Trading online: cos’è il condizionamento psicologico?

Pubblicato da TommasoP il: 26 Marzo 2019 - Aggiornato il: 11 Giugno 2019

Tutti coloro che oggi fanno trading online devono fare i conti con il condizionamento psicologico a livello esogeno e a livello endogeno.

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Come fare per difendersi da questi aspetti? Analizziamolo di seguito. 

La sfera psicologica sappiamo bene che ricopre ancora oggi un’importanza enorme nel trading online. Questo lo si deve al fatto che l’immaginario collettivo lo ritrae come un sistema incentrato all’interno dell’individuo freddo, razionale e calcolatore. Si deve però anche considerare che il trader è innanzitutto un essere umano.

Ecco che se un aspirante trader vuole fare successo deve per forza di cose puntare a entrare a far parte del gruppo di trader che guadagnano con i loro investimenti.

Il trader deve (per questo motivo) fare da subito i conti con le pressioni psicologiche che affiorano quando si entra a mercato. In alcuni casi si deve poi fare i conti con le fisiologiche pressioni psicologiche che assumono il contorno di un vero e proprio condizionamento.

Oggi l’attività di trading online ne risente tanto e come tale viene condizionata spesso da fattori che determinano un condizionamento, fino a giungere alla compromissione vera e propria.

Ecco dunque lo scopo di questa nostra guida; cercare di comprendere quello che è il ruolo del condizionamento psicologico all’interno del trading online. Allo stesso tempo siamo dell’idea che sarebbe importante elencare le varie tipologie di condizionamento e i conseguenti atteggiamenti sbagliati di un trader.

trading online cos'è il condizionamento psicologico

trading online cos’è il condizionamento psicologico

Condizionamenti psicologici interni: cosa sono?

cosa sono i condizionamenti psicologici interni

Condizionamenti psicologici interni

Con molta probabilità possiamo affermare che i condizionamenti psicologici interni (derivanti quasi esclusivamente dalla propria struttura mentale o da uno stato di fatto materiale) che sono riconducibile a se stessi. Essi sono per altro i più difficili da eliminare. In modo particolare sono 3 quelli che generano un impatto veramente significativo.

Personalità

Grazie alla propria personalità e al proprio carattere è possibile analizzare le pressioni psicologiche che giungono da ogni parte sul trader e che sono considerate quelle più pensanti.

Affrontare il mercato oggi non è semplice considerando anche che l’entità per sua stessa natura votata all’incertezza non è cosa da tutti. Si deve necessariamente aver acquisito o comunque vantare una struttura mentale adeguata che comprenda:

  • resistenza allo stress;
  • freddezza;
  • lucidità;
  • resilienza;
  • ambizione.

Queste sono alcune delle caratteristiche fondamentali.

Allo stesso tempo un individuo che tende all’emotività, ovvero quello che perde facilmente la stima in se stesso, è destinato a subire l’influenza della sua sfera psicologica in modo eccessivo.

Conoscenze

Certamente è un elemento importantissimo in quanto non è possibile pensare di praticare il trading online senza un efficiente bagaglio di conoscenze (per altro adeguato) e che non sia sostenuto da un percorso di formazione completo.

Ad esempio anche l’aspirante trader che ha sempre agito in buona fede potrebbe arrivare a fare trading sul mercato con un bagaglio culturale non sufficiente.

Questo vuol dire che in molti casi il trader si trova nelle condizioni di essere in ritardo sulla tabella di marcia e come tale potrebbe cominciare a sviluppare una certa insicurezza.

Si tratta di una insicurezza che si trasforma nel lungo periodo in paura e che infine potrà giungere a quello che è un vero e proprio condizionamento interno.

Patrimonio

Anche se all’apparenza la situazione patrimoniale non dovrebbe avere nulla a che fare con la sfera psicologica, essa al contrario ha molto a che vedere; per altro incide parecchio sul patrimonio personale del trader.

Se un trader ha dalla sua un capitale ingente è anche consapevole che nel momento in cui perde 3-4 trade consecutivamente, la sua situazione patrimoniale rimarrebbe stabile. Ma in questo caso il trader come si potrebbe comportare?

