Eni, Enel, Popolare ed Euro

Pubblicato da Roberto Ricci il: 12 maggio 2014 - Aggiornato il: 22 luglio 2015
1 Views

In questi giorni si stanno materializzando le voci che volevano la vendita di parte delle quote Enel ed Eni per decisione del governo e in particolar modo del ministro dell’economia Padoan. Si tratterebbe del 10% delle azioni possedute dallo Stato, che non inficerebbe comunque sul voto. In pratica, il controllo rimarrebbe in mano allo Stato, che manterrebbe il controllo delle aziende e nel frattempo incassare 40 miliardi di euro. Questa operazione avrà sicuramente qualche tipo di impatto sul mercato azionario, perciò vi consigliamo di tenere d’occhio il titolo e, nel caso abbiate già chiaro come potrebbe reagire, investire di conseguenza.

Nel frattempo si aspettano notizie dalla Banca Popolare, che pubblicherà nel giorno 15 maggio i dati riguardanti i risultati dei primi anni dell’anno 2014. Per queste azioni, vale lo stesso discorso precedente.

In questi giorni fa anche molto discutere la bassa inflazione dell’euro forte, ragion per cui il presidente del Fondo Monetario Internazionale ha richiesto pubblicamente l’intervento della Banca Centrale Europea, al fine di moltiplicare i provvedimenti per il rilancio dell’economia. La svolta, afferma, dipende dalla politica monetaria internazionale, motore da cui deve partire la ripresa e le manovre per la crescita. Qui sotto vi proponiamo uno strumento per tenere d’occhio il Forex online sull’EUR/USD.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB.
ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Europar2010.org

Leggi articolo precedente:
Opzioni Binarie a 30 secondi

Arrivano in Italia le opzioni binarie a 30 secondi, per un trading velocissimo che supera addirittura in rapidità quelle già...

Chiudi