Cambio GBP/USD – sterlina/dollaro : quotazione e grafico in tempo reale

Pubblicato da TommasoP il: 28 novembre 2017 - Aggiornato il: 5 dicembre 2017

Quanto vale una sterlina in dollari?

Se anche tu ami fare trading sul mercato forex, non puoi non prendere in considerazione il trading sulla coppia di valute GBP/USD ovvero British Pound/U.S. Dollar.

Questa coppia esprime il tasso di cambio esistente tra il dollaro americano (currency) e la valuta base, ovvero la sterlina.

Ad esempio, supponendo che il tasso di cambio tra gbp usd è di 1.6, possiamo presumere che al fine di comprare una sterlina Inglese si deve avere a disposizione 1.6 dollari americani.

Viceversa con 1.6 dollari americani possiamo comprare un pound.

Come fare trading sull’asset GBPUSD

Cambio GBP/USD – sterlina/ollaro : quotazione e grafico in tempo reale

Grafico GBP/USD in tempo reale

Il grafico lo si può analizzare in maniera rapida, ma anche in maniera completamente personalizzabile.

Questo vuol dire che puoi attraverso pochi click scegliere l’intervallo di tempo attraverso cui osservare il grafico e grazie al quale puoi investire.

Il grafico analizza dunque l’andamento del cambio Sterlina Dollaro e puoi farlo o utilizzando un grafico lineare o anche a candela o a tua scelta.

Tutte queste funzionalità sono essenziali al fine di conoscere quello che il cambio Sterlina Dollaro in real time e quello anche che è lo storico GBP/USD.

Nota anche che saper leggere il grafico è molto importante, perché esso offre la possibilità di avere maggiori informazioni in merito alle previsioni sul possibile andamento futuro del cross.

Queste ultime sono considerate molto importanti anche per fare trading su GBP/USD.

Trading Cable o trading GBP/USD?

Trading Cable o trading GBP/USD

Trading Cable o trading GBP/USD

Nel caso in cui invece utilizziamo il gergo tecnico che viene utilizzato del trading online, l’asset gbp/usd è conosciuta come “Cable”.

Con questo termine vengono indicate tutte le operazioni legate alla coppia di valute gbp usd.

Il nome utilizzato ha origini antiche, in quanto esso deriva dal fatto che in origine, i prezzi di acquisto e vendita, come bid e ask, venivano trasferiti da New York a Londra via cavo.

Il tasso di cambio, per tanto tra le 2 valute, esprime la forza che intercorre tra un paese e l’altro.

Quindi gbp/usd mette in relazione la forza competitiva dell’economia della Gran Bretagna con quella Americana.

Si deve anche prendere in considerazione il fatto che l’economia della Gran Bretagna è molto prosperosa e come tale riveste un ruolo molto importante soprattutto in termini di scambi finanziari.

La maggior parte delle transazioni forex avvengono per altro proprio sul mercato Londinese, considerato anche come il centro degli scambi internazionali.

Se consideriamo le fasi storiche, è possibile notare come prima del primo conflitto bellico, l’economia della Gran Bretagna era la più prosperosa, per poi lasciare il posto a quella americana.

Nonostante tutto, però il regno unito (U.K.) ha conservato la sua reputazione. Questo gli ha permesso di restare al centro degli scambi mondiali.

In breve, il settore finanziario resta uno dei più importanti di tutta l’economia U.K.

Anche se U.K fa parte dell’Unione Europea, la Gran Bretagna mantiene la propria valuta, restando fuori dall’unione monetaria.

Oggi, l’asset Gbp/usd, considerato ai giorni nostri, lo possiamo definire una coppia di valute molto volatile, dove, il movimento settimanale in termini percentuali è molto ampio.

Lo spread su questa coppia sembra leggermente superiore rispetto a quello di un altro asset: Eur/usd, anche se rimane pur sempre inferiore rispetto alle altre coppie di valute.