Certamente potrebbe agire con un maggiore senso di sicurezza e con una minore paura. Nella peggiore delle ipotesi, invece, nel caso giungesse a una deriva, in maniera imprudente e sfrontata a prescindere dalle conseguenze, la situazione patrimoniale impatterebbe dal punto di vista psicologico.

Condizionamenti psicologici esterni

Possiamo definire come condizionamenti psicologici esterni tutti quelli elementi che vanno ad influire direttamente sul trader e che sono definite come pressioni psicologiche. Come tali scaturiscono da fattori esterni che invece non dipendono dalle proprie azioni o dalla propria struttura mentale.

Questi li possiamo definire come gli elementi più complicati da rimuovere anche perché non dipendono dalla propria volontà. Allo stesso tempo, possiamo dire che sono quelli con cui è più facile venire a patti e come tale limitarne gli effetti potrebbe anche non essere difficile.

Il tempo

Anche il fattore tempo è importantissimo.

Molto spesso non pensiamo a questo elemento anche se la maggior parte dei trader oggi opera full time. Molti invece non possono operare con assiduità in quanto non ne ha la possibilità.

Molto deve essere fatto per vivere e sostentarsi; questo deve essere fatto rimanendo in attesa fino a quando non avrà accumulato la necessaria esperienza e aver compiuto il passaggio al professionismo.

Il tempo potrà dunque generare delle pressioni di tipo psicologico.

Nel caso in cui invece non avete molto tempo a disposizione per tradare, ma avvertite la necessità (anche per una questione di autostima) di generare risultati potrebbe allora emergere una condizione di stress. Si tratta certamente di uno stress ulteriore visto che questo particolare stato mentale è praticamente la prerogativa di qualsiasi attività di investimento speculativo.

Fasi del mercato

Sarebbe bene precisare che il mercato è sempre incerto e a tratti anche imprevedibile. Questa incertezza a sua volta genera delle pressioni psicologiche, non fosse altro per la semplice paura di sbagliare.

In alcuni periodi il mercato è più imprevedibile del solito e come tale potrebbe essere anche meno leggibile.

È in questi momenti che il trader non sa più che pesci prendere. Questa pressione si potrebbe trasformare in forte stress che potrà trasformarsi in una sofferenza psicologica vera e propria.

Gli esperti consigliano di aspettare che la bufera passi e fare si che non si rischi delle perdite insostenibili o peggio, inutili (anche ai fini del percorso di miglioramento e lavoro su se stessi).

Comunità dei trader

Si tratta a ben vedere di fattori che incidono solo su chi intende il trader in senso “sociale”, ovvero frequenta una comunità di trading e come tale trarre dei vantaggi da questa. Per altro potrebbe anche trarre forza da questo elemento che tramite le competenze degli altri trader e dei consigli utili per la propria attività possono investire nel modo migliore e come tale fare trading online.

A dire il vero, spesso si afferma che si tratta di una delle attività più solitarie, dove non mancano coloro che appartengono all’altra campana.

In quest’ultimo caso, come in tutte le comunità, il singolo viene influenzato dal gruppo. Se il gruppo che si sta frequentando produce un certo tipo di performance, allora questo potrebbe generare delle pressioni indebite; in qualche modo alza l’asticella del singolo che magari arranca.

Gli errori tipici e frequenti dei trader

errori dei trader

errori dei trader

A questo punto possiamo procedere con l’analizzare quelle che sono le condizionamenti psicologici che portano il trader a compiere alcuni errori. Questi sono solitamente inerenti le impostazione. Ecco i più frequenti.

Under-trading

Questo accade soprattutto quando le pressioni psicologiche inibiscono il trader. È sempre la paura il sentimento dominante. Il rischio sarebbe quello di non cogliere le occasioni quando arrivano e come tale si potrebbe innescare un circolo vizioso che non produce altro che disistima.

