Trading online: come guadagnare con le perdite?

Pubblicato da TommasoP il: 17 Dicembre 2018

Vi siete mai chiesto come fare per guadagnare perdendo? Nel trading online è possibile anche questo. Ovvero è possibile guadagnare anche quando i titoli e i mercati vanno in perdita.

Non ci credi? Continua la lettura di questo approfondimento per conoscere tutti i dettagli.

Partiamo dal presupposto che con il trading online si può guadagnare ma non è semplice farlo. Peraltro il miglior modo per guadagnare è sempre quello di conoscere e rendersi conto di quanto sia possibile davvero perdere. In pratica si tratta di approfondire il concetto delle perdite. Un primo inizio per far bene il proprio lavoro è quello di concentrarsi sul Money Management. A tal proposito consigliamo di leggere i nostri approfondimenti:

Da questa prima affermazione possiamo partire per comprendere se è davvero possibile guadagnare con le perdite nel trading online? Certamente sì, ma per farlo si devono rispettare determinate regole e principi.

Il primo elemento essenziale è che per fare successo nel trading online (a prescindere dal mercato), è necessario sempre partire al contrario.

trading-online

Strategie di trading online

Cosa vuol dire questo?

Vuol dire non considerare mai quanto si può guadagnare, ma quanto si può perdere! In pratica si deve pensare al contrario! Un comportamento che dovrebbe essere scontato, ma che ancora oggi, purtroppo, non tutti i trader seguono.

>>Leggi anche: Trading online per principianti: come gestire soldi e rischi?

Molti sono i trader principianti, che si credono essere degli assi del trading online. Si deve considerare anche che nel trading online il successo non dipende solo dalla fortuna, ma anche dalla buona riuscita dell’investimento. Per questo motivo non si deve essere creduloni e non si deve sperare in un colpo di fortuna per una crescita rapida del capitale.

Se questo avviene il trader sta perdendo di vista il suo obiettivo: il risultato!

È chiaro che se questo avviene non si fa altro che accumulare perdite su perdite portando a compromettere l’intero capitale. Ad avvenuta perdita moltissimi trader gettano la spugna! Molto spesso questo avviene dopo qualche esperienza negativa.

Nel trading online ci vuole tantissima costanza e tantissimo impegno. Non ci si deve abbattere, come anche non si deve sperare in un colpo di fortuna. Nel trading online le perdite fanno parte del gioco. Le si deve riconoscere e da queste si deve imparare.

Possiamo dire che nel trading online la fortuna te la deve creare!

Nell’articolo che approfondiremo tratteremo delle perdite e di come fare per gestirle in modo efficace. Questo è il primo passo per divenire un trader di sicuro successo.

Money Management e Risk Management: cambiamenti e prospettive

Fare trader

Paura dei mercati finanziari? strategia del money management

Diverse volte lo abbiamo detto; impostare un ottima strategia di money management e anche una buona strategia di risk management porta al successo del trader.

Sono due elementi nel trading online molto importanti, in grado di modificare in maniera permanente l’attività di investimento e come tale permettono ai trader (in tutte le fasi d’investimento) un’attenta analisi di apertura e chiusura della posizione.

Un cambio di prospettiva del tutto necessario, non credete? Il tutto si basa sulla prudenza.

È chiaro che si deve sempre rapportare la perdita alla chiusura della posizione e quest’ultima al guadagno. Non si tratta di mettere in atto strategie d’investimento troppo prudenti, tali da compromettere eccessivamente i profitti, o anche di spingersi all’immobilismo. si tratta solo di comprendere e agire in maniera efficace su trade pericolosi.

Al fine di mettere in pratica tutto questo e al fine di ottimizzare l’attività di trading online, è necessario impostare bene il proprio money management, praticarlo in modo regolare e efficace anche se risulterebbe abbastanza complesso.

Lo stesso principio lo si deve applicare al risk management, strettamente legato al money management. In questo caso è buona norma impostare sempre uno stop loss. Non è possibile praticare risk management senza praticare money management.

>>Leggi anche: Negligenza nel Trading, Stop Loss!

La Formula di Kelly: cos’è?

Abbiamo detto che il money management è una materia complessa; lo abbiamo peraltro analizzato e approfondito diverse volte. Si tratta di una disciplina che va esercitata con estremo rigore. Se impostato bene può rappresentare realmente un’assicurazione sulla vita da trader.

Le tecniche per impostarlo? Certamente sono tante e diverse! Tuttavia, a noi piace sempre partire dalle basi! Questo vuol dire che nel caso in cui non si è in grado di esercitare una pratica di money management complessa è giusto impostarne una semplice.

La Formula di Kelly è proprio quello che ci vuole nel nostro caso! Essa suggerisce, anche in maniera abbastanza precisa, quanto denaro investire per singolo trade. Questo è espresso in percentuale rispetto al capitale a disposizione.

Attenzione! La Formula di Kelly dà sempre un risultato diverso in base ai trader e ai calcoli effettuati. Quindi non è uguale per tutti i trader. Non c’è di cui stupirsi! Ogni trader si differenzia dall’altro per tecnica e strategia. Essendo tale ogni trader ha la sua storia, le sue statistiche i suoi sviluppi, ecc.

