Mercati: puntare sulla Brexit e sulla sterlina conviene?  

Pubblicato da TommasoP il: 11 settembre 2018

In questa breve guida analizzeremo alcuni punti fondamentali legati alla Brexit e alla sterlina al fine di valutare con attenzione se davvero conviene o meno investire su di esse.

Ad oggi possiamo dire che le stime parlano di un ’no deal’ decisamente più improbabile rispetto alla possibilità di un accordo: nonostante tutto, però ci sono alcuni elementi che stonano. Cerchiamo allora di comprenderne di più aiutandoci anche con l’analisi di Swissquote.

brexit

puntare sulla Brexit e sulla sterlina conviene?

GBP (sterlina) Grafico in tempo reale

Investire puntando alla Brexit è possibile? Analisi di Swissquote

Cambio euro sterlina: consigli di trading

Cambio euro sterlina conviene investire?

In base a quanto affermato a seguito della riunione con la BCE, i mercati sembrano vivere un lieve momento di indecisione, anche se molti lo hanno considerato come un momento chiave per le decisioni degli investitori.

Questo è almeno quanto sostiene Swissquote, ovvero la società svizzera quotata presso la Borsa di Zurigo.

L’azienda, oggi leader nell’online banking e anche nota per alcune sue caratteristiche analisi, afferma che ad oggi sono presenti degli elementi inequivocabili che possono far ben sperare. Tra questi abbiamo ad esempio l’imminente rialzo del costo del denaro da parte delle banche, ma anche la crescita della Cina che rallenta e la sempre più spaventosa guerra commerciale tra le due principali economie del mondo. In questo generale contesto possiamo vedere che gli investitori non si mostrino per nulla spaventati.

>>Leggi anche: EUR/GBP: come fare trading sull’asset euro sterlina inglese

Le parole di Peter Rosenstreich nel suo market brief

È difficile prevedere una soluzione diversa da un calo significativo, benché la deflazione rimanga bassa: sia il franco svizzero che lo yen continuano a guadagnare terreno sul dollaro avvicinandosi a resistenze di breve periodo importanti, nonostante i buoni dati sul mercato del lavoro Usa e i rendimenti dei Treasury mantengano alta la domanda di dollari, a dispetto delle minacce di Trump sulle importazioni cinesi.

Inoltre, anche se vi è una forte pressione subita in questo momento dai mercati emergenti, a seguito di un debito in valuta estera che mette Paesi come Turchia e Argentina in una situazione estremamente delicata, è la stessa Swissquote ad esprimere dubbi in merito ad un possibile e presunto peggioramento, il quale potrebbe portare ad una vera e propria crisi valutaria:

Anzi, crediamo che la volatilità su queste aree possa diminuire, offrendo una buona occasione per andare short con questi titoli.

Infatti, in base a quanto affermato dalla società elvetica, ci troviamo di fronte al grande momento; ci si trova di fronte al momento esatto per puntare sulla Brexit, che vede ad oggi gli investitori prezzare all’80% la possibilità di un accordo e al 60% l’opzione ’no deal’.

Possiamo anche dire che l’azienda svizzera non si trova affatto in linea con il consensus:

Noi non crediamo che si riesca a raggiungere realisticamente un accordo entro la scadenza di ottobre.

Anche se tenteranno in ogni modo – per non fare la figura di chi non è riuscito a rispettare la deadline – di consegnare un mezzo accordo che finirà per essere rigettato, una volta analizzato”.

Swissquote aggiunge anche che:

21 mesi stabiliti per la transizione non garantiranno affatto un abbandono senza ostacoli, e anche “una qualche forma di accordo doganale per beni e servizi” sarà molto difficile da raggiungere e fare poi approvare in un secondo momento.

>>Leggi anche: Cambio sterlina euro (EUR GBP): quotazione e grafico in tempo reale

Sterlina decolla? Accordo Brexit in 6-8 settimane

cambio-Euro-Sterlina EUR-GBP

cambio-Euro-Sterlina EUR-GBP

A questo punto possiamo procedere oltre e cercare di analizzare quanto avviene per la sterlina Inglese in questo periodo transitorio.