Over-trading

Definito come un errore opposto al precedente e che coincide con il trader troppo”, ovvero una esposizione elevata. Questo avviene nel momento in cui si sta cerca un riscatto oppure si è presi da un sentimento di euforia.

Eccessiva propensione al rischio

Si verifica in diverse casistiche e non ultimo il senso di emulazione tipico degli individui che subiscono il gruppo.

Leva troppo alta

Purtroppo oggi molti trader sono dell’idea che operare con delle leve alte aiuti a far guadagnare di più. Purtroppo questo non sempre è vero e soprattutto non è necessario operare con leve superiori a 20:1 per guadagnare. Questa per altro in caso contrario potrebbe far perdere l’intero capitale investito in quell’operazione.

>>APPROFONDIMENTI:

Scarsa accettazione delle perdite

Non è facile accettare una sconfitta! Molto spesso invece la si deve accettare. Essa rappresenta una parte insostituibile dell’attività di trading. Solo nel momento in cui si accettano le perdite si è nella condizione di imparare dai propri errori.

Adozione di strategie non adatte al proprio stile

Errore che sarebbe meglio non compere mai; lo potremmo definire come uno delle conseguenze dell’impatto della comunità sul singolo. In genere, il singolo replica i comportamenti della massa.

Ecco che questo errore non deve essere mai commesso perché a ogni stile di trading corrisponde sempre e solo una tipologia di strategia.

Di seguito riportiamo un riassunto degli errori più frequenti che commettono i trader:

  • adozione di strategie non adatte al proprio stile;
  • eccessiva propensione al rischio;
  • leva troppo alta;
  • scarsa attenzione delle perdite.

Questi elementi devono essere presi in esame se si vuole evitare un condizionamento psicologico troppo influente.

Psicologia applicata al trading online

Psicologia applicata al trading

Psicologia applicata al trading

Sappiamo bene che per avere successo nel trading online, a prescindere che si utilizzi il mercato Forex o il mercato dei CFD, tutti i trader devono dare prova di possedere delle capacità e di sviluppare delle competenze.

Ecco che:

  1. comprensione dei principi di base del trading;
  2. analisi tecnica di trading;
  3. analisi fondamentale;
  4. studio dei mercati, ecc.

Sono elementi importanti da analizzare e a dir poco fondamentali in quanto rientrano nella sfera psicologia del trading.

Anche se questi elementi non rientrano nello studio accademico, possedere un giusto approccio psicologico alla materia sarà in grado di condurre il trader, tramite la sua esperienza, verso il successo o il fallimento.

Nel momento in cui si comincia a operare nel mondo del trading online, tutti gli operatori sviluppano delle proprie strategie e lo fanno cercando (ovviamente) di ottenere un maggior numero di guadagni possibili. Saper gestire le proprie emozioni e mantenere una giusta dose di disciplina nei propri affari è certamente un’abilità necessaria.

Prendiamo come punto di riferimento il trading online e il fatto stesso che esso non si ferma mai. Cosa vuol dire? Vuol dire che per un momento potreste essere in attivo ed in un altro momento in perdita.

Nel mondo del trading si deve imparare a prendere delle decisioni rapide. Non si può perdere tempo! Le mosse vanno ponderate fin da principio. Queste sono le basi del trading online e non ci deve essere alcun elemento di disturbo che vi possa far cambiare idea.

Ci si deve sempre attenere al piano iniziale e non ci si deve avventurare in manovre azzardate quando si è in difficoltà. Questa potrebbe essere la strada migliore per fare delle scelte equilibrate. In pratica, tutto quello che riguarda le emozioni devono essere lasciate fuori dall’attività di trading.

Prima imparate confrontarti con tutta la vostra emotività e prima diverrete degli ottimi trader. Ricordate sempre che le emozioni nel trading possono portare a errori di valutazione e come tale potrebbe comportare la perdite di danaro.

Di seguito i sentimenti più comuni vissuti dai trader.

Paura

Molti trader quando operano sono soggetti alla paura, definita come la prima emozione che si prova quando si comincia ad analizzare grafici, schermi e informazioni che non riusciamo invece a comprendere. Questa non è una sensazione bellissima.

