Investire in borsa: cosa comprare e cosa vendere? Guida completa sugli investimenti in borsa

Pubblicato da TommasoP il: 15 Aprile 2019

Nel momento in cui pensiamo alla Borsa Valori, vuoi o non vuoi si va a pensare istintivamente alle azioni che si possono comprare e vendere o più in generale investire in borsa. Per tutti gli amanti invece delle materie prime, si deve pensare alla possibilità di comprare e vendere ETF o anche futures.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.Il 66% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Prima di investire assicurati di comprendere come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.Il 66% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Prima di investire assicurati di comprendere come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Ma come districarsi sui mercati borsistici?

Certamente investire in borsa oggi è molto più facile di quanto lo fosse 20 anni fa. Oggi grazie al trading online tutti possono divenire trader e tutti possono investire sui mercati finanziari, come anche tutti possono investire in borsa non comprando azioni direttamente e detenendole nel portafoglio, ma molto più semplicemente speculando sul prezzo delle azioni. Questo oggi è reso possibile grazie al trading con i CFD.

Ovviamente pensare di iniziare da zero a investire in borsa e guadagnare denaro, non è assolutamente la strada giusta per iniziare! Ci vuole studio, passione e tantissimo tempo da dedicare ad esso.

Ecco il nostro scopo; illustrarti in questa guida tutti gli strumenti importanti e necessari che puoi utilizzare per comprare e vendere sui mercati finanziari che ti permettono poi di arrivare a considerare l’investimento in borsa come gioco in Borsa.

>>Approfondimento: Giocare in borsa online: consigli su come investire in borsa

È chiaro anche che se ti stai avvicinando a questo mondo per la prima volta, pensare di guadagnare tanto e subito come invece ti promettono tantissimi broker truffa, sei sulla strada sbagliata.

Meglio chiarire sin da subito che quando si investe in borsa non si è al casinò e non si sta puntando sul colore rosso o nero. Investire in borsa presuppone la conoscenza degli asset su cui si vuole investire e come tale non lo si deve considerare come un gioco.

Investire in borsa presuppone farlo con dei solidi strumenti alla base, presuppone la conoscenza dei mercati e l’investimento reale di denaro. Giocare in borsa, invece è una locuzione errata che possiamo considerare buona solo se si sta utilizzando un conto demo gratuito dove non si guadagna e non si perde nulla!

Premesso questo, possiamo procedere oltre e cercare di analizzare, ma anche comprendere cosa si può comprare e vendere in borsa. Ovviamente non tralasceremo di spiegarti quelli che sono gli strumenti più adatti per raggiungere tale scopo.

IMPARARE A INVESTIRE IN BORSA

IMPARARE A INVESTIRE IN BORSA

Come investire in Borsa?

IMPARARE A INVESTIRE IN BORSA O GIOCARE IN BORSA

IMPARARE A INVESTIRE IN BORSA O GIOCARE IN BORSA

A questo punto, analizzati quelli che sono gli asset con il quale è possibile investire, non ci resta che comprendere come fare per investire in borsa.

Devi sapere che investire nei mercati finanziari rende molto più che investire in azioni comprandole e detenendole.