Re-Lender: piattaforma di crowdfunding

Pubblicato da TommasoP il: 30 Ottobre 2019

Possiamo dire che Re-Lender è una nuova piattaforma di crowdfunding immobiliare? Certamente sì, in quanto si tratta di una piattaforma interamente dedicata alle riconversioni. 

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

Ad oggi molti la definiscono come una piattaforma fintech che si pone un solo scopo: non costruire nuove abitazioni, ma riconvertirle in nuovi progetti moderni sulla base della sostenibilità ambientale, ecologica e tecnologica.

Oggi sono tanti coloro che puntano sul crowdfunding immobiliare e domani lo saranno sempre di più. Ecco uno dei motivi per il quale conviene oggi investire in un settore moderno e tecnologico. 

Re-Lender è quello che fa per te e che stai cercando se vuoi investire nel settore immobiliare ma in modo alternativo. 

Si tratta di una riconversione che non riguarda solo progetti residenziali, ma anche industriali, come lo possono essere le fabbriche dismesse o altri stabilimenti, i quali possono essere riconvertiti e quindi destinati a nuova vita. Allo stesso tempo, possiamo dire che li potrà utilizzare per altri scopi, differenti da quelli originari. 

Re-Lender: cos’è?

Da quanto accennato in apertura, possiamo definire Re-Lender come una nuova concezione di investire nel settore immobiliare. Tutto questo è possibile per mezzo della piattaforma sviluppata da Francesco Marella, volto conosciuto nell’ambito immobiliare. 

Molti di voi sicuramente lo conoscono per via dei tanti ruoli importanti ricoperti in questi anni in ruoli di primo piano per altre realtà. È stato lui il primo a scommettere e a credere su questo nuovo progetto, sul progetto di crowdfunding, un progetto per altro del tutto innovativo, che si pone un solo scopo: quello della riconversione immobiliare.

Da dove nasce Re-Lender?

Re-Lender

Per chi non lo sapesse, Re-Lender è un nome composto. Esso lo possiamo definire come l’acronimo di “Reconversion Crowdfunding“, indicante il crowdfunding dedicato alle riconversioni e Lender che sta ad indicare la particolare tipologia di finanziamento. La formula prevede dei micro finanziamenti che si sommano gli uni agli altri per dare vita al progetto vero e proprio nel suo insieme.

In breve, il lending crowdfunding consiste nel prestare denaro a chi chiede dei finanziamenti per il proprio progetto. Si tratta di denaro che viene poi restituito direttamente all’investitore a cui si aggiungono poi gli interessi. Questi ultimi sono stabiliti in precedenza e li possiamo identificare come il reale guadagno dell’investitore.

Re-Lender: quali sono i reali obiettivi? 

Anche questo punto lo abbiamo accennato precedentemente. L’obiettivo essenziale di Re-Lender è la riqualificazione immobiliare. 

Da qui ne derivano una serie di progetti con una serie di obiettivi principali. Ad esempio facilitare l’incontro tra la domanda e l’offerta in merito ai progetti di riconversione industriale e residenziale è uno dei suoi obiettivi. 

Certamente, a differenza di quanto avviene per le altre piattaforme di crowdfunding immobiliare, Re-Lender si sofferma su alcuni importanti progetti, che prevedono un miglioramento in termini ecologici della zona preposta.

Altro obiettivo della piattaforma è quella di conquistare la fiducia degli investitori. Si tratta di una fiducia che deve essere guadagnata e che non riguarda solo la piattaforma, ma anche il crowdfunding, il quale viene considerato come un nuovo modello di investimento, finora poco conosciuto e che consente a tutti gli investitori di accedere e come tale dare il proprio contributo.

Il sistema d’investimento basato sul crowdfunding è definito come un micro-finanziamento che parte dal basso e che arriva in alto. Esso è tale da contrapporsi al finanziamento dall’alto, definito tale quello delle Istituzioni bancarie, a cui non sempre è possibile accedervi e se si accede i tassi di interesse non sono certamente irrisori. 

Tutti gli investitori che hanno a cuore l’ecologia e la riconversione delle aree industriali o anche delle semplici aree residenziali dismesse, possono optare per il Re-Lender ovvero per l’opportunità di investimento di piccole entità.

Anche tu puoi dare il tuo contributo all’investimento con un versamento minimo, un tuo contributo economico davvero misero che parte da 50 €.

Come funziona Re-Lender?

A questo punto, non ci resta che capire come funziona Re-Lender realmente. Lo possiamo fare adesso, dopo che ti abbiamo spiegato nel paragrafo precedente cos’è il crowdfunding.

Devi sapere che Re-Lender è la piattaforma dedicata alle riconversioni degli immobili. Questi possono avere un obiettivo differente nel corso della loro vita. Per capire come arrivare a questo, però si deve prendere in esame il progetto. In breve, nel momento in cui vuoi investire con Re-Lender in un progetto immobiliare devi analizzarne le fasi.

Registrati qui su Re-Lender!

Prima fase 

La prima fase riguarda l’analisi delle richieste.

Saranno le aziende stesse a chiedere un finanziamento sotto forma di prestito. Esse riceveranno il prestito, se qualcuno si fida di dolo. E come farai a fidarti di loro se non le conosci? Ci pensa Re-Lender, che analizza per te le aziende ancora prima di farle approdare sulla piattaforma. Questo vuol dire che se sono sulla piattaforma sono delle aziende sicure. 

Seconda fase 

La seconda fase, invece, riguarda la Raccolta dei fondi.

Questa seconda fase avviene dopo che è stata superata la prima. In pratica, l’azienda viene prima controllata, analizzata e fatta approdare sulla piattaforma una volta esauriti questi passaggi, possiamo dire che l’impresa ha superato la prima fase. Da qui si accede alla seconda fase, ovvero quella di raccolta dei fondi. 