In molti casi, si potrebbe perfino desiderare di voler scappare e come tale sentirti al sicuro. Questa scelta però vuol dire rinunciare a priori a poter guadagnare.

La paura può essere un fattore limitante che causa la mancata apertura di posizioni che invece potrebbero essere potenzialmente redditizie. Ecco l’importanza di calcolare correttamente i rischi nel trading. Comprendere e capire la paura è certamente il primo passo atto a farvi superare le vostre emozioni.

Il trading online, però, non lo si deve vedere come una minaccia. C’è poco da temere quando si fa trading.

Avidità

Anche essa potremmo definirla come il vostro peggior nemico. Bisogna essere duri e non essere sopraffatti da essa. Si deve sapere quando è il momento di lasciare il campo e intascare i profitti. Tutti i trader che hanno una certa esperienza non vorrebbero mai disconnettersi quando il trade va per la direzione giusta. Purtroppo questa mentalità può essere la vostra rovina.

I mercati non sono per coloro che credono nelle sensazioni e come tale i cambiamenti, dettati da elementi specifici, sono all’ordine del giorno. Superare un duro colpo (perdita) non è mai facile. Allo stesso tempo, però, sconfiggere l’avidità è importante al fine di concludere in positivo un’operazione di trading.

È importantissimo riconoscere il prima possibile tutti i campanelli d’allarme dell’avidità. Decidere cosa fare e cosa non fare è importante; ecco il motivo per il quale ci si deve attenere sempre al piano di trading prestabilito.

Speranza

All’interno del Forex la speranza è un’emozione presente in tutti i trader, ma a volte del tutto inutile e per ceti versi anche dannosa. Si deve invece pensare positivo anche se l’ottimismo deve essere tenuto sotto controllo e come tale deve essere confrontato quotidianamente con la realtà.

Tutti i trader cadono spesso nella trappola di creare un falso senso di speranza, ovvero pensano che i mercati si adegueranno alle loro aspettative. Questo vuol dire arrampicarsi per salvare le loro posizioni. Ovviamente questa strategia è del tutto errata.

Rimpianto

Dalla paura al panico? Certamente non è un elemento da escludere. La rabbia spingere i trader a pentirsi di aver perso un buon affare!

Potreste essere per tale motivo anche voi tentati di entrare nello stesso trade “mancato” con la speranza di ottenere un profitto. Si tratta di un mero errore che non deve assolutamente essere commesso, in quanto siete arrivati tardi sul trade e come tale andrete incontro ad una inevitabile perdita.

Eccitazione e rimpianti possono essere entrambi pericolosi!

Il rimpianto lo si potrà sempre trasformare in demotivazione (a seguito di una serie di scambi falliti), scivolando via via verso la frustrazione e infine a chiudere con il trading online. La soluzione? Si deve cercare di mantenere una certa disciplina all’interno della propria attività e possedere un buon giudizio.

Questo è esattamente tutto quello che dovrete fare per essere dei veri trader di successo.

Non fatevi vincere dalle insicurezze. 

Qual è la giusta mentalità per fare trading online?

Il giusto approccio al trading online

Il giusto approccio al trading online

A questo punto, analizzate le paure e le caratteristiche della spera psicologica del trader, possiamo affermare che per essere un buon trader si deve conoscere il proprio profilo psicologico che comporta poi riconoscere e saper dominare le proprie emozioni, le proprie reazioni e i limiti.

Si deve cercare di mantenere la disciplina ogni volta che si inizia a fare trading online. La tolleranza al rischio è un fattore molto importante per tutti i trader, il quale sistema ne definisce il processo decisionale.

In sostanza la tolleranza al rischio altro non è se non il grado di esposizione per investimento che si è disposti a prendere.

  1. Comprensione realistica dei mercati.
  2. Rapporto rischio-rendimento.
  3. Decisioni in tempo reale.
  4. Quantità di denaro da investire.

Questi sono i quattro elementi che avranno un impatto cruciale sulla vostra tolleranza al rischio.