La sterlina inglese infatti impazzisce di fronte all’ipotesi di un accordo sulla Brexit e come tale potrebbe raggiungere quote mai toccate dall’inizio della Brexit. Per altro sembra volare sui massimi di 5 settimane. Questo lo si deve principalmente ad un possibile compromesso sulla Brexit.

>>Leggi anche: Quanto vale un dollaro in euro?

La sterlina inglese è ancora in balia della Brexit?

Non lo possiamo dire con certezza in quanto dobbiamo attendere le prossime settimane. Quello che possiamo affermare invece è che nella giornata di ieri, lunedì 10 settembre, la valuta britannica è stata una delle poche ad essere schizzata sui massimi di 5 settimane. Questo lo si deve in modo particolare anche a Michel Barnier, ovvero il capo negoziatore per l’Unione europea che ha definito «realistica» l’ipotesi di compromesso tra le parti.

Per altro, a pochi mesi da quella Brexit, ovvero dal passo definitivo da parte del Regno Unito per lasciare il blocco, la sterlina inglese è tornata a sperare e con essa l’intero mercato.

A questo punto ci si potrebbe chiedere se anche questa nuova fase di ottimismo si sconterà con quelle divergenze che in questi giorni hanno impedito di trovare un accordo.

>>Leggi anche: Come e dove investire in borsa? Guida per principianti su come giocare in borsa

La Brexit entusiasma la sterlina?

Si tratta di un accordo che deve prendere il via in poche settimane. Molti sono gli analisti che si dicono fiduciosi tra questi anche Barnier. Lo sono proprio in merito al raggiungimento di un accordo sulla Brexit.

Il capo negoziatore Ue ha anche fornito dei nuovi elementi temporali e allo stesso tempo ha anche affermato che ci sarà un compromesso in un tempo massimo di 6-8 settimane.

Si tratta di un elemento aggiuntivo, che ha entusiasmato la sterlina inglese tanto da farle guadagnare ampio terreno contro il dollaro statunitense.

Ancora una volta, tutto il blocco ha mostrato il suo desiderio di raggiungere al più presto un accordo sulla Brexit. Questa deve divenire effettiva entro pochi mesi ovvero entro il 29 marzo del 2019.

Vi è anche un altro fatto molto importante da prendere in considerazione: l’ottimismo dei mercati.

Anche Barnier mostra ottimismo, affermando che tutto questo ha avuto un impatto evidente sul sentiment degli investitori i quali dal 23 giugno 2016 ad oggi si sono mossi con cautela e pessimismo sulla sterlina inglese.

Allo stesso tempo, la rinnovata possibilità di trovare un accordo sulla Brexit, ha esordito al contrario, spingendo il mercato a dare nuova fiducia al pound il quale sembra guadagnare punti anche contro la moneta unica e contro il franco svizzero.

Viraj Patel, strategist valutario di ING

Tutto ciò mostra semplicemente l’elemento chiave che le persone vogliono osservare: i progressi sulla Brexit. Abbiamo un mercato che sta andando pesantemente short sulla sterlina a causa della Brexit.

Queste le sue parole in merito. Poi aggiunge anche:

Dobbiamo eliminare questi rischi prima di poter osservare la sterlina inglese correre di nuovo.

Infine a nostro avviso si deve anche notare come che vi è un’ottima influenza del pound proprio in merito al suo buon andamento e questo non lo si deve attribuire solo e soltanto alla Brexit.

Anche i diversi dati macro inerenti all’andamento dell’economia britannica, che per altro è cresciuta più del previsto a luglio, non hanno fatto altro che incentivare e giocare un ruolo favorevole, di rilievo nell’apprezzamento della valuta di Sua Maestà.

Ovviamente, tutto questo ottimismo delle parti che viene oggi condiviso dalla sterlina inglese, non può essere considerata come l’assoluta certezza del raggiungimento di un accordo di divorzio tra Regno Unito e Unione europea.

Oggi ci sono anche delle difficoltà, per altro interne ai due blocchi che non sono si sono mai sopite del tutto (si pensi soltanto alle perplessità esistenti nello stesso partito di Theresa May).

L’andamento dei negoziati sulla Brexit ha spesso imposto agli investitori di cambiare velocemente le proprie posizioni in un mercato che, secondo le stime, detiene oltre $ 5,5 miliardi di scommesse short sul pound.

