itrader

StableCoin sostituiranno il Bitcoin? Opinioni e considerazioni

Pubblicato da TommasoP il: 30 Dicembre 2018 - Aggiornato il: 12 Febbraio 2019
Vuoi un conto trading demo con 50.000€ gratis per fare pratica? In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Vuoi un conto trading demo con 50.000€ gratis per fare pratica? In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

In molti sono alla ricerca di un metodo semplice e alternativo per investire e guadagnare con il trading online. Un ottimo compromesso potrebbe essere l’investimento in criptovalute, se si considera anche la possibilità di ottenere profitti dai ribassi delle valute digitali. Si tratta di una possibilità vista di buon occhio da molti trader. Fra le criptovalute vi sono le stablecoin.

In tanti infatti vedono il settore in forte crescita nel 2019 a seguito del crollo di queste nel 2018. Vi saranno sicuramente delle importanti novità in merito.

Mentre il resto del mercato delle criptovalute oggi sta vivendo un periodo negativo (a dire in vero da quasi un anno), gli analisti di mercato stanno notando uno spread crescente con un aumento del numero di transazioni che sta interessando le stablecoin in blockchain.

Seguendo quanto affermato dagli esperti di ICOBox si tratta di monete abbastanza stabili. Questa loro affermazione è maturata a seguito di una attenta valutazione di alcuni elementi che sono considerati per certi versi vantaggiosi e per altri molto meno. In pratica essi concludono affermando che si tratta di possibili sostituti del bitcoin.

StableCoin sostituiranno il Bitcoin

Le stableCoin sostituiranno il Bitcoin?

Sulla base di quelli che sono i dati disponibili è apparso evidente come in appena 3 mesi quattro stablecoin importanti:

  1. USD Coin (USDC)
  2. True USD (TUSD)
  3. Paxos (PAX)
  4. Gemini Dollar (GUSD)

abbiano superato i 5 miliardi di dollari in termini di il volume di transazioni blockchain.

Tra il mese di settembre e il mese di novembre il numero di transazioni è aumentato infatti del 1.032%. Ovviamente non si tratta di semplici numeri, ma di cifre colossali soprattutto considerando la tendenza generale al ribasso del mercato.

Il segreto?

Una crescente popolarità delle stableCoin che risiede nella loro qualità primaria costruita proprio nel loro nome. A differenza delle criptovalute si tratterebbe di monete stabili.

Queste valute sono legate al valore di un bene tangibile specifico come lo sono ad esempio le monete tradizionali, l’oro o il petrolio, con l’augurio che a loro volta manterranno il valore nel tempo.

Possiamo affermare che si tratta di uno strumento utile per tutti i trader che desiderano proteggere i propri profitti dalla volatilità di altre criptovalute ma senza la necessità di convertirli in valute fiat.

Tuttavia, il concetto stesso di “stabilità” è piuttosto relativo; infatti il tasso è legato al valore di qualche altra risorsa. Il tutto solleva una serie di questioni molto importanti.

Le stableCoin di oggi possono essere comprate e detenute in quanto definite come delle monete che presentano le seguenti caratteristiche:

  • sono sostenute da una moneta legale;
  • sono sostenute dalle criptovalute;
  • non sono monete garantite.

Certamente la prima caratteristica è molto più semplice da comprendere poiché si tratta di una moneta digitale collegata ad una valuta fiat al tasso di 1:1, con i fondi di riserva fiat tenuti in banca. I possessori di criptovaluta possono scambiarsi i token in contanti in qualsiasi momento.

In merito invece alla loro decentralizzazione e alla loro trasparenza possiamo affermare che sono aspetti ormai passati da dimenticare completamente. Se si sceglie di investire con questo modello, gli utenti devono fidarsi completamente dell’autorità centrale che detiene le riserve fiat.

Attenzione poi ad un altro elemento; non vi è alcuna garanzia in merito alla valuta fiat sottostante che potrà rimanere stabile e come tale non diminuisca di valore. Peraltro quando si cederanno le stablecoin certamente si otterrà un guadagno minore (in termini di valuta fiat) rispetto a quando si è entrati nel settore la prima volta. A ben vedere si tratta di realtà oggettive del mercato.

Nonostante questa considerazione gli esperti di criptovalute vedono il grande potenziale delle stablecoin legati all’euro. Questo è quanto affermato da Dima Zaitsev, ovvero il Responsabile delle PR internazionali e Business Analytics presso ICOBox.

Sulla base di quanto detto, possiamo procedere oltre e analizzare lo stablecoin EURS di Ethereum che è stata rilasciata la scorsa estate e che è legata all’euro.