Nel caso specifico, gbp usd è una coppia di valute liquida, dove le opportunità di arbitraggio sono molto ridotte.

In breve è possibile considerare che Gbp usd e  eur/usd, sono 2 asset positivamente correlate.

Pur non avendo al stessa volatilità visto e considerato che quella di gbp/usd è superiore, generalmente si muovono nello stesso verso.

Entrambe sembrano avere la stessa valuta usd (dollaro) come quote currency.

E’ facile notare come, periodi di crisi a parte, questa coppia di valute, gbp/usd, abbia avuto sempre un positive carry trade.

Se compravamo gbp/usd potevamo guadagnare oltre sulla differenza nel cambio anche sul differenziale dei tassi d’interesse swap.

Cambio GBP/USD: la storia della coppia

La coppia valutaria forex come abbiamo detto è composta dalla sterlina britannica e dal dollaro statunitense. Come detto poc’anzi è una delle più antiche e storiche coppie valutarie.

Cambio GBP/USD: la storia della coppia

Cambio GBP/USD: la storia della coppia

Il termine CABLE a cui abbiamo fatto riferimento deriva dal primo cavo transatlantico sottomarino tra Nord America ed Europa. In quelle occasioni, i tassi di scambio sterlina/dollaro venivano inviati avanti e indietro.

Questa coppia rappresenta oggi il 17% di tutto il volume di transazioni effettuate sul mercato forex.

L’asset GBP/USD può essere considerato anche la coppia volatile nel trading, visto e considerato che presenta meno liquidità di altre coppie.

In breve questo significa che il tasso di scambio può variare in qualsiasi direzione in modo molto rapido, anche a seguito alla pubblicazione di dati economici fondamentali.

Come fare trading con il GBP/USD? Tutto quello che devi sapere

Al fine di iniziare a fare trading online sulla coppia, devi considerare alcuni elementi e caratteristiche che sono molto importanti.

Come fare trading con il GBP/USD? Tutto quello che devi sapere

Come fare trading con il GBP/USD? Tutto quello che devi sapere

La prima da prendere in considerazione è la banca centrale del Regno Unito, ovvero la Bank of England, che pubblica i propri tassi ufficiali ogni mese.

Tutte queste decisioni, sui tassi di interesse hanno anche un impatto diretto sui tassi di cambio valutari.

Per altro, oltre alle decisioni sui tassi di interesse da parte della Bank of England, si devono considerare molti altri indicatori economici che crediamo siano veramente molto importanti e che non devoo essere sottovalutati.

Indice dei prezzi al consumo britannico

Il primo elemento da considerare riguarda l’indice dei prezzi al consumo.

Questo è un indice che misura l’inflazione, ovvero viene considerato come un ottimo indicatore delle decisioni future sui tassi di interesse da parte della Bank of England.

Lettera d’inflazione (Bank of England)

Il secondo elemento da prendere in considerazione, riguarda il fatto stesso che l’inflazione si muove. A prescindere da quella che è la sua direzione, essa si muove anche di oltre 1 punto percentuale dal target.

In questo caso, sarà il Governatore della Bank of England a provvedere all’invio di una lettera al Cancelliere che molte volte è anche accompagnata da un resoconto sulla situazione.

Richieste di sussidi di disoccupazione nel Regno Unito

Anche questo elemento è molto determinante in quanto può essere considerato un ottimo indicatore sullo stato di occupazione generale.

PMI Vari

l PMI dei servizi, sia manifatturiero sia anche delle costruzioni rappresentano importanti indicatori economici.

Anche la pubblicazione di dati economici statunitensi influirà sul tasso di cambio sterlina-dollaro.

In sostanza, tra i principali troviamo:

  • la pubblicazione dei tassi di interesse;
  • i rapporti sul PIL;
  • vendite al dettaglio;
  • dati PMI e i IPC.

IQ Option semplifica il trading della coppia GBP/USD grazie alla piattaforme di trading semplici da utilizzare, e regolamentata che ti permette di aprire un conto demo gratuitamente o anche un conto di trading reale con un deposito minimo di appena 10 € e trade a partire da 1 €.

