Ethereum: cos’è e come funziona la criptovaluta ETH?

Pubblicato da TommasoP il: 30 Luglio 2019

Ethereum è definita come una piattaforma decentralizzata 3.0 adatta alla creazione e alla pubblicazione peer-to-peer di contratti intelligenti che sono stati creati tramite apposito linguaggio di programmazione Turing-completo.

ethereum etoro

Criptovaluta ethereum

Ethereum: cos’è?

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

">Leggi anche: <a href=Dove e come comprare criptovalute? [Guida completa]

Sito ethereum: la sua storia

Il tutto nasce per la prima volta nel novembre del 2012 a Toronto, in Canada, quando un piccolo gruppo di trader ed esperti si riunisce nel Pauper’s Pub e parlare di Bitcoin in quanto il prezzo di questo iniziava a salire.

L’incontro venne organizzato da Anthony Di Iorio attratto dal mondo delle criptovalute e dal fatto che fosse preoccupato per come stessero andando le cose nel sistema finanziario. Fu uno dei primi ad investire in maniera massiccia sul Bitcoin, vendendo anche alcune sue proprietà. Al gruppo partecipava anche Vitalik Buterin, un giovane magro e schivo studente al primo anno presso l’Università di Waterloo.

Di Iorio e Buterin si sono conosciuti in quell’occasione per la prima volta per poi approfondire la conoscenza negli incontri successivi.

Vitalik nel 2011 creò insieme ad un suo amico rumeno Bitcoin Magazine, un giornale dove parlava di Bitcoin. In quegli anni il Bitcoin era un argomento di nicchia.

Dopo qualche mese da quell’incontro di Toronto, Buterin decide di lasciare l’università e di dedicarsi ai viaggi per il mondo. Si dedica anche alla sua rivista a tempo pieno.

Di Iorio continuò invece ad organizzare riunioni, in spazi sempre più grandi e con una platea sempre più ampia.

Vitalik Buterin ebbe l’idea di un qualcosa di veramente sensazionale; aveva reso possibile, sulla scia di quanto già lanciato dal Bitcoin, l’invio di denaro in paesi diversi e in valute diverse senza la mediazione di istituti di credito e controllo di governi o banche centrali.

Vitalik Buterin aveva in mente di realizzare un nuovo sistema basato su una blockchain di nome Ethereum, facile da comprendere e semplice nel linguaggio di codifica, che doveva essere in grado di risolvere teoricamente qualsiasi problema computazionale.

L’idea di Buterin piacque a Di Iorio che lo invitò ad un meeting insieme a Joseph Lubin, un altro imprenditore interessato a Bitcoin che viveva in Jamaica.

Lubin fu subito attratto da Ethereum.

Nel maggio 2013 lo stesso Vitalik Buterin si è spostato in California al fine di prendere parte a un seminario sulle criptovalute organizzato dai gemelli Winklevoss. L’idea spiccò il volo solo nel giugno 2014, quando Buterin ottenne una borsa di studio del valore di 100mila dollari per il suo lavoro. In quell’occasione è nata Ethereum Foundation.

Bisogna attendere il 2015 affinché la criptovaluta sia lanciata anche se in versione beta. 3 anni dopo Ethereum raggiunge il valore di 7 miliardi di dollari.

Da allora in poi tutte le transazioni e le applicazioni basate su Ethereum richiedevano un codice di programmazione definito come Ether che venne lanciata in 42 giorni come ICO (raccolta fondi per nuovi progetti); essa valeva 1 BTC. Ne furono vendute 2 mila.

In breve, Ethereum raccolse più di 31mila bitcoin, ovvero 18.4 milioni di dollari americani. A questo punto, Ethereum poteva diventare davvero realtà divenendo quella che tutti noi oggi conosciamo.

>>Leggi anche: Migliori criptovalute 2019, top 10: classifica criptovalute – 3 rischiose – 3 sicure – 3 medie – 1 top

Ethereum: come funziona?

ethereum

Ethereum Funziona?

Semplicemente come molte altre criptovalute. Al fine di poter girare sulla piattaforma p2p, tutti i contratti smart “pagano” mediante l’unità di valuta, definita Ether.

Ethereum si presta anche a diversi servizi non solo di sistema monetario alternativo a quello tradizionale, ma anche per diversi scopi come:

  • sistemi elettorali;
  • mercati finanziari;
  • crowdfunding;
  • proprietà intellettuale.