In base anche al sondaggio rilasciato da Reuters, sembra che la valuta britannica guadagnerà un ottimo 6% nel caso in cui si raggiunga il compromesso. In caso contrario, in caso di assenza di un accordo sulla Brexit, si potrebbe assistere ad un calo della sterlina inglese di almeno 8 punti percentuali rispetto agli attuali livelli di scambio.

Come investire sulla brexit e sulla sterlina?

Come fare Trading sul cambio euro sterlina: considerazioni finali

Come fare Trading sulla brexit e sulla sterlina?

Ovviamente puoi sempre scegliere di investire sulla sterlina puntando al mercato forex e al trading online. Noi lo consigliamo anche perché ti permetterà di speculare (in attesa delle decisioni finali) sul valore della sterlina. Devi anche sapere che in questo modo potrai ottenere un ottimo profitto sia che la sterlina cresce, sia anche che il suo valore si abassi.

A nostro avviso potresti scegliere di fare trading online affidandoti sempre e solo a broker di trading online regolamentati ed autorizzati. Queste sono le uniche piattaforme che ti permettono di avere una protezione sul tuo capitale. In pratica anche in caso di fallimento il tuo capitale è al sicuro in quanto viene depositato su conti differenti rispetto a quelli del broker.

Broker trading online eToro

etoro popular investor

Broker etoro popular investor: piattaforma di social trading e di copy trader

eToro si presenta con il broker leader nel trading online grazie alla sua piattaforma di social trading che ti permette anche di effettuare operazioni di copy trader.

eToro è il broker che ti consente di fare trading non solo sul mercato forex, ma anche sul mercato dei CFD attraverso le funzioni più moderne dotato di una propria piattaforma.

Caratteristiche eToro

Con eToro puoi fare trading puntando sulle seguenti caratteristiche:

  • social trading;
  • copy trader;
  • leverage materie prime ed indici 1:100;
  • leverage bassa e competitiva;
  • spread vantaggiosi;
  • apertura conto reale 200 €;
  • conto demo.
Apri il tuo conto demo gratuito ed illimitato su eToro

Tutti gli aggiornamenti e approfondimenti sul social trading sono disponibili all’interno delle nostre guide:

Social trading e Copy trader: le guide eToro

  1. I migliori trader da copiare su eToro
  2. Come Comprare Bitcoin in Italia con eToro [guida completa]
  3. eToro truffa ? Ci sono esperienze e opinioni negative ?
  4. Trading Bitcoin con eToro [come investire in criptovalute su eToro]
  5. eToro: tutto quello che devi sapere per iniziare a fare trading online
  6. eToro Popular Investor: ecco come Xavier86 è diventato un Popular Investor
  7. Mirror Trading Forex Italia cos’;è VS Copy Trading Etoro [Opinioni]
  8. eToro scheda ricerca: strumenti professionali per il tuo portafoglio
  9. Guida eToro social trading: come evitare le truffe?
  10. eToro: forum – opinioni – FAQ
  11. Crypto CopyFund eToro dedicato alle criptovalute per investire in Bitcoin ed Ethereum
  12. Popular Investors eToro: Approfondimenti di Mercato e previsioni 2018
  13. Social Trading funziona? Opinioni Copy Trading eToro
  14. eToro come funziona ? eToro Login, opinioni, demo e recensioni

Broker trading online 24option

24Option: broker di trading online

24Option: broker di trading online

Il broker in oggetto nasce per la prima volta nel 2010. La sua piattaforma era interamente studiata per il trading binario. Dal 2017 e fino ad oggi il broker sembra invece concentrato ad investire nel trading CFD abbandonando del tutto le opzioni binarie.

Oggi, grazie al broker 24Option puoi investire con strategie di trading non solo sul mercato forex, ma anche sui CFD grazie ai quali puoi investire sui seguenti mercati:

  • Forex;
  • Azioni;
  • Indici;
  • Materie prime.

Account forex 24Option

Ad oggi puoi scegliere di operare con ben 5 diversi account di trading Forex e CFD. Questo serve al fine di accontentare tutti i trader. Tra gli account abbiamo:

  • Base;
  • Argento;
  • Oro;
  • Platino;
  • Diamante.

