Libra – la criptovaluta Facebook: cosa sapere?

Pubblicato da TommasoP il: 28 Giugno 2019

Libra è la criptovaluta di Facebook che sarà sul mercato a partire dai primi mesi del 2020. Il suo obiettivo è quello di dar vita ad una valuta globale che sia tale da comprendere anche l’’infrastruttura finanziaria che conferisca un potere a miliardi di persone.

Ma cosa sapere su questa criptovaluta? Scoprilo di seguito.

Grazie a questa guida puoi conoscere tutti i dettagli sulla Libra, ovvero sulla nuova valuta digitale lanciata da Mark Zuckerberg.

Il primo elemento da considerare è il suo lancio; Libra è infatti la criptovaluta di Facebook, che sarà sul mercato nei primi mesi del 2020 e sarà fruibile su Messenger e WhatsApp.

Il suo obiettivo, secondo Mark Zuckerberg, è quello di offrire l’accesso a uno strumento finanziario elettronico che possa essere offerta a miliardi di 700 milioni di abitanti del pianeta che oggi sono tagliati fuori dall’economia in quanto non posseggono un conto in banca.

Oggi grazie ai 2 miliardi di utenti, Facebook ha un potenziale senza precedenti, che potrà girare su una delle maggiori piattaforme finanziarie al mondo.

>>Leggi anche: Come investire su azioni Facebook?Cosa fare se crollano ?

libra

Libra: criptovaluta facebook

Cos’è Libra?

Libra è la criptovaluta sviluppata da Facebook. Questo progetto si pone lo scopo di reinventare la moneta e allo stesso tempo trasformare l’economia globale.

Questa criptovaluta si pone lo scopo di attingere ad un potenziale bacino di utenza considerando anche che Facebook ha diversi miliardi di utenti e come tale ha alla base un vantaggio senza precedenti rispetto alle altre criptovalute.

Libra è una stablecoin e questo vuol dire che il suo valore è statisticamente legato a quello del dollaro.

Vantaggi e svantaggi

Come tutte le criptovalute ci sono sempre vantaggi e svantaggi, che noi di seguito analizzeremo.

Per quanto riguarda i vantaggi, si avrà la possibilità di gestire in maniera agevole il cambio. A questo primo vantaggio, se ne aggiunge un secondo, ovvero quello di liberare la criptovaluta dalla volatilità che invece caratterizza le valute digitali oggi disponibili.

Questa stabilità verrà garantita dal valore standard con cui sarà possibile gestire la valuta per mezzo del sistema simile a quello utilizzato dal Gold Standard. Tale sviluppo viene affidato alla Libra Association, ovvero all’organizzazione senza scopo di lucro caratterizzata dalla partecipazione di 28 realtà tra aziende, associazioni e istituti di credito.

Tra gli svantaggi, invece, si potrebbe avere un aumento dell’ evasione fiscale con possibili episodi di frode e di riciclaggio. Inoltre non è detto che le informazioni presenti sull’account corrispondano al nome e al cognome effettivi del titolare dell’account.

In pratica, al fine di effettuare transazioni con Libra sarà necessario fornire delle informazioni veritiere in merito alla propria identità.

>>Leggi anche: Trading Bitcoin con eToro [come investire in criptovalute su eToro]

Quanto vale Libra?

Come già detto Libra è una Stablecoin e quindi il suo valore è legato ad una moneta reale: il dollaro. Si potranno quindi effettuare cambi in qualsiasi momento anche con altre valute, per mezzo del cambio principale: Libra/Euro.

Ad oggi possiamo dire che il cambio Libra/Dollaro, vale: 1 LBR = 1,0493. Allo stesso modo avremo: 1 LIBR = 0,94 Euro secondo il cambio nel momento della stesura di questo articolo.

>>Leggi anche: BTH/EUR – Cambio Bitcoin Cash / Euro : quotazione e grafico in tempo reale

La cripto-rivoluzione di Facebook

Libra può significare maggior inclusione finanziaria e accesso diffuso all’economia digitale.

La cripto-rivoluzione ha innescato l’era della moneta non governativa; si tratta di una moneta basata sulla tecnologia e non più sulla fiducia nei governi.

Essa si presenta con oltre 2,5 miliardi di persone non bancabili nel mondo; la maggior parte della popolazione mondiale infatti potrà utilizzare la monete evitando di utilizzare quelle locali, magari poco efficienti per mezzo dell’opportunità tecnologica che permette di connettere miliardi di persone in un’unica economia per mezzo della valuta alimentata dalla tecnologia.

