Analisi Tecnica FTSE MIB settimanale – 17/21 agosto 2015

Pubblicato da Trader il: 17 Agosto 2015 - Aggiornato il: 12 Febbraio 2019
1

La settimana che l’indice FTSE MIB si è appena messa alle spalle ci ha sostanzialmente confermato che il listino principale milanese si trova all’interno di un canale neutrale di breve medio-periodo, con i due estremi identificabili nei 22.000 e 24.000 punti. La scorsa ottava era iniziata all’insegna delle vendite, con le borse di tutto il continente trascinate al ribasso dalla decisione della Banca Nazionale Cinese di svalutare la moneta nazionale, lo Yuan.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>


Gli Indici di Borsa Mondiali in tempo reale sono offerti da Investing.com Italia.

Il listino milanese ha confermato ancora una volta una miglior tenuta rispetto al resto delle altre piazze europee. Il FTSE MIB ha fatto registrare un calo settimanale dell’ 1,90%, mentre l’indice tedesco, il DAX 30, ha chiuso le contrattazioni venerdì facendo registrare un calo, su base Weekly, pari al 4,40%. Sul ribasso più accentuato della borsa di Francoforte avrà sicuramente influito la maggior esposizione delle aziende tedesche verso la Cina.

Per quanto riguarda prettamente l’aspetto tecnico, anche se per il futuro prossimo lo sguardo sarà rivolto ancora verso la politica monetaria cinese, area 22.800-23.000 punti si è rivelata una fascia supportiva molto solida, capace di arginare i cali ed innescare un deciso rimbalzo, arrivato, in appena due sedute, già a ridosso dei 24.000 punti.

Grafico FTSE MIB

La volatilità in aumento, complice volumi un po’ più ridotti a causa del periodo estivo, caratterizzerà sicuramente anche la settimana borsistica appena iniziata. Per i trader giornalieri e gli scalper che operano direttamente sul contratto Future e su strumenti con sottostante l’indice, come opzioni binarie ed i certificates, i 23.175-23180 punti potrebbero già rivelarsi un’ottima soglia di ingresso per aprire posizioni Long, con Stop Loss da applicare rigorosamente con una chiusura oraria sotto i livelli di prezzo appena citati ( 23.175-23180 ), una condizione che spingerebbe gli operatori ad aprire posizioni Short o Put, pronosticando dei cali più accentuati.

Il Widget degli Indici Borsa Mondiali in Tempo Reale è offerto da DailyForex.com, Forex Opinioni – Brokers, Notizie & Analisi

Ed ancora posizioni al rialzo potrebbero essere aperte anche con chiusura oraria sopra i 23.590-23.600 punti, area molto sensibile, su cui passa anche la media mobile a 10 periodi, che vale, in base alla chiusura di venerdì, 23.591,50. Target naturale di questa eventuale rottura al rialzo sarebbero in prima battuta la resistenza dinamica di 23.645 e successivamente la fascia di resistenza di 23.900-24.000.

Allargando l’ arco temporale, puntando per operazioni di brevissimo, quindi dai 3 ai 5 giorni, si nota che l’indice si trova a metà strada tra due Gap, o meglio Lap, chiusura/apertura, che si sono creati durante le recenti giornate di contrattazione. Osservando un grafico settimanale, sono evidenti un Gap Down a 23740 ( chiusura contrattazioni del giorno 11 agosto ), ed un Gap Up a 23.030 ( chiusura contrattazioni del giorno 12 agosto ). Non è una regola scritta, ma per la bontà di un movimento, sia esso al rialzo che al ribasso, è sempre meglio non vengano mai lasciati dei “ buchi di prezzo “ dietro le spalle.

Il quadro generale a 3-5 periodi, con una chiusura giornaliera sotto i 23.030, significherebbe anche perdere le importantissime medie mobili a 50 e 90 periodi. A quel punto, come ultimo baluardo rimarrebbe soltanto la media mobile a 120 periodi, passante sui 23.015, persa la quale i prezzi potrebbero riavvitarsi, calamitandosi verso un vecchio ed importantissimo Gap aperto a 22.358, un evento che potrebbe condizionare anche l’andamento delle future settimane.

Una chiusura giornaliera sopra 24.175, massimo delle ultime tre settimane, confermata anche il giorno seguente, lancerebbe i prezzi del FTSE MIB in orbita sui 24700 in prima battuta ed in un secondo momento ben oltre i 25.000 punti. Ovvio che per la bontà di qualsiasi movimento intrapreso dal nostro indice, la conferma arriverà come sempre dal volume degli scambi.

Lascia un commento

Un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.