del Forex non è altro che il mercato valutario, ossia la negoziazione delle stesse valute. Sebbene questa affermazione possa risultare a primo avviso strana, vedremo che alla fine di questo articolo avrete le idee sicuramente più chiare.

Nel mercato Forex abbiamo detto che si scambiano le valute, ciò è difficile da immaginare per chi non è del settore della finanza, dato che solitamente con le valute si comprano altri beni.

Colui che scambia valute del Forex è chiamato Forex trader.

Ed è proprio dalla stranezza citata prima che dobbiamo partire per spiegare cos’è il mercato Forex. Le valute sono infatti veri e propri beni finanziari, chiamati anche asset nel linguaggio tecnico.

Ogni valuta ha un suo valore rispetto ad un’altra ed esso cambia nel tempo, dunque si può certamente immaginare una compravendita delle stesse, dal momento che i tassi di cambio non sono fissi e che quindi si può acquistare una moneta dandone in cambio un’altra.

Nel corso dell’articolo, ripetiamo, tutto vi sarà molto più chiaro.

Mercato Forex

Mercato Forex: cos’è?

In questa guida parleremo non solo di com’è nato il mercato Forex, ma anche di come funziona e quali sono le opportunità di oggi grazie a internet, che hanno dato vita al trading online.

Mercato Forex: cos’è e quando è nato?

La locuzione “Mercato Forex” è composta dal termine mercato, ossia un luogo di negoziazione, e dalla parola Forex, che è in realtà una sigla.

Forex sta infatti per Foreign exchange market, traducibile con “scambio di valuta estera“. Per questa ragione il Forex è il mercato valutario. Per scambio di valuta estera si intende la negoziazione di due valute appartenenti a Paesi diversi o a gruppi di Nazioni (come il caso dell’euro, che viene adottato da più Stati).

Mercato Forex cos'è

Mercato Forex: significato

Il mercato Forex non è sempre esistito e non è nemmeno così antico. Esso è nato nel 1971 in seguito alla fine degli accordi di Bretton Woods, i quali erano stati presi nel 1944 in piena seconda guerra mondiale. In cosa consistevano tali accordi?

Essi diedero vita ai tassi di cambio fissi con il dollaro statunitense, il quale aveva a sua volta un tasso di cambio non variabile con l’oro. Si decise che 1 oncia d’oro dovesse corrispondere a 35 dollari.

Nel 1971 il presidente degli Stati Uniti d’America di allora Nixon decise di slegare il dollaro dall’oro, decretando di fatto la fine degli accordi di Bretton Woods. Nacquero quindi i tassi di cambio variabili, nacque il mercato Forex.

Le valute assumevano un valore a seconda della domanda e dell’offerta e non erano legate né all’oro né al dollaro. Il mercato Forex è un mercato deregolamentato e internazionale e interessò subito moltissimi investitori, tanto che oggi è il mercato più liquido del mondo. I volumi sono altissimi, circa 4.000 miliardi di dollari al giorno.

Il mercato Forex è aperto h24 dal lunedì al venerdì, sostanzialmente l’orario del Forex è continuo e va in pausa solo nel weekend.

Mercato Forex: come funziona?

Compreso il significato di mercato Forex passiamo ora al suo funzionamento, dato che ha una particolarità molto interessante. Per acquistare una valuta è necessario dare in cambio un’altra valuta. Per questa ragione le valute del Forex sono negoziate sempre a coppie e infatti si parla di “coppie di valute” o “cross valutari“.

I mercati Forex sono l’insieme delle valute presenti nel mercato valutario ed è una locuzione talvolta utilizzata dai trader.

Come possiamo spiegare tutto ciò ai trader neofiti o a chi non è addetto ai lavori? Prendendo come esempio un famoso cross valutario, come quello sterlina dollaro.

Partiamo dal presupposto che ogni valuta si può esprimere anche in sigle, in questo caso abbiamo la sterlina (GBP) e il dollaro (USD), dunque il cambio sterlina dollaro sarà GBP/USD.

Come possiamo vedere dalla grafia il cambio è una divisione. Il risultato si ottiene dividendo il valore della sterlina con quella del dollaro. La domanda che ci dobbiamo porre è “Quanti dollari servono per comprare una sterlina“, il tasso di cambio dà la risposta a questo quesito.

Ipotizziamo un tasso di cambio GBP/USD pari a 1,31. Significa che servono 1,31 dollari americani per comprare una sterlina.

Perché GBP e perché USD?