Apri un conto demo IQ Option

Abbiamo visto che GBP/USD è l’abbreviazione per il cambio tra Sterlina Inglese (GBP) e Dollaro Americano (USD) detto anche Cable.

In breve la coppia valutaria ci dice quanti Dollari USA (valuta quotata) sono necessari al fine di acquistare una Sterlina Inglese (valute base).

Cambio GBP/USD: da cosa dipende?

Altro elemento da considerare per tutti quelli che vogliono fare trading sul cambio GBP/USD è l’influenza che esso può avere derivante da diversi fattori esterni.

Cambio GBP/USD: da cosa dipende?

Cambio GBP/USD: da cosa dipende?

Questi fattori possono incidere sul valore della Sterlina Inglese e/o del Dollaro USA in relazione anche alle altre valute.

Per questo motivo, ad esempio, possiamo dire che il differenziale dei tassi di interesse tra la Bank of England (BoE) e la Federal Reserve (Fed) influenza il valore di queste valute, almeno fino a quando vengono messe in relazione.

In breve se la Federal Reserve interviene sul libero mercato al fine di rendere il Dollaro USA più forte, allora ci si deve attendere che il valore del cambio GBP/USD scenda. Questo per il semplice fatto che il Dollaro si rafforza rispetto alla Sterlina.

Correlazioni con altri cambi

Infine, un ultimo elemento che si deve prendere in considerazione quando si fa trading sull’asset in questione, è la correlazione esistente tra il cambio GBP/USD ed altri cambi.

Correlazioni con altri cambi

Correlazioni con altri cambi

In breve potrebbe succede che esso abbia una correlazione negativa col cambio USD/CHF. Al contrario, invece, potrebbe avere una correlazione positiva col cambio EUR/USD.

Questo lo si deve alla correlazione positiva tra Euro, Franco Svizzero e Sterlina Inglese.

Si consideri anche il fatto che una valuta possa essere più attrattiva di un’altra. Ovviamente parliamo sempre e solo del mercato dei cambi.

Questo vuol dire che essa dipende da diversi fattori che possono anche essere semplicemente le previsioni di tendenza ma anche il suo stesso tasso d’interesse, come visto in precedenza.

Noi siamo convinti che al fine di fare trading su questo asset, in maniera seria e professionale, è importante sapere in che modo vengono fissati i tassi d’interesse di sterlina e dollaro prima ancora di iniziare a fare trading su GBP/USD.

Tutti gli approfondimenti si altre tipologie di cambio sono disponibili all’interno delle nostre guide:

Che cos’è il GBP/USD?

Si chiama GBP/USD la parità esistente nel mercato forex tra la Sterlina e il Dollaro americano.

Praticamente esso rappresenta un cross dove si mette a confronto il tasso di cambio di una sterlina in dollari.

Che cos’è il GBP/USD?

Che cos’è il GBP/USD?

In maniera molto generica, questa parità l’abbiamo definita come Cable o Sterling.

Per quanto riguarda invece la quotazione del cross GBP/USD si deve considerare la sua espressione.

Esso, come la maggior parte delle coppie valutarie si esprime in pips o anche in decimi di pips in base al broker prescelto.

Oggi possiamo dire che a differenza di quanto avveniva nel passato, il Cable si è evoluto. Il canale di fluttuazione stretto è dunque compreso oggi tra 1.40 e 2.10 pips.

Facendo un esame storica, è possibile notare come Il suo più alto risultato lo si raggiunse nel 2007.

Da allora però il cross ha perduto rapidamente il suo valore.

La causa?

Sono numerose ed incide in primis la crisi economica attuale che non sembri interessata a mollare e che ci portiamo dietro da ormai 10 anni.

Proprio nel 2008, all’inizio della crisi, si ebbe il livello più basso: 1.40 pips.