Il trading può diventare a volte anche abbastanza stressante soprattutto nel caso in cui la posizione improvvisamente viri dalla parte sbagliata. Molti sono i trader che prendono delle decisioni irrazionali, portati dalla fretta, che come sempre si rivelano sballate e svantaggiose.

Le reazioni emotive sono spesso il risultato di un cattivo trading. Le decisioni ben ponderate e basate su ragionamenti, invece, son quelle che riflettono una buona attività di business.

Ecco il motivo per il quale preme sempre sottolineare il fatto stesso che i trader più esperti sono in grado di prendere delle decisioni calcolate su ogni trade. Questi non fanno affidamento ad una decisione spontanea che potrebbe invece porre fine alla loro intera carriera, e per questo si danno da fare con la pratica.

Oggi i broker di trading online regolamentati, offrono a tutti i trader, l’opportunità di esercitarsi con il conto demo gratuito e di entrare in contatto con il supporto tecnico che li aiuta a prendere le giuste decisioni di trading. Questi saranno in grado anche di aiutarvi a gestire le vostre emozioni.

L’account demo vi consente infine di esercitarvi nel trading e imparare a conoscere tutti i mercati senza alcun rischio per il vostro capitale. Attenzione però, perché operare con il conto demo non equivale e a operare con un conto reale. Possedere quest’ultimo, stimolerà una diversa reazione emotiva.

Pianificare ogni trade vi assicurerà il successo come trader. Ecco perché sarebbe meglio iniziare ad investire con un conto demo gratuito.

Potette provare uno dei nostri broker riportati alla fine di questo approfondimento, con un conto demo e successivamente scegliere se operare con conto reale o meno.

Cosa serve per fare trading online?

La giusta strategia di trading

La giusta strategia di trading

Anche se potrebbe sembrare scontato non lo è per nulla; quando si inizia a fare trading online è meglio iniziare con giusto atteggiamento e non con la conoscenza teorica delle strategie tecniche.

Questo approccio è sicuramente uno dei più errati. Per quale motivo?

I dettagli delle strategie si acquisiscono grazie allo studio e all’applicazione. Ecco il perché i broker offrono dei corsi gratuiti. Ogni trader è differente dall’altro e come tale deve possedere una propria strategia. Diversamente non sarà in grado di portare a casa il successo. Se si ha un atteggiamento psicologico non adeguato è molto più difficile risolvere il problema.

Certamente vi starete chiedendo quali siano gli errori relativi alla psicologia del trading online. Noi in precedenza ne abbiamo elencati alcuni. Ricordate sempre che quando si opera con il trading online, non si deve dimenticare che si tratta di un ambito che consente di concretizzare guadagni interessanti e allo stesso tempo, si potrebbe andare incontro a delle perdite notevoli, il tutto in tempi molto stretti.

Lo stress emozionale a cui il trader è sottoposto, è innegabile. Pensare di eliminarle è qualcosa di impossibile e irreale.

eToro: fare social trading ed evitare gli aspetti negativi psicologici

social trading strategy eToro

eToro è il broker di trading online apprezzato da molti in questo campo. Sono trader esperti e non che lo consigliano in quanto non solo offre un sistema regolamentato, ma anche la possibilità di imparare a fare trading, a dominare le emozioni e a mettere in pratica le strategie, copiando gli altri trader.

eToro è infatti la prima piattaforma di social trading che vi offre la possibilità di copiare gli altri trader e guadagnare da essi. Come fare? Grazie al sistema di copy trader offerto dal broker!

In questo caso, non dovete fare altro che analizzare i trader, che di seguito riporteremo e che meglio di altri si sono distinti per professionalità.

Da loro potrete imparare le migliori tecniche, le strategie di investimento e come fare per investire su di essi.