Adottare questa criptovaluta è molto di più di quello che si potrebbe pensare; infatti, riguarda anche la politica locale e quella globale che porta ad una separazione tra Stato e moneta.

Una delle maggiori novità è legata al fatto stesso che si tratta di una blockchain open source, peraltro decentralizzata e priva di autorizzazioni, disponibile per miliardi di persone.

Si potrà iniziare a fare trading su di essa a partire dal 2020 per mezzo della piattaforma eToro; è possibile a partire da oggi aprire un conto demo gratuito e prendere confidenza con questo settore.

Apri il tuo conto demo gratuito ed illimitato su eToro

Libra: cosa sapere sulla criptovaluta?

libra cripto valuta facebook

Libra criptovaluta Facebook

Una delle missioni che si pone Libra è quella di dare vita a una semplice valuta globale e a anche ad un’infrastruttura finanziaria che conferisca potere a miliardi di persone.

Possiamo anche dire che Libra è una stablecoin lanciata come detto in precedenza nei primi mesi del 2020, ed è interamente coperta da una riserva di asset reali con un paniere di depositi bancari e titoli di stato a breve termine. Tutto l’equilibrio del paniere potrà essere modificato in caso servisse compensare importanti fluttuazioni di prezzo.

Ma attenzione, perché Facebook non controllerà Libra! Il colosso californiano avrà diritto a un voto al pari degli altri membri fondatori della Libra Association, che è indipendente e avrà una propria sede in Svizzera.

Questo conferisce un discreto livello di decentralizzazione; il progetto è quello di poter arrivare ad avere circa 100 membri diversificati e distribuiti a livello geografico al momento del lancio.

Fanno parte del progetto anche i seguenti fondatori:

  • MasterCard;
  • Visa;
  • PayPal;
  • Uber.

A queste si aggiungono anche enti no profit come Women’s World Banking e istituzioni accademiche. Ognuno di questi enti ha contribuito al progetto con un investimento di 10 milioni di dollari.

Tutto il progetto è costruito sulla blockchain Libra, un progetto open source, dove tutti gli sviluppatori, possono costruire smart contract usando il linguaggio Move.

Move è un linguaggio appositamente creato per impedire la clonazione di asset e allo stesso tempo facilita lo scambio con le valute correnti semplicemente con una nuova scrittura di codici blockchain che seguano le intenzioni dell’autore senza introdurre bug.

Il prototipo della blockchain (il testnet) è stato lanciato lo scorso 18 giugno. Esso è ancora oggi in modalità beta e tale resta fino al suo lancio ufficiale. La blockchain Libra viene gestita da nodi, ovvero server che aiutano a farla funzionare. Tutti i membri fondatori potranno poi operare per mezzo di un diverso nodo validatore.

La blockchain segue poi un approccio consensuale BTF (Byzantine Fault Tolerance). Questo vuol dire che solo 2/3 dei nodi devono concordare sulla legittimità della transazione affinché questa sia validata e scritta nella blockchain.

Tutte le transazioni però sono soggette a dei costi, necessari a pagare il «carburante» che copre il trasferimento dei fondi, in un modo molto simili a quello che avviene con EthereumAl momento Libra è una blockchain permissioned, ovvero significa che l’entità soddisfa determinati requisiti solo se partecipano al gruppo che governa la blockchain.

L’obiettivo?

Quello di spostare tutto su un sistema senza autorizzazioni in 5 anni basandolo su un protocollo di consenso proof-of-stake. Il tutto serve a proteggere contro gli attacchi distribuendo il controllo, facilitando la concorrenza e abbassando le barriere all’ingresso.

I fondatori si sono posti un obbiettivo: il 20% dei voti nella Libra Association vengano da node operators, sulla base di quanta Libra detengono e non invece sul fatto stesso di essere membri fondatori.

>>Leggi anche: StableCoin sostituiranno il Bitcoin? Opinioni e considerazioni

Calibra: il wallet Facebook per Libra

Facebook ha lanciato una nuova controllata, Calibra.

Il suo primo prodotto infatti sarà un wallet che permetterà di custodire, scambiare e spendere Libra. Al momento sappiamo che il wallet sarà disponibile per Messenger, WhatsApp e come app standalone.

Anche questo è atteso per il 2020.

Facebook ha dichiarato anche che Calibra ha il chiaro scopo di proteggere la privacy degli utenti non mescolando mai i dati dei pagamenti tramite Libra con i dati di Facebook, in modo che non possa essere usata a fini pubblicitari.