Ciò che attrae tutti gli investitori nell’investimento con questa moneta è la trasparenza delle attività sottostanti; a questo si aggiunge il processo multi-livello della loro verifica attraverso le dichiarazioni giornaliere e settimanali e audit trimestrali. Certamente si tratta di un ottimo approccio, atto a consentire di tracciare i beni reali, i quali assicurano la moneta ed evitano delle speculazioni.

È vitale poi che gli investitori non siano truffati o ingannati. Se tutti gli accordi sono rispettati come anche tutti i parametri, allora aumenta la fiducia nel progetto stesso.

Anche la startup britannica London Block Exchange (LBX) sta valutando la questione delle stablecoin legati all’euro. Al contempo sono stati annunciati i piani per il lancio di una moneta stabile sostenuta dalla sterlina britannica.

Le stablecoin invece protette da criptovalute hanno un loro set di problemi. Essi sono anche abbastanza facili da individuare. Ad esempio il denaro digitale, stando a quelle che sono le condizioni di mercato odierne è estremamente instabile.

Cosa vuol dire questo?

Vuol dire che anche entrando in monete stabili non si sarebbe liberi dalla volatilità. Al momento si segnala una sola possibilità di soluzione di questo dilemma. Si deve fornire una garanzia extra, utile a minimizzare gli effetti della fluttuazione dei tassi della valuta sottostante.

Il terzo modello è una stablecoin sicura.

Trattandosi di asset basati su algoritmi, la loro stabilità è garantita dal bilanciamento della velocità in vari modi. In pratica esse operano in una situazione molto simile a quella di un governo che trae profitto da un aumento della quantità di denaro in circolazione.

Succede che l’autorità di emissione, ovvero la Banca centrale del paese, crea dei nuovi beni in linea con l’aumento della domanda e li compra nel momento in cui il loro valore scende, questo deve scendere in maniera efficace creando un problema valutario controllato.

Molti sono gli esperti del mercato che ritengono che si tratti di un modello di stablecoin senza sostegni e come tale è da considerare come il più attraente e ambizioso, in quanto queste monete sono completamente decentralizzate e indipendenti dalle altre valute. Il tutto le renderebbe impermeabili alle crisi.

Come sempre sono da considerare anche eventuali svantaggi ovvero la mancanza di attività sottostanti che rende i loro titolari completamente indebiti in caso di collasso della stablecoin. Esse risultano quasi impossibili da valutare per sicurezza.

Le Parole di Daria Generalova, Managing Partner di ICOBox

Stablecoin è una soluzione di mercato potenzialmente molto preziosa, ma a questo punto è tutt’altro che impeccabile.

Credo che per il momento sarebbe meglio controllare da vicino lo sviluppo e l’applicazione delle stablecoin.

Questa sarebbe la cosa giusta da fare.

A questo punto, sembra piuttosto prematuro ipotizzare se il modello spingerà e sostituirà bitcoin.

È possibile investire in criptovalute, stablecoin comprese, in modo sicuro?

Stablecoin Bitcoin

Perchè le stablecoin potranno prendere il posto del Bitcoin

Parlando di investimenti in criptovalute non possiamo affermare che è possibile investire su di esse in modo sicuro. Questo lo si deve al fatto stesso che si tratta di asset volatili e come tali molto pericolosi.

Diverso è il concetto di trading su criptovalute. In questo senso, infatti, possiamo affermare che per investire in modo professionale su di loro è opportuno optare per dei broker regolamentati ed autorizzati come quelle da noi in seguito riportati.

Lista Broker Forex & CFD regolamentati

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC - FCA
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Plus500 Deposito: 100 €
Licenza: CySEC - FCA
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Alvexo Deposito: € 500
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: Licenza FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IQ Option Deposito: 10 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - FSB
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XM Deposito: 5 $
Licenza: CySEC 120/10 CONSOB 3046
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
AvaTrade Deposito: 100$
Licenza: Central Bank of Ireland
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 10 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 0 €
Licenza: FCA - KNF - CyEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Le migliori piattaforme di trading online offrono a tutti i trader la possibilità di investire in modo serio e sicuro su tantissimi asset e quindi non solo su criptovalute. I broker sono sicuri in quanto regolamentati e come tali detengono una licenza atta ad operare su tutti i mercati garantendo la sicurezza del capitale versato.

Inizia a fare Trading con IQ Option sulle criptovalute! Registrati Adesso Gratis!
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente.
ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Europar2010.org