La prima versione della criptovaluta risale al 30 luglio 2015 offrendo grandi potenzialità di utilizzo e la possibilità a tutti di realizzare quello che era il loro sogno, il proprio business, operando su una rete decentralizzata e crittograficamente sicura, del tutto inespugnabile.

Come visto in precedenza, se confrontata con le altre piattaforme è una delle poche sostenute da migliaia di computer sparsi in tutto il mondo.

Questo da un lato rende il meccanismo di calcolo sul cloud meno efficiente; dall’altro permette di avere traccia di tutti i risultati ottenuti nella blockchain della valuta. In pratica, tutti sanno di tutti, ma nessuno potrà mai e poi mai modificare o fermare un processo o un programma avviato sulla piattaforma. Questo vuol dire che tutto il sistema si regola da solo, senza interventi esterni. Questo rende più sicuri e convenienti gli smart contract.

>>Leggi anche: Previsione criptovalute 2019-2020: valore e prezzo Bitcoin – Ethereum – Litecoin – IOTA

Ethereum valore e confronto

Ethereum se confrontata con il Bitcoin è in circolazione da meno tempo. Infatti, mentre il Bitcoin è stato sviluppato nel 2009, Ethereum è stato invece sviluppata nel 2014 e per certi versi è considerata come l’evoluzione del Bitcoin in quanto ha una struttura di sistema incentrato sulla sicurezza solido e funziona con il peer-to-peer. Questo vuol dire che a differenza del Bitcoin le informazioni non sono gestite da un solo (o un solo gruppo) di server ma sono condivise su diversi nodi nello stesso momento rendendo enormemente più complicato per gli hacker penetrare e modificare i dati.

Ethereum in pratica utilizza la stessa tecnologia che viene utilizzata dal Bitcoin (Blockchain), ovvero un protocollo di comunicazione che implementa una tecnologia basata su database che sono distribuiti tra gli utenti. La struttura oggi gira su più elaboratori allo stesso tempo. In pratica le informazioni sono condivise pubblicamente anche se impedisce qualsiasi tipologia di corruzione o adulterazione a seguito di attacchi informatici.

Vi è poi una è differenza importante in Ethereum rispetto al Bitcoin. Essa gestisce i contratti intelligenti per mezzo del protocollo di fiducia il quale permette la costruzione di contratti tra due parti.

Si tratta di una caratteristica che conferisce una marcia in più a questa criptovaluta rendendola uno strumento ideale non solo per le società ma anche per le imprese.

ETHEREUM VS BITCOIN

ethereum vs bitcoin

ethereum vs bitcoin

Confrontando ETH con il BTC possiamo notare alcune importanti differenze. Ad esempio, a metà del 2017 il Bitcoin deteneva circa il 37% della capitalizzazione totale delle criptovalute. Ethereum ne deteneva appena il 30%. Una capillare diffusione dell’Ethereum tra gli investitori ha però portato a ribaltare la situazione. Oggi essa è di molto maggiore rispetto a quella di Bitcoin.

Analizzando ancora gli indici di capitalizzazione legate alle due criptovalute possiamo notare che la situazione si presenta a favore di Ethereum. Dal 2017 ad oggi la capitalizzazione del Bitcoin è stata del 300 %, mentre quella di Ethereum di circa 5000%.

Ethereum ad oggi conta un valore unitario non paragonabile a quello di Bitcoin con una tendenza che sembri stia portando ethereum ad assumere lo status di regina delle criptovalute sorpassando il Bitcoin.

Al momento i trader esperti e gli analisti, prendendo in esame anche l’euforia delle criptovalute sul mercato, indicano come investimenti affidabili al momento solo:

  • Bitcoin;
  • Ethereum;
  • Ripple;

in breve si evince che Ethereum si sta ritagliando uno spazio di notevole rilevo all’interno del panorama delle criptovalute.

Resta invece da vedere e valutare come sarà regolamentata nel futuro questa tipologia di valuta e fino a che punto riusciranno a garantire dei livelli di redditività come lo sono quelli attuali. A questo punto possiamo procedere oltre ad analizzare alcuni importanti quesiti:

  • Come funziona Ethereum?
  • Come guadagnare con Ethereum?