  • GBP sta per GB + P, ossia Great Britain Pound
  • USD sta per US + D, ossia United States dollar

Come possiamo vedere le prime due lettere indicano il Paese di provenienza, la terza lettera indica invece il nome della valuta. Ciò è universalmente valido, tranne che per l’euro, che è adottato da più Paesi e quindi fa eccezione e la sua sigla è EUR.

mercato forex come funziona

Mercato Forex: come funziona?

A questo punto possiamo parlare di cosa significa acquisto e vendita all’interno delle coppie di valute.

Portando sempre l’esempio di GBP/USD possiamo affermare che quando si tratta di acquisto si sta comprando sterlina cedendo dollari. Viceversa in caso di vendita si sta acquistando dollari cedendo sterline.

Riassumendo:

  • Acquisto = investimento su GBP. Si acquistano sterline in cambio di dollari.
  • Vendita =  investimento su USD. Si acquistano dollari in cambio di sterline.
Apri il tuo conto demo gratuito ed illimitato di social trading eToro e investi sul mercato Forex!

Coppie di valute principali del mercato Forex

Il mercato Forex riguarda ogni coppia di valute, ma esistono alcune più popolari e famose e altre secondarie e di conseguenza con meno volumi di mercato.

Le valute principali del Forex sono indubbiamente il dollaro americano, l’euro, la sterlina e lo yen (JPY). Rispettivamente le monete adottate dagli Stati Uniti d’America, dai Paesi dell’Eurozona, dalla Gran Bretagna e dal Giappone.

Il cambio più scambiato e popolare è certamente l’EUR/USD, ossia il cambio euro dollaro, dato che interessa due aree economiche molto influenti.

Forex mercato

Forex mercato: valute principali

Dato che le valute si scambiano a coppie è naturale che i cambi principali sono i seguenti: EUR/USD, GBP/USD, USD/JPY, EUR/GBP, EUR/JPY, GBP/JPY.

I cambi appena elencati sono certamente influenti, sebbene altre valute stiano mano mano diventando sempre più importanti.

Apri un conto Demo IQ Option

Con un conto IQ Option potrai fare investimenti sul mercato Forex!

Iscriviti gratis*

Valute secondarie del mercato Forex

Le valute del mercato Forex che oggi consideriamo secondarie probabilmente in futuro potrebbero divenire principale e scalzare quelle menzionate poc’anzi.

Parliamo per esempio del dollaro canadese (CAD), del dollaro australiano (AUD) e del dollaro neozelandese (NZD).

Queste sono le valute nazionali rispettivamente del Canada, dell’Australia e della Nuova Zelanda

Esse non sono chiaramente le uniche, molto piede sta prendendo lo yuan cinese (CNY) grazie al potere economico esercitato da Pechino negli ultimi anni, e anche il real brasiliano (BRL), valuta nazionale del Brasile, che è uno dei Paesi emergenti.

mercati Forex

Valute secondarie del mercato Forex

Un’altra valuta europea molto importante, seppur non annoverata fra le principali è il franco svizzero (CHF), che è considerata una valuta rifugio vista la stabilità della Svizzera, Paese che lo adotta.

Investi con i segnali di trading 24Option! Investi sul mercato Forex con il conto demo gratuito!

Dove investire sul mercato Forex

Per poter investire sul mercato Forex comodamente grazie al vostro computer da casa dovete ricorrere a un intermediario finanziario, ossia un broker online. Le coppie di valute sono spesso presenti sulle migliori piattaforme dei broker online, che alcune volte vengono chiamati anche broker Forex per via dell’ampia offerta di coppie di valute.

Noi di Europar2010.org abbiamo recensito i migliori broker Forex regolamentati e autorizzati dalle autorità di vigilanza dei mercati, le quali hanno fornito ai broker la licenza per poter offrire servizi di trading finanziario. Vi mostriamo la lista di seguito:

Lista Broker Forex & CFD regolamentati

eToro Deposito: 50 $
Licenza: CySEC - FCA
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - FSB
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: Licenza FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Appena avete selezionato il broker Forex di vostro gradimento potrete certamente iniziare a investire sul mercato Forex e trarre vantaggio dai movimenti di prezzo delle valute!

Avviso: Specifichiamo che questo articolo è stato scritto con finalità puramente informative su cos'è il Forex e non costituisce consiglio di investimento, dato che la responsabilità su ogni operazione che farete sul trading online sarà solamente vostra. Crediamo che la formazione finanziaria sia però molto importante, dato che il trading Forex, così come il trading finanziario su altri asset non sia assolutamente un gioco.

 

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB.
ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Europar2010.org

Leggi articolo precedente:
cosa sono le opzioni e come funzionano
Cosa Sono le Opzioni e come funzionano?

In questa guida cercheremo di analizzare e comprendere che cosa sono le Opzioni e i derivati, al fine di capire...

Chiudi