Se volete maggiori informazioni in merito, approfondire il tutto o parendo un conto demo gratuito e richiedendo informazioni all’account manager o anche approfondendo gli argomenti che si seguito riportammo:

Apri il tuo conto gratuito eToro. Prova la semplicità del social trading e del copy trader!
  1. migliori trader da copiare su eToro
  2. eToro: tutto quello che devi sapere per iniziare a fare trading online
  3. eToro Popular Investor: ecco come Xavier86 è diventato un Popular Investor
  4. Guida eToro social trading: come evitare le truffe?
  5. Popular Investors eToro: Approfondimenti di Mercato e previsioni 2018
  6. Social Trading funziona? Opinioni Copy Trading eToro

Plus500: un broker affidabile con tanti asset

plus500 piattaforma di trading

Plus500 piattaforma di trading

Plus500 è un altro broker molto affidabile e regolamentato dalle authority di competenza, come la CySEC di Cipro. Il broker è molto popolare per la semplicità della sua piattaforma, ma anche per molti punti di forza unici del broker.

Il deposito minimo è di soli 100€, mentre non ci sono commissioni né per aprire nuovi trade, né per chiuderli e nemmeno sui depositi e sui prelievi. Gli unici costi del trader sono relativi al finanziamento overnight (tipico dei CFD) se tenete aperta la posizione nella notte e lo spread da applicare su ogni asset. Gli spread in ogni caso su Plus500 sono molto stretti, dunque il costo del trader è relativamente basso.

Come ogni broker che si rispetti anche Plus500 offre l’opportunità di aprire un conto demo gratuito, dove potrete allenarvi sul trading CFD senza rischi!

Apri un conto demo su Plus500!

Trading online con i segnali gratuiti di 24Option

24Option: broker di trading online

24Option: broker di trading online

Ovviamente parlando di psicologia del trading online e dell’importanza di fidarsi delle piattaforme di qualità, è importante. Uno dei motivi per il quale vi suggeriamo 24Option è proprio questo.

24Option è un broker che risponde perfettamente alle normative internazionali. Esso possiede licenza Cysec e come tale consente di fare trading sui più importanti asset.

Tra le sue caratteristiche più importanti non possiamo non prendere in esame i segnali di trading gratuiti che vi sono offerti a prescindere che si utilizzi un conto demo o un conto reale. Questi sono molto importanti al fine di limitare gli effetti psicologici sul trading.

I segnali di trading, in pratica, li possiamo definire come delle linee guida per chi vuole operare in maniera più consapevole. Essi sono offerti in forma gratuita e in tempo reale e sono delle informazioni in prospettiva storica.

Operare con 24Option, prevede però anche di usufruire della consulenza telefonica gratuita e offerta da esperti trader.

Prova a investire con il conto demo gratuito 24Option mettendo in pratica le migliori strategie di trading forex

Come detto, 24Option consente di aprire un conto demo in forma completamente gratuita. Questo vi serve per imparare a fare trading in maniera seria. Subito dopo sarebbe opportuno passare al conto reale al fine di toccare con mano la vera faccia del trading online e iniziare con capitali ridotti a fare trading e a dominare le emozioni.

Non vi resta che aprire un conto di trading con questo broker e iniziare da subito ad operare.

Conclusioni

Abbiamo detto che la psicologia del trading online è un argomento importante e allo stesso tempo abbiamo visto che è un argomento abbastanza complesso.

In conclusione non possiamo non dirvi che sarebbe utile sviluppare il mindset più corretto al fine di approcciarsi al trading online. Solo con il tempo si potrà trovare il valido equilibrio tra paura di perdere e voglia di guadagnare.

Ovviamente si deve sempre mettersi alla prova a livello pratico, il che significa aprire un conto demo su broker come Plus500, 24Option o anche eToro. Solo dopo potrete decidere se passare al conto reale e iniziare a rischiare il capitale o se invece meglio lasciar perdere.

overlay-eToro-2

eToro: piattaforma di social trading e di copy trader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central

Leggi articolo precedente:
Psicologia Forex trading: lo stato mentale perfetto
Trading Online: come e perché aiuta a vivere meglio?

Molto spesso abbiamo parlato del trading online solo come una forma di investimento e non come uno stile di vita....

Chiudi