Molti trader utilizzano per altro il Cable al fine di trattare sul Forex visto e considerato che gli indicatori che permettono di precedere la sua evoluzione sono numerosi a causa anche della popolarità del Dollaro Americano e della particolarità della Sterlina britannica.

Quali organismi fissano i tassi del GBP/USD?

Con molta probabilità sono sempre le banche centrali di ogni paese a fissare i tassi d’interesse inerenti alla valute che li riguardano.

Quali organismi fissano i tassi del GBP/USD?

Quali organismi fissano i tassi del GBP/USD?

Noi, nel nostro caso, dobbiamo prendere in considerazione il cross GBP/USD.

Quindi, quali sono le banche da prendere in considerazione?

Esse sono 2:

  1. la Federal Reserve o FED che ha il compito di fissare il tasso del biglietto verde;
  2. la Banca d’Inghilterra, che gestisce i tassi d’interesse della lira sterlina.

In questo caso, si deve considerare che i tassi d’interesse sono regolarmente rivalutati dalle banche centrali e pubblicati sul calendario economico.

A questo punto ci si potrebbe chiedere:

Perché i tassi influenzano il cambio GBP/USD?

La risposta è molto semplice.

Il taso di interesse ha una forte influenza sula valuta, perché questo lo rende più o meno interessante all’acquisto come alla vendita.

Basta comprendere ad esempio il fatto stesso che il tasso d’interesse va ad aggiungersi ai tuoi guadagni o alle tue perdite. Ovviamente tutto dipende dalla tendenza che esso registra nel momento in cui aprite o chiudete una posizione.

É per questo che noi siamo convinti che acquistare una valuta con un basso tasso di interesse vendendone un’altra con un tasso più elevato, sia un’azione profittevole, per tutti coloro che fanno trading su valute. Ovviamente il tutto lo si deve rapportare al cross utilizzato.

Quali sono gli indicatori più influenti nel trading GBP/USD?

Quali sono gli indicatori più influenti nel trading GBPUSD

Quali sono gli indicatori più influenti nel trading GBP/USD

Ogni coppia di valute ha degli indicatori specifici che si devono seguire al fine di fare trading in maniera profittevole.

Nel caso specifico del cross GBP/USD è estremamente importante considerare che esso viene influenzato dalla politica monetaria condotta da ognuno dei 2 paesi coinvolti.

Quindi si deve prendere in considerazione la politica adottata da Gran Bretagna e gli Stati Uniti.

E’ chiaro che ormai tutti i trader e tutti coloro che seguono i due paesi per diversi motivi, conoscono l’organismo che gestisce questa politica.

In breve:

  • negli Stati Uniti essa viene svolta dalla Federal Reserve o FED.
  • nella Gran Bretagna essa viene svolta dalla Bank of England o BoE.

Tutte le notizie inerenti alla politica monetaria e che riguardano questi 2 paesi, non sono però solo l’unico elemento da considerare.

Si deve anche prendere in considerazione la direzione che prenderà la tendenza al fine di trarne dei guadagni significativi.

Infine si devono anche seguire le statistiche economiche che provengono da questi 2 stati. Questo perché anche esse hanno la loro importanza nel Forex.

Anche tu potrai dunque prendere in considerazione questi elementi al fine di fare trading.

Un esempio eclatante potrebbe essere il calendario economico, utile al fine di intercettare le varie pubblicazioni come ad esempio il tasso di disoccupazione, il PIL o le cifre della crescita, e servirvene.

Cambio Sterlina Dollaro in tempo reale

Se cerchi delle informazioni in merito al cambio Sterlina Dollaro in tempo reale, allora non puoi non considerare il convertitore che di seguito puoi trovare.

Cambio GBP/USD

Il Convertitore Valuta è offerto da Investing.com Italia.

Cambio USD/GBP

Il Convertitore Valuta è offerto da Investing.com Italia.

In alternativa puoi sempre consultare il grafico GBP/USD in tempo reale.