Libra Association incoraggia anche la quotazione Libra su più exchange regolamentati in tutto il mondo e si pone come obbiettivo quello di coinvolgere un numero sempre maggiore di aziende che accettino Libra come pagamento al fine di lavorare su programmi che hanno come scopo quello di incoraggiare più sviluppatori e negozianti a lavorare con loro.

Un altro scopo è quello di usare incentivi (probabilmente Libra coin) per effettuare pagamenti tramite node operators che coinvolgeranno nuove aziende.

Le aziende che guadagneranno da questi incentivi possono optare per tenerli o passarli agli utenti sotto forma di Libra coins o di sconti.

Libra potrà essere conservata e potrà essere spesa attraverso i suoi wallet (Calibra) anche se al momento si parla di altri wallet compatibili come PayPal e Spotify.

L’obiettivo? È quello di rendere l’invio di denaro e il pagamento facile come mandare un messaggio su Facebook.

>>Leggi anche: Wallet CoinSpace 2019 truffa o funziona? Recensione e opinioni sulla valuta virtuale S-Coin – schema Ponzi

Come investire su Libra e le altre criptovalute?

Per investire sulle criptovalute e su Libra non è difficile tutto quello che si deve fare è aprire un account di trading demo o reale con i migliori broker di trading online.

Infatti, dell’annuncio di Libra ne hanno beneficiato anche tutte le altre criptovalute ed in primis il Bitcoin che ha raggiunto ben 10.500 dollari. Notate però che il Bitcoin non è una stablecoin e questo vuol dire che il prezzo in futuro potrebbe anche diminuire.

Però, se si vuole investire su di esse, è possibile farlo con il broker eToro o 24Option per mezzo dei quali è possibile tradarle tramite CFD ovvero Contracts for Difference.

In questo caso, sarà per voi possibile investire sia quando il prezzo sale sia quando il prezzo scende e si potrà ottenere un profitto nel momento in cui si indovina l’andamento.

Si potrà dunque investire aprendo due differenti posizioni.

  • Long o di acquisto nei casi in cui si ipotizza una crescita di valore della criptovaluta.
  • Short o di vendita allo scoperto nell’eventualità contraria.

Se le previsioni sono esatte si possono ottenere degli ottimi rendimenti.

Come abbiamo appena visto, il valore delle criptovalute è profondamente condizionato dalla domanda e dall’offerta. Questo avviene per tutte le criptovalute le quali sono soggette a fattori esterni che possono influenzare la criptovaluta.

Per facilitare ulteriormente l’approccio, si può scegliere di fare trading con eToro e il Copy Trading, un meccanismo brevettato che permette di copiare automaticamente tutte le strategie di investitori che hanno ottenuto risultati.

Sarà possibile copiare queste strategie scegliendo i migliori trader di trading online. infatti eToro permette per mezzo della piattaforma di social network di condividere con gli altri trader le proprie strategie di trading.

Molti lo considerano come un’ottima piattaforma di trading, ideale anche per trader alle prime armi, che vogliono cimentarsi nel mondo delle criptovalute.

Lo potete fare copiando i migliori trader analizzandoli per mezzo del sistema di ricerca interno i migliori asset di interesse, ma anche il profilo di rischio, il Paese di provenienza, il numero di copiatori, indicatore fondamentale del successo di un Popular Investor.

Potete farlo utilizzando sia il conto demo gratuito sia anche il conto reale. Sono strutturati in modo identico e questo consente di fare pratica con denaro virtuale, senza alcun rischio per il capitale.

Apri il tuo conto demo gratuito ed illimitato su eToro

È possibile fare trading anche con un’altra piattaforma, 24Option che permette di investire e fare trading su Bitcoin e le altre criptovalute come Bitcoin ed Ethereum con i CFD.

Anche in questo caso è possibile fare trading con un conto demo e con i segnali di trading, ossia consigli sulla posizione migliore da aprire tra long e short forniti da investitori di fama internazionale.

Queste sono analisi che possono essere testate tramite il conto demo gratuito prima di aprire il conto reale.

Prova a investire con il conto demo gratuito 24Option mettendo in pratica le migliori strategie di trading Forex
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente.
ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Europar2010.org

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

Leggi articolo precedente:
Migliori strategie di tading intraday
Migliori strategie di trading intraday

Possiamo definire il trading intraday come quel particolare stile di trading, attraverso cui l’operatore apre e chiude posizioni in un...

Chiudi