Stop loss e take profit: cosa sono e perché sono importanti?

Pubblicato da LorenzoB il: 23 Gennaio 2019 - Aggiornato il: 12 Febbraio 2019
Valoreazioni

Vuoi un conto trading demo con 50.000€ gratis per fare pratica?In più anche segnali di Trading Gratis.Clicca qui

Stop loss e take profit sono due locuzioni che nel trading online sono molto popolari e utilizzate, ma qual è il loro significato e e perché hanno un ruolo di estrema importanza nelle operazioni finanziarie?

Questo articolo vuole porsi come obiettivo quello di spiegare, soprattutto ai trader principianti, cosa significano stop loss e take profit, cercando anche di dare una spiegazione al loro funzionamento.

Una percentuale che si aggira fra il 65% e l’89% dei trader retail perde denaro utilizzando i CFD. Uno dei motivi principali è proprio l’errato posizionamento dello stop loss e del take profit. Infatti saperli posizionare non è certamente facile, ma dovrebbe essere una virtù imprescindibile per chi fa trading online, soprattutto intraday o comunque di breve termine.

stop loss

Stop loss: cos’è?

Vediamo dunque che cosa sono stop loss e take profit e perché vanno inseriti all’apertura di un nuovo trade.

Stop loss: cosa significa?

Partiamo innanzitutto dalla sua definizione.

Stop loss può essere tradotto con “perdita arrestata“, sebbene il termine inglese venga preferito dagli addetti ai lavori, infatti in nessun sito o forum finanziario difficilmente troveremo la traduzione italiana.

Nel trading online lo stop loss corrisponde al valore di un asset che, se raggiunto, porta al termine del trade anche se in perdita. In maniera più semplice possiamo definirlo il limite alle perdite oltre il quale un trader non vuole andare. Facciamo un esempio però per intenderci ancora meglio:

Apro una posizione long sulle azioni di un titolo azionario a quota 7.50€ l’una. Fisso lo stop loss a 7€. Se il titolo azionario dovesse scendere (e quindi provocare per me una perdita) fino a 7€ la posizione finanziaria verrebbe chiusa automaticamente a 7€. Perciò se poi il titolo dovesse sprofondare anche a 6.50€ o 6€ non rischierei nulla, proprio perché il mio trade si è chiuso a 7€.

Take profit: qual è la sua definizione?

take profit

Take profit: cos’è?

Abbiamo parlato dello stop loss, ora vi spiegheremo in cosa consiste il take profit. Il meccanismo è tendenzialmente lo stesso, ma in un contesto di guadagno.

Take profit possiamo tradurlo con “presa di profitto” e, come avviene per stop loss, anche qui si preferisce la locuzione inglese.

Nel trading online il take profit indica quel valore che se raggiunto permette la chiusura automatica del trade e quindi la presa di profitto. Il trader fissando il take profit decide che quel valore è il suo obiettivo e poco importa se l’asset continuerà poi il suo rialzo o meno, dato che la posizione viene chiusa precedentemente.

Vi aiutiamo nella comprensione con un esempio:

Apro una posizione long sul cambio euro dollaro a quota 1,1350 e fisso come take profit  1,1400. Se il cross valutario dovesse raggiungere quest’ultima cifra il trade si chiuderebbe in automatico e otterrei un profitto. Perciò se il tasso di cambio dovesse arrivare a questa cifra anche solo per pochi secondi e poi sprofondare in basso a me non importerebbe nulla, dal momento che il mio trade si è chiuso positivamente al valore pre-impostato.

Apri un conto demo Forex su XTB e imposta stop loss e take profit!

Perché sono importanti?

"<yoastmark

A giudicare dalle spiegazioni appena date potrebbe sorgere il dubbio circa la loro importanza, dato che sia stop loss che take profit potrebbero essere armi a doppio taglio.

Infatti si potrebbe guadagnare meno fissando un take profit (il trade potrebbe continuare a generare profitto) e si potrebbero recuperare le perdite senza fissare lo stop loss (il trade potrebbe inizialmente andare in rosso e tornare in positivo successivamente).

È tuttavia consigliabile inserire stop loss e take profit all’apertura di ogni trade perché è necessario pianificare sia il proprio obiettivo di profitto sia il valore massimo di perdita.

Non si deve essere né troppo avidi e quindi cercare di guadagnare più di quanto pianificato, né troppo speranzosi quando il trade non va come previsto.

Prendere il profitto e accettare le perdite sono due azioni estremamente importanti per un trader. Il tutto fa parte di un buon money management, che ogni trader dovrebbe stilare o comunque avere ben saldo in mente.

Dove fissare stop loss e take profit

"<yoastmark

Dove fissare stop loss e take profit sono certamente domande interessanti, alle quali però non si può dare una risposta dettagliata e univoca.

Ogni trade è diverso dagli altri, ma soprattutto dipende anche dalla strategia attuata dal trader.

È evidente che con una strategia multiday o comunque di lungo termine take profit e stop loss non possono essere vicini al valore di apertura della posizione. D’altro canto per chi adotta una strategia intraday o di breve termine non dovrebbe fissare entrambi troppo lontani.

Facendo una buona analisi tecnica scopriremmo che lo stop loss (in posizioni long) va impostato tendenzialmente poco sotto un supporto, mentre il take profit andrebbe solitamente fissato poco sotto la resistenza. In questa maniera si fermerebbe la perdita qualora il supporto cedesse e si otterrebbe un profitto anche qualora l’asset non riesca a superare una resistenza.

Leggi anche Investire in borsa con supporti e resistenze

Stop in profit

Entrambi possono essere modificati anche in corso ed è un’azione molto comune fra i trader.

Infatti se ci accorgiamo che il guadagno potrebbe essere molto in base ad alcuni eventi che si sono verificati, potremmo valutare l’ipotesi di spostare il take profit più in alto e ottenere un guadagno maggiore.

Viceversa se abbiamo la disponibilità economica necessaria (ricordate di investire solo una minima parte del vostro capitale, solo quella che siete disposti a perdere) e ci accorgiamo che lo stop loss è troppo vicino al punto di partenza e c’è il rischio che venga raggiunto, potremmo considerare l’idea di spostarlo e dare quindi al trade la possibilità di un recupero.

Un’azione comune è anche quella dello “stop in profit“, ossia inserire lo stop loss in guadagno. Cosa significa tutto ciò? Lo vediamo con un esempio:

Apro una posizione long sul cambio euro sterlina (EUR/GBP) a quota 0.8750. Fisso take profit a 0.8850 e stop loss a 0.8650. Dopo una giornata di trading il cross giunge a 0.8800, dunque mi trovo in una situazione positiva di 50 pip. A questo punto potrei valutare l’ipotesi di inserire lo stop loss a 0.8751 o anche 0.8770 e ottenere un certo guadagno.

Se infatti poi il trade dovesse scendere e toccare il nuovo stop loss, la mia posizione sarebbe in ogni caso in profitto, dato che il valore di partenza (0.8750) era più in basso. Ovviamente il guadagno sarà inferiore al mio obiettivo (take profit), ma perlomeno ho la certezza non solo di non aver perso nulla, ma di aver guadagnato.

Apri il tuo conto demo gratuito su eToro e fissa stop loss e take profit!

 

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente.
ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Europar2010.org

Leggi articolo precedente:
opzioni digitali iq option
Opzioni digitali IQ Option: cosa sono e come funzionano?

Le opzioni digitali IQ Option o digital options non devono essere confuse con le opzioni binarie (che sono lo stesso...

Chiudi