Investing.com

Quando effettui operazioni di trading devi poter anche prendere in considerazione sia il cambio sia anche il grafico in tempo reale.

Certamente questo oggi rappresenta un passo in avanti per tuti i trader che fino a qualche decennio fa non potevano neanche prendere in considerazione lontanamente.

Oggi grazie ad internet ed al trading online, tutto è cambiato e quindi puoi conoscere il cambio Sterlina Dollaro in tempo reale anche in modo semplice.

Come si leggono le quotazioni forex?

Le valute sono sempre quotate a coppie.

Anche nel caso del GBP/USD il discorso non cambia.

Come si leggono le quotazioni forex?

Come si leggono le quotazioni forex?

Quindi per tutte le volte che vendi una valuta, ne stai automaticamente acquistando un’altra. Per altro considera anche che:

  • la prima valuta alla sinistra della barra è la valuta principale;
  • quella alla destra destra della barra è la valuta secondaria.

Nel momento in cui acquisti, la quotazione ti dice quanto devi pagare in valuta secondaria al fine di acquistare un’unità della valuta principale.

La valuta principale è considerata sempre la base per l’acquisto e la vendita.

Se compri GBP/USD, vuol dire che stai comprando la valuta principale e simultaneamente vendendo la valuta secondaria.

Quotazione GBP/USD: da cosa è determinata?

La quotazione dell’asset deve essere considerata prendendo come punto di riferimento anche gli eventi politici che segnano i 2 paesi.

Un esempio? La Brexit e la vittoria di Trump alle elezioni in Usa.

Questi 2 elementi sono 2 chiari esempi di come il cambio Sterlina Dollaro ne risente direttamente.

Le vicende politiche di Stati uniti e Gran Bretagna sono dunque da considerare in base anche ai rispettivi dati macro sull’andamento delle 2 economie.

Non puoi pensare di investire sulla quotazione GBP/USD se non hai una conoscenza di quello che è il quadro politico-economico dei 2 paesi.

Cambio Dollaro sterlina: considerazioni tecniche

Cambio Dollaro sterlina considerazioni tecniche

Cambio Dollaro sterlina considerazioni tecniche

Non sempre i trader che investono su questo asset considerano tutte le caratteristiche e le eventualità che esso comporta. Questo vuol dire che non tutti i trader, soprattutto i principianti considerano la parità GBP/USD come una delle coppie di valute più scambiate nel Forex.

Oggi essa infatti raccogli ben 400 miliardi di dollari di scambi ogni anno.

Un volume che tutta via è consigliabile tenere in considerazione quando si effettuano operazioni di scambio.

Noi ti consigliamo di investire soltanto piccole o medie cifre su questo asset, e di diversificare il tuo portfolio di investimento anche al fine di proteggere il tuo capitale.

Si deve anche prendere in considerazione una delle differenze più importanti, ovvero la differenza tra prezzo di acquisto e il prezzo di vendita.

Noi ti possiamo dire che questo asset ha preso il sopravvento di recente, in quanto fino a qualche tempo fa, non era neanche considerato.

Oggi invece il Cable è considerato come uno dei cross più volatili. Esso offre dei rialzi e dei ribassi molto significativi anche nell’arco di poche ore.

Oggi tale asset è considerato uno dei principali tanto che lo consideriamo anche come uno dei più redditizi nel mercato Forex tanto che permette di registrare dei guadagni importanti in un lasso di tempo minimo.

Nota bene:

Nel momento in cui i mercati girano a rallentatore, il cross sterlina dollaro, rappresenta un buon mezzo utile a guadagnare denaro rapidamente anche senza bisogno di investire grandi somme.

Come fare trading sull’asset GBP/USD

Tutti i trader sanno bene che possono operare sul mercato forex vendendo o comprando valute.

Come fare Trading sul cambio euro sterlina: considerazioni finali

Come fare Tradingsull’asset GBP/USD

Al fine di fare trading online sul mercato forex devi prendere in considerazione prima di tutto la possibilità di possedere un conto demo o un conto reale con una delle piattaforme di trading regolamentate ed autorizzate.