Infine nota che per tutti gli account è disponibile un conto demo. Lo puoi utilizzare per fare pratica e per esercitarti nel trading o più semplicemente per testare una strategia, con soldi virtuali.

Centro educativo

24option ti offre un centro di formazione eccellente per diversi tipi di conoscenza:

  • Base;
  • Intermedio;
  • Avanzato.

Non importa che tu non sia un trader esperto. 24Option è adatto anche a te! Per maggiori dettagli, consulta il servizio di assistenza clienti 24Option!

apri un conto demo gratuito 24Option

Tutti i dettagli sul broker li puoi trovare analizzando le nostre guide:

Broker Markets.com

Con il broker Markets.com puoi scegliere di investire e fare trading online su tantissimi asset sottostanti. Puoi scegliere di investire su:

  • Azioni;
  • Indici;
  • Forex;
  • Materie prime;
  • Criptovalute.

Lo puoi fare direttamente dalla piattaforma di trading con i CFD offerti da Markets.com

Puoi scegliere di investire con questo broker sia con un conto demo, sia anche con un conto reale.

Devi anche sapere che MARKETS.COM è gestito da Safecap, ovvero una sussidiaria di Playtech PLC che è scambiata sul Mercato Principale del London Stock Exchange ed è un costituente dell’Indice FTSE 250.

In questo caso, puoi sfruttare le migliaia di quotazioni in tempo reale e tutto sempre gratuitamente.

Markets.com ti offre la possibilità di fare trading senza soluzioni di continuità su oltre 2000 asset. Sfruttando:

  • Ricerca gli strumenti
  • Popolare
  • Azioni
  • Materie Prime
  • Indici
  • Forex

Markets.com è uno dei marchi forex e CFD a più rapida crescita al mondo, che offre piattaforme di trading proprietarie avanzate ma facili da usare.

Markets.com: caratteristiche

  • Innovazione;
  • Conoscenza;
  • Prestazioni;
  • Oltre 2200 mercati su cui fare trading;
  • Grandi dati e strumenti di analisi quantitativa;
  • Basse commissioni e spread serrati;
  • Piattaforma di trading di qualità professionale;
  • Piattaforma web e mobile sicura;
  • Provider regolamentato (Safecap Investments LTD);
  • Standard di sicurezza e privacy elevati

Trend dei trader di Markets.com

La funzione Trend dei trader Markets.com presenta sia trend di acquisto sia anche trend di vendita dei tuoi trader di Markets.com.

Essa viene aggiornata a distanza di pochi minuti.

Il valore del sentiment viene presentato in percentuale e come tale viene calcolata sulla base dei dati reali delle posizioni aperte in essere e delle posizioni chiuse di recente e approssimata al valore percentuale intero più prossimo.

La funzione Trend dei trader si basa sul numero di operazioni effettuate.

Si tratta di una funzione innovativa che analizza più di 2000 strumenti e mantiene i trader aggiornati sull’interesse verso un certo strumento.

Per tale motivo, tutti gli eventi che potrebbero avere un impatto globale immediato sulle dinamiche e sulla volatilità di uno strumento sono presi sempre in considerazione anche nel calcolo del valore percentuale del sentiment, con aggiornamenti a distanza di pochi minuti.

La funzione ti aiuta a:

  • Ottenere una maggiore comprensione dei trend tra i trader di Markets.com;
  • Valutare e prendere decisioni di trading considerando gli ultimi trend di acquisto e vendita;
  • Determinare il tempismo di esecuzione dell’operazione e identificare opportunità di trading potenzialmente remunerative;
  • Decidere quali scadenze delle operazioni possono fornire risultati di trading ottimali;
  • Sviluppare strategie di durata delle operazioni e punti di acquisto e vendita potenzialmente profittevoli.
apri un conto demo gratuito Markets.com

>>Leggi anche:

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB.
ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Europar2010.org

Leggi articolo precedente:
trading-online
George Soros: previsioni di una nuova crisi finanziaria

Secondo alcune indiscrezioni, George Soros si sarebbe espresso in merito ad una nuova possibile crisi finanziaria. Ma che cosa potrebbe...

Chiudi