Ricordiamo infine, ancor prima di procedere oltre, che Ethereum è nata dalla mente geniale di un giovane russo, Vitalik Buterin. Il suo intento è quello di creare una moneta virtuale che possa conciliarsi anche con un sistema contrattuale parallelo a quello tradizionale. Lo possono fare mediante gli smart contract.

Ethereum rappresenta un sistema (nel suo complesso); ETH è invece il simbolo della moneta.

Ethereum VS Ethereum Classic: differenze

Ethereum è la versione ufficiale della blockchain; essendo tale è gestita e aggiornata dagli sviluppatori che l’hanno ideata e realizzata.

Ethereum Classic è invece la blockchain che partendo da Ethereum si è posto come obbiettivo lo sviluppo e l’evoluzione di una forma di “alternativa”alla precedente.

Il motivo di questa divisione deriva da uno specifico evento di hackeraggio che ha colpito un progetto Ethereum e che aveva indotto la comunità di Ethereum di cambiare il codice di Ethereum al fine di rimediare alle conseguenze di questo attacco hacker.

Quotazione Ethereum Classic in tempo reale

Di seguito puoi trovare la quotazione di Ethereum in tempo reale:

Quanto vale 1 ether?

Il meccanismo che regola l’acquisto e la vendita di ETH segue le stesse regole utilizzate per lo scambio della valuta tradizionale. Il tutto viene basato su cambi calcolati sulla base della domanda e dell’offerta di ether.

Il prezzo sale quando la richiesta cresce e diminuisce quando la richiesta decresce. Data la giovane età di questa moneta elettronica il suo valore non si è ancora stabilizzato e può diminuire o aumentare anche di molto nel breve periodo.

Ether: cos’è?

Possiamo definire Ether come la valuta utilizzata dal sistema Ethereum. Si tratta di un sistema di pagamento interno alla piattaforma che serve per poterla utilizzare. Ether è dunque un incentivo per tutti gli sviluppatori affinché realizzino applicazioni di qualità cercando di mantenere la rete funzionante nel migliore dei modi.

Smart Contract Ethereum: cosa sono?

ethereum smart contract

ethereum smart contract

Gli smart contract su Ethereum sono i cosiddetti contratti intelligenti. Si tratta in pratica di un codice informato che facilita lo scambio di denaro, contenuti, proprietà, di azioni o di qualsiasi altro valore.

Nel momento in cui lo si esegue sulla blockchain, esso diventa un programma autonomo, eseguito automaticamente e che soddisfa determinate condizioni.

Considerando che gli smart contract sono eseguiti esclusivamente sulla blockchain, questi procedono esattamente per come sono stati programmati. Questo vuol dire che non è prevista alcuna censura, o interruzione, o anche frode o interferenza con terzi.

Il blockchain alla base di Ethereum si distingue per il fatto stesso che tutte le blockchain ha una capacità di elaborazione del codice limitata. Ethereum permette a tutti gli sviluppatori di creare le operazioni desiderate. In pratica essi possono costruire migliaia di applicazioni diverse tra loro.

Tutti gli smart contract prevedono che nessuna delle parti in causa (i contraenti) è in grado di modificarlo. A ben vedere si tratta di una forma di garanzia legato a tutti i campi di applicazione.

Ad esempio, due contraenti di due Paesi diversi, possano redigere un contratto senza prendere in esame le competenze delle legislazioni dei loro rispettivi paesi d’origine.

In pratica succede che nessuno dei contraenti potrà cambiare le carte in tavola in quanto sarà il contratto intelligente stipulato sul cloud a rappresentare una delle più grandi garanzie.

Ethereum infine lo possiamo considerare come un normale mezzo di pagamento al pari del Bitcoin, se non anche uno strumento atto a stipulare i contratti mediante piattaforma, utili ad offrire nuove possibilità e libertà a chiunque.

Ethereum mining

Per poter mettere in atto un piano mining su Ether dovete considerare due elementi importanti:

  • Una GPU abbastanza potente (quindi una scheda video molto costosa);
  • Geth, il client Ethereum;
  • Un elevato consumo di corrente elettrica.

Si deve anche aggiungere il fatto che tutto il sistema è in fase di beta e funziona meglio con Linux, che non con Mac o Windows. Oggi non possiamo dire se fare mining di Ether sia o non sia conveniente.

Ad esempio, nel caso di Bitcoin è sconsigliabile in quanto è sempre più difficile minare bitcoin (ovvero risolvere problemi matematici) ed è quindi anche diventato molto costoso.

Oggi stanno sorgendo sempre più società nell’Est Europa adatte a tale scopo. Qui, infatti, il costo della corrente elettrica costa molto meno.

Che cos’è l’Ethereum Virtual Machine EVM

Il motore di Ethereum è rappresentato dall’Ethereum Virtual Machine (EVM) la quale rappresenta l’ambiente di runtime per lo sviluppo e la gestione di smart contracts in Ethereum.

L’EVM opera in modo protetto e completamente separato dalla Rete.

Tutto il codice gestito dalla Virtual Machine non ha accesso alla Rete e agli stessi Smart contracts generati che invece sono indipendenti e separati dagli altri Smart contracts.

Tutti gli Smart contracts sono disponibili sulla Blockchain in EVM bytecode (un Ethereum-specific binary format) e sono scritti in Ethereum high level language, trasformati in byte code con un  compiler EVM e caricati sulla Blockchain con un client Ethereum.

In breve Ethereum è un sistema “Turing complete” e come tale permette agli sviluppatori di creare applicazioni che girano sull’EVM utilizzando linguaggi di programmazione che fanno a loro volta riferimento a piattaforme tradizionali come JavaScript e Python.

>>Leggi anche: Regolamentazione ICO e Criptovalute: Cos’è il Virtual Finance Asset Act?

Ethereum Wallet: cos’è e come funziona?

Ethereum Wallet è il portafoglio Ethereum, ovvero un gateway adatta alle applicazioni decentralizzate sul blockchain Ethereum. Esso permette di conservare e proteggere ether cripto-attivi e altri asset creati su Ethereum. Infine offre anche la possibilità di scrivere, distribuire e utilizzare gli smart contracts.

Exchange Ethereum

Si tratta di sistemi adatti alla compravendita dell’Ethereum in valuta tradizionale o tramite altre criptovalute. Questo vuol dire sfruttare le oscillazioni di prezzo. Esse non prevedono una licenza e come tale si potrebbe incorrere anche in delle truffe. Meglio non rischiare ed utilizzare solo Exchange affidabili come quelli riportati di seguito in tabella:

Piattaforme wallet /exchange a confronto

hodly

schermata della piattaforma hodly – Iq Option

Per dimostrare come esso funziona, puoi confrontarle con le piattaforme di Exchange che abbiamo già recensito in altre guide.

BINANCE

Binance opinioni e recensione Crypto Exchange Binance.com

BITFINEX

BITFINEX opinioni: cos’è e come funziona l’;exchange di criptovalute

KRAKEN

KRAKEN opinioni: cos’è e come funziona exchange commissioni-bitcoin

SPECTROCOIN

Spectrocoin opinioni e recensione Wallet/Exchange Criptovalute

Hodly IQ Option

Hodly IQ Option: l’app (wallet – portafoglio) criptovalute in italiano

Come guadagnare con Ethereum?

Lo potete fare tramite due sistemi differenti:

Come fare trading con ETHEREUM community?

Oggi è possibile fare trading su ethereum sfruttando diverse piattaforme che permettono di tradarla.

Per facilità di utilizzo, sicurezza e rispetto della normativa sarebbe meglio utilizzare sempre e solo piattaforme di trading online regolamentate ed autorizzate come eToro o 24Option, ma di questo strumenti vi parleremo nei paragrafi successivi.

>>Leggi anche: Trading Criptovalute: quali sono gli errori più frequenti dei trader?

Piattaforme di Trading Ethereum

Il secondo elemento per guadagnare con Ethereum è invece quello di utilizzare piattaforme di trading online. Queste vi permettono di sfruttare le oscillazioni di prezzo. Al fine di fare trading con Ethereum bisogna affidarsi a delle piattaforme per il trading online (broker).

Meglio affidarsi sempre e solo a piattaforme con regolare licenza da parte delle autorità preposte al controllo dei mercati finanziari; nello specifico sarebbe bene scegliere piattaforme regolamentate CONSOB o CySEC. Queste offrono un conto demo gratuito adatta a fare pratica per tutti i trader, a prescindere che siano alle prime armi o meno.

Il conto demo lo devi considerare come un conto reale se davvero vuoi divenire un ottimo trader. Diversamente, quando passi dal conto pratico al conto reale, realizzi a tue spese di non aver imparato nulla. Di seguito riporteremo due dei migliori broker per fare trading su Ethereum.

eToro

Considerato come un ottimo broker di trading online, si presenta come la prima piattaforma di social trading al mondo. Per mezzo di eToro è possibile copiare, in maniera completamente automatica, tutto quanto fano gli altri trader.

eToro è, infatti, in perfetta sintonia con tutte le strategie di trading online, a prescindere che si tratti di trader principianti o trader esperti. E’ una piattaforma semplice da utilizzare e permette per mezzo della sua interfaccia semplice, come utilizzarla. Il fatto stesso di poter copiare in automatico gli altri trader ha un duplice vantaggio:

  1. è possibile ottenere profitti da subito, anche se non si ha una conoscenza approfondita dei mercati (sempre se copiate trader di successo!);
  2. è possibile imparare dai più bravi, osservando quello che fanno.
Scopri eToro con un conto demo gratuito

24option

24option è la piattaforma di trading CFD affidabile e strutturata con semplicità. Si tratta di una piattaforma gratuita che non prevede il pagamento di commissioni e che ti permette di investire su Ethereum.

Grazie a 24Option è possibile usufruire del servizio di formazione gratuito con ebook gratuiti, utilizzabili da tutti.

Vi è anche la possibilità di usufruire del servizio account manager ovvero essere seguiti da degli esperti del trading online per mezzo del servizio offerto in forma completamente gratuita.

Infine, con 24Option è possibile anche consultare delle notifiche di trading in tempo reale che ti sono fornite in collaborazione con Trading Central. Si tratta delle analisi condotte con dei suggerimenti di trading i quali evidenziano delle situazioni di mercato che potrebbero rappresentare un’opportunità d’investimento.

Prova gratuitamente 24option!

Ethereum: quali sono i suoi rischi? Opinioni e considerazioni finali

ethereum

ethereum: considerazioni

Ci sono differenti rischi legati alla criptovaluta Ethereum. Essa, infatti, permette di creare società i cui accordi possono essere messi nelle mani di un contratto intelligente piuttosto che di un’autorità locale.

Ad esempio la DAO è un’organizzazione virtuale di raccolta fondi che ha superato la soglia di 150 milioni di dollari versati dai propri azionisti. Essa nasce con l’obiettivo di raccogliere la valuta virtuale del sistema da parte del pubblico e allo stesso tempo decidere cosa fare di questi fondi.

Una volta terminata la raccolta, tutti coloro che avranno versato denaro potranno votare tra i diversi progetti proposti da sviluppatori o da altre società. Questo è possibile farlo decidendo il modo di investire il denaro collettivo raccolto.

la DAO e le società che saranno create tramite Ethereum sono legate alla governance. In breve tutte le strutture societarie esistenti non troverebbero spazio per una realtà che prende decisioni a maggioranza. Questo vorrebbe dire la fine di management, consigli di amministrazioni, CEO e di tutte le figure operative.

Vi è poi il problema della regolamentazione. Tutti gli sviluppatori della società/programma DAO non hanno appoggiato la statunitense Securities and Exchange Commission, la quale si occupa di regolamentare le società che offrono degli investimenti per il grande pubblico.

Il rapporto DAO/SEC potrebbero percorrere due diverse strade:

  1. SEC: potrebbe regolamentare questo nuovo tipo di società;
    1. la DAO implicitamente segue queste indicazioni.
  2. La SEC decide di escludere questo tipo di fattispecie dalle proprie competenze e lasciare il tutto senza nessun tipo di linea guida.

Al momento in molti concordano nel fatto che una regolamentazione la si rende indispensabile. Questa serve al fine di offrire una minima forma di tutela a tutti gli investitori.

Da quanto detto, possiamo vedere che le potenzialità di Ethereum sono tantissime anche se ancora oggi sono tanti i dubbi i rischi e perplessità.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente.
ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Europar2010.org

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

ASPETTA!

Oggi 57 nuovi studenti hanno scaricato gratuitamente la guida al trading online di 24option!

VUOI SCARICARE ANCHE TU L'EBOOK GRATIS?

Leggi articolo precedente:
FONDO EST
Fondo Est: cos’è e come funziona?

In questa guida analizzeremo le caratteristiche del Fondo EST cercando di spiegarti nel migliore dei modi cos'è e come funziona....

Chiudi