A seguito si deve anche considerare la possibilità di fare trading eseguendo operazioni forex in modo semplice e veloce.

I meccanismi utilizzati, a prescindere dall’asset utilizzato sono molto semplici e per altro molto simili a quelli utilizzati nel trading di altre coppie.

A questo punto, ti possiamo dire con tutta franchezza, che se anche fai trading con altri asset sul mercato forex, il principio di base è sempre lo stesso. Sono sempre gli stessi elementi da considerare. Questo presuppone che fare trading GBP/USD dovrebbe essere semplice come farlo con altri asset.

Fai trading sul cambio BGP/USD

Attenzione però al fatto stesso che il trading online di per se è pericoloso e potrebbe comportare la perdita dell’intero capitale.

Non ti stiamo dicendo che non puoi guadagnare con il trading forex, ma di sciuro non è semplice come molti vogliono farti credere.

Devi considerare anche la remota ipotesi che potresti perdere l’intero capitale investito. Dunque presta molta attenzione a questo.

Lo scopo del Forex è appunto quello di scambiare una valuta con un’altra.

Il tuo obbiettivo è quello di ottenere un profitto dal prezzo dei cambi. In breve devi investire considerando che la valuta che hai acquistato aumenterà di valore rispetto a quella che hai venduto.

Semplice vero? A dirsi sicuramente … a metterlo in pratica un po’ meno…

Ecco perché ti consigliamo prima di tutto di provare a operare con un conto demo gratuito che ti viene offerto da IQ Option.

Esempio di trading GBP/USD

Come fare trading sull’asset GBPUSD

Come fare trading sull’asset GBPUSD: esempio

Operazione Asset GBP/USD
Acquisto 10,000
Tasso di cambio 1.41

Supponiamo che 2 ore più tardi procediamo nuovamente allo scambio. Questa volta lo consideriamo inverso rispetto al precedente, con il tasso di cambio pari a 1.42.

A questo punto, possiamo subito notare che il cambio si è chiuso a nostro favore, ottenendo un incremento di 100.

Si deve dunque considerare che il tasso di cambio non è altro che il rapporto tra una valuta e un’alta valuta.

Ecco quindi che il tasso di cambio GPS/USD indica quanti dollari ci vogliono per acquistare la Sterlina Inglese o viceversa.

Come Investire sull’asset GBP/USD?

Puoi investire sull’asset prescelto con diverse soluzioni di trading.

IQ Option trading cfd su Forex

IQ Option: Come Investire sull’asset GBP/USD?

Long e short

Puoi innanzitutto considerare in base alle tue strategie se acquistare o vendere.

Nel caso in cui vuoi comprare, è chiaro che devi impostare delle strategie al fine di considerare un aumento della valuta principale in modo che possa poi essere rivenduta ad un prezzo più alto.

Nel linguaggio del trading online quest’operazione prende il nome di “andare long”. Quindi long vuol dire comprare.

Nel caso contrario, invece, se decidi di vendere, vuoi che la tua valuta principale perda di valore.

In questo caso potresti sperare in un ribasso al fine di acquistarla. L’intento è sempre lo stesso, ottenere un profitto. In questo caso, minore è il prezzo di acquisto e maggiore sarà la tua quantità acquistata.

In questo caso, l’operazione prende il nome di andare short”, o anche “Shortare“.

In questo caso, devi considerare che short = vendere.

Bid/Ask spread

Un altro elemento da considerare quando investi nel mercato delle valute è il prezzo bid e ask.

Nota:

Il prezzo bid è sempre più basso dell’ask.

Possiamo dire che il prezzo bid è il prezzo al quale il dealer è disposto a comprare la valuta principale e quindi scambiarla con la seconda.

Questo è il prezzo al quale tu in quanto trader vendi.

Il prezzo Bid è il prezzo di Vendita

L’ask è il prezzo al quale invece il dealer è disposto a vendere la valuta principale e quindi scambiarla con la valuta secondaria.