Come? Grazie agli investitori! 

Tu potresti essere un potenziale investitore. 

Non devi fare altro che aprire un conto sulla piattaforma e analizzare i progetti, se sono di tuo interesse puoi pensare di finanziarli. Tutto quello che devi fare è:

  1. osservare il progetto;
  2. studiare il progetto;
  3. investire il tuo denaro.

In questa seconda fase non dimenticarti che il capitale minimo richiesto per partecipare a quest’operazioni è di 50 € o suoi multipli. Al momento non è stato considerato un limite massimo per gli investimenti.

Terza fase 

Infine, la terza fase riguarda lo sviluppo stesso del progetto.

La terza ed ultima fase la possiamo considerare come la fase operativa. Infatti, essa prende il via dopo che è stata terminata la raccolta fondi. Da qui in poi possiamo dire che il progetto prende forma. 

Per realizzare il progetto l’azienda che lo ha proposto riceve i soldi raccolti direttamente sulla piattaforma. Questa potrà dare inizio ai lavori e portare a termine il progetto. 

Allo stesso tempo, gli investitori, iniziano a maturare interessi, ovvero a ricevere interessi come compenso. Ottengono questo loro rimborso secondo un piano di ammortamento, che è stato definito in precedenza e che per altro è anche pubblicato sulla piattaforma.

Come registrarsi gratis su Re-Lender

Re-Lender

Ovviamente per accedere all’investimento e iniziare a guadagnare devi effettuare la registrazione su Re-Lender.

Effettuare una registrazione è molto semplice e per altro è completamente gratuita. Puoi farla cliccando sul prossimo link!

Registrati qui su Re-Lender!

Tutto quello che ti occorre sono pochi minuti del tuo tempo e completare il format presente sulla home page della piattaforma. 

Per tutti coloro che non hanno familiarità con la piattaforma di crowdfunding ricordiamo che il primo passaggio è quello di reperire maggiori informazioni tramite il sito web.

A questo punto, una volta analizzato il tutto, una volta recepite le informazioni più importanti, non devi fare altro che effettuare una registrazione. Lo puoi fare cliccando su “Registrati” compilando il format presente. 

Nota bene: la registrazione è completamente gratuita e non comporta alcun costo o impegno da parte tua. Per iniziare a investire prestando denaro per un progetto, devi necessariamente caricare un documento d’identità in corso di validità.

Ti ricordiamo invece, che in caso di deposito del denaro, questo viene depositato su conti separati rispetto a quelli della piattaforma e questo vuol dir che in caso di fallimento, il tuo capitale è al sicuro. 

Altra importante funzione legata ai pagamenti è PayArea (MytripleA Financiación PFP,S.L.) legata all’’istituto di pagamento che opera per Re-Lender, autorizzato dalla Banca di Spagna con regolare licenza n. 6869. Essa opera in regime di libera prestazione di servizi in Italia.

Al fine di prestare denaro a tutti gli investitori, devi effettuare un primo deposito, trasferendo denaro sul conto di pagamento di PayArea. 

Questo ti permette di dar validità al tuo account Re-Lender, come anche accedere alla modalità di pagamento con carta di credito. 

Tassazione 

In merito ai proventi derivanti da questi investimenti, ricordiamo che essi sono soggetti ad una tassazione del 26%.

PayArea agisce anche come sostituto d’imposta e come tale la somma dagli interessi maturati ti arriverà netta. 

Tutti gli importi derivanti le tasse saranno trattenuti da PayArea e pagati allo Stato per conto dell’investitore. 

Re-Lender e Scanzano Jonico: primo progetto online 

Abbiamo detto che Re-Lender è una piattaforma di crowdfunding a riconversione industriale e immobiliare. Anche se non vi sono moltissimi progetti, ve ne sono alcuni veramente interessanti. 

Uno dei primi progetti online è quello che riguarda la riconversione urbana legata alla società Altamarea S.r.l. che si pone come obbiettivo quello di urbanizzare e lottizzare dei terreni all’interno del Comune di Scanzano Jonico.

Il tutto prevede un investimento di 4,8 milioni di euro. 

Il progetto prevede la riconversione dell’area dismessa in una nuova zona urbanizzata. Solo in seguito la società prevede una costruzione per un nuovo complesso residenziale con 18 villette bifamiliari e 2 blocchi commerciali.

All’interno del progetto, infine, la società intende sviluppare al momento la parte residenziale e l’area commerciale invece, al momento, viene venduta, previo completamento dell’area urbana. 

Il tutto prevede un tempo massimo per completare i lavori di 12 mesi con un target pari a 400.000 € 

Per tutto questo detto, si potranno ottenere interessi pari al 9%, con pagamento mensile.

Opinioni e considerazioni finali 

Da quanto detto in questa recensione, avrai ben compreso che si tratta di un nuovo modo di pensare gli investimenti immobiliari. 

Prima di concludere, volevamo ricordare che Re-Lender non chiede nessuna commissione sui rendimenti dei prestatori. Al contrario, invece, le imprese richiedenti denaro, sono soggette ad una commissione, la sua entità dipende dal progetto stesso. 

In ogni caso, le commissioni sono prelevate in caso di riuscita della raccolta fondi, ovvero quando il target è stato raggiunto.

Se vuoi investire in modo alternativo nel settore immobiliare, allora non perderti l’opportunità di investire con Re-Lender.

Registrati qui su Re-Lender!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central

Leggi articolo precedente:
ATFX: cos’è e come funziona? Recensione broker Forex

La scelta più logica per gli investitori online di tutto il mondo? Certamente potrebbe essere ATFX.  Perché? Scoprilo di seguito...

Chiudi