Tuttavia, all’interno della Formula di Kelly è scaturita una percentuale che si aggira intorno al 2%. Essa esprime la percentuale massima che si deve investire per ogni trade.

La formula da prendere in esame è la seguente: W – (1-W/R)

Dove abbiamo:

  • W = Probabilità di vincita, ovvero la percentuale (normalizzata a 1) dei trader che nell’ultimo periodo hanno realizzato un profitto.
  • R = rapporto tra la vincita media e il rapporto medio.

Come già detto, la maggior parte dei trader ricava un valore di 0.02, che percentualizzato diventa appunto il 2%.

Questione leva finanziaria: cosa fare?

Altro elemento non considerato dai trader è la leva finanziaria. Essa è ancora oggi al centro di un annoso dibattito, tanto che ha richiesto una regolamentazione da parte di importanti organi di vigilanza.

>>Leggi anche: Leva finanziaria (ESMA) ed effetto leva nel trading online

Il motivo? Molto semplice! La leva finanziaria è la classica arma a doppio taglio! Essa se da un alto potrebbe portare a dei guadagni maggiori, allo stesso modo potrebbe ampliare le perdite. Se utilizzata impropriamente può mandare sul lastrico e prosciugare il conto dei trader.

Ecco perché si deve prestare particolare attenzione nell’utilizzarla e anche perché sono tante le normative in merito.

>>Leggi anche tutti gli approfondimenti sull’ESMA e la Leva Finanziaria:

La leva finanziaria è uno strumento che permette di produrre effetti diversi in base alla cifra investita. È anche considerata come un sistema ed un modello efficace atto ad aumentare i profitti velocemente, cosa molto utile se si parte con un capitale basso.

Il problema di fondo? Le perdite!

Dato che moltiplica le vincite, moltiplica anche le perdite. Allo stesso modo possiamo dire che è molto raro andare in rosso (ci mancherebbe), anche perché la stragrande maggioranza dei broker hanno preso delle iniziative in merito, limitando la sola perdita al capitale investito nel trade, mettendo in atto nel caso l’uscita automatica nel caso in cui si raggiungesse una certa perdita.

Il consiglio dei trader esperti

Formula di Kelly

Considerazioni e opinioni sul trading online

È opportuno impegnarsi per fare trading online con un approccio sempre più prudente e guardingo. Non è giusto privarsi del tutto della leva finanziaria; sarebbe certamente uno spreco (anche se le limitazioni sono stringenti). Allo stesso tempo, l’abuso è da evitare.

Prima di investire con leva è opportuno richiedere maggiori informazioni al proprio broker ed in alternativa anche non utilizzare leve finanziarie superiori a 1:10.

Alcuni parametri utili per il money management

Sappiamo bene che la gestione del denaro non si limita solo alla Formula di Kelly ma anche ad un approccio saggio in merito alla leva finanziaria. Si devono dunque prendere in considerazione tante tecniche e tantissimi parametri che di seguito riportiamo.

Equity Line

Considerata molto semplicemente come un grafico formato da una sola linea. Questa linea segna per ogni punto un trade.

L’asse delle x è un asse temporale; l’asse delle y invece, indica l’esito in senso quantitativo. È possibile considerarlo come uno strumento semplice e allo stesso tempo facile da analizzare. L’ideale sarebbe avere una equity line più regolare possibile.

Position Sizing

Considerata come la modalità con cui si calcola la grandezza della posizione, rappresenta la cifra investita in un singolo trade. La formula di Kelly è da considerare come un ottimo metodo atta a definire la grandezza della posizione; ovviamente esistono anche tante altre tecniche.

Win Ratio

Considerato come un indicatore molto semplice da utilizzare, allo stesso tempo è utile. Si calcola semplicemente mettendo in rapporto i trade vincenti con i trade totali. Il tutto viene poi moltiplicare per cento.

Molti lo considerano come un parametro da conservare e da analizzare sempre con uno sguardo d’insieme sulla propria attività di trading, soprattutto in termini di efficacia.

Profit Factor

Infine questo parametro di calcola mette in relazione le vincite registrate in un determinato periodo con le perdite registrate nello stesso periodo.

Il risultato? Non potrà mai essere l’utile prodotto (per quello basta la semplice sottrazione) ma è un indice che suggerisce la qualità del proprio sistema di trading. Se si tratta di un indice inferiore a 1, ovviamente, c’è qualcosa che non va.

Fai trading con le strategie di trading CFD. Investi con IQ Option e metti in atto tutti i trucchi con il conto demo gratuito da 10.000 €!
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente.
ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Europar2010.org

Leggi articolo precedente:
Bitcoin Revolution
Bitcoin Revolution: opinioni e considerazioni: truffa o soldi facili?

Da diversi anni ormai il trading Bitcoin è divenuto l’investimento preferito dai trader di tutto il mondo. Purtroppo al nome...

Chiudi