Questo significa che il prezzo ask è il prezzo al quale tu comprerai.

La differenza che intercorre tra il tra il prezzo bid e il prezzo ask è lo spread.

Esempio pratico

Supponiamo di prendere in considerazione la quotazione GBP/USD.

Per questa coppia abbiamo che il prezzo bid è 1.7445 e il prezzo ask è 1.7449.

Ora se stai utilizzando ad esempio il broker IQ Option, non è difficile intuite come questo broker rende davvero semplice lo scambio del tuo denaro.

Puoi scegliere di vendere GBP.

Quindi devi cliccare su “sell” e venderai le Sterline a 1.7445.

Nel caso invece in cui vuoi acquistare Sterline, non devi far altro che cliccare su “buy” e acquisterai a 1.7449.

Attenzione:

I dati inseriti non sono reali e sono stati utilizzati al solo scopo illustrativo. Quindi lo si deve prendere in considerazione al solo scopo di esempio.

Non tutti i Broker hanno un’interfaccia grafica semplice e che offre questa funzione.

Margin Trading sull’aset GBP/USD

A questo punto possiamo procedere con un esempio un po’ più complicato. Ci si potrebbe chiedere se è possibile fare trading con meno di 10,000 dollari.

Ovviamente la risposta non può che essere affermativa. Si!

Soprattutto se scegli di investire con il broker IQ Option, puoi fare trading investendo con un conto demo gratuito o con un conto reale e deposito minimo da 10 €.

Per altro nel mercato forex, puoi utilizzare uno strumento che amplifica i tuoi investimenti ovvero la leva.

A questo punto, scegli ad esempio di investire su “margin trading”.

Nota bene:

Il termine Margin trading lo si usa per gli scambi con capitale in prestito.

Questo sistema è utilizzato al fine di aprire posizioni da 10,000 o 100,000 dollari con appena 50 o 1,000 dollari.

Ecco quindi che puoi eseguire transazioni efficaci e in maniera rapida ed economicamente con un piccolo capitale iniziale a disposizione.

Il margin trading nel mercato dei cambi è quantificato per altro in lotti, ovvero la quantità minima di valuta che puoi acquistare.

Per comprendere il concetto, devi considerare ad esempio di andare al supermercato e comprare delle uova. Questo presuppone che non puoi comprare un solo uovo, ma un’intera confezione da 6. Lo stesso vale per i lotti di trading.

Spero che l’esempio sia stato abbastanza chiaro, anche perché nel Forex, sarebbe sciocco vendere o comprare un solo dollaro o una sola sterlina.

Si deve quini acquistare e vendere lotti da 1.000 (Micro) o 10,000 (mini) o 100,000 (standard), secondo il tipo di conto che si possiede.

Esempio pratico

Se Credi che il GBP crescerà in valore rispetto al USD, non ti resta che comprare un lotto (100,000), di GBP utilizzando un margine dell’1%. Quindi devi attendere che questo cresca di valore.

Quando compri ad esempio un lotto di GBP/USD al prezzo di 1,5000, stai comprando 100,000 GBP, per un valore di 150,000 USD.

In questo caso, se consideriamo un margine (richiesto dell’1%) vuol dire che nel tuo conto verranno vincolati 1500 USD al fine di gestire la posizione ($150.000 * 1%).

Ora hai a disposizione 100,000 GBP con 1,500 Dollari.

Se le tue previsioni si avverano, puoi decidere di vendere.

Quindi?

Chiudi la posizione a 1,5050. G

Questo vuol dire che hai ottenuto un guadagno di 50 pips, o circa 500 dollari. Ecco dunque che il pip è la più piccola variazione di prezzo in una valuta.

Nel caso in cui decidi di chiudere una posizione, devi considerare che il deposito che avevi fatto originariamente ti deve essere restituito e in questo caso deve essere fatto il calcolo di perdite e dei profitti.

La perdita o il profitto vengono poi accreditati sul tuo conto.

ROLLOVER

Nel caso invece si tratta di posizioni aperte con il tuo broker all’ora di chiusura del mercato, devi considerare il “cut-off time” posto solitamente pari a 5pm EST, che rappresenta l’interesse giornaliero che il trader incassa o paga.

Questo varia in base al margine della posizione aperta.

Se non vuoi incassare o pagare interessi sulle tue posizioni, non devi far altro che assicurarti che tutte le tue posizioni siano chiuse prima del cut-off time: ovvero dell’ora stabilita per la chiusura del mercato.

Questo avviene, perché devi considerare che ogni scambio implica la cessione di una valuta per acquistarne un’alta.

Quindi devi mettere in preventivo anche eventuali interessi di rollover che sono parte integrante del Forex trading.

L’interesse viene dunque pagato dal trader sulla moneta che si cede, mentre lo guadagna sulla moneta che si acquista.

In breve se stai comprando una valuta con un tasso d’interesse più alto rispetto alla valuta che sta cedendo, la differenza netta non potrà non essere positiva e quindi incassi il rollover.

Noi ti consigliamo sempre prima di effettuare qualsiasi tipo di operazione di richiedere assistenza al tuo broker, tramite il servizio di assistenza clienti.

Investire sull’asset GBP/USD con il conto demo IQ Option

Infine, per concludere il nostro approfondimento sull’asset in questione, ti consigliamo di aprire un account demo con il broker IQ Option.

IQ Option trading online

Investire sull’asset GBP/USD con il conto demo IQ Option

In alternativa puoi anche sceglierne un altro, ma sempre tra quelli regolamentati ed autorizzati, che sono considerati gli unici che ti possono garantire il tuo capitale.

Il conto demo IQ Option ha le stesse caratteristiche del conto reale.

Perché è gratis?

Perché IQ Option ci tiene ai suoi trader e vuole che prima di investire denaro reale tu possa mettere in pratica e affinare la tua strategia di trading e provare anche la sua piattaforma.

In questo modo tu acquisti familiarità con l’interfaccia e scegli questo broker.

Il conto demo ti permette dunque di provare a fare trading reale in tutto e per tutto, con soldi virtuali e quindi senza rischio.

È consigliabile fare Trading, con un conto Demo perché non metti in repentaglio il tuo capitale e anche perché ti permette di conoscere in maniera approfondita la piattaforma del Broker senza rischio di perdere il tuo capitale.

Ti abbiamo consigliato questo broker per investire sul cambio GBP/USD perché lo consideriamo un’ottima piattaforma una delle più attive per altro negli ultimi tempi.

Anche se esso originariamente era nato come broker di trading binario (opzioni binarie), ora offre differenti soluzioni idi investimento e quindi non solo forex, ma anche indici, criptovalute, ETF, CFD, ecc.

Le condizioni dell’offerta del broker sono le seguenti:

  • Protezione dal saldo negativo;
  • Leva;
  • Opzioni con chiusura automatica;
  • Spread limitati;
  • Conto demo gratuito;
  • Conto reale a partire da 10 € ;
  • Trade minimi a partire da 1 €.

Tutti i dettagli sul broker IQ Option e sul trading online, sono disponibili all’interno dei nostri approfondimenti:

Attenzione:

Il Forex non è un lavoro manuale dove si adopera la forza fisica, ma è uno strumento che ha molto bisogno dello stato emotivo di una persona.

Quindi devi prestare particolare attenzione in quanto avrai anche modo di scoprire il rischio ad esso collegato quando comincerai a tradare con un conto reale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli della stessa categoria

*Your capital might be at risk.

Europar2010.org

conto demo
Leggi articolo precedente:
Cos’è il rame nel trading online
Come fare Trading sul Rame? Guida completa

Sei alla ricerca di un ottimo asset per i tuoi investimenti? Hai sempre desiderato investire sulle materie rime ma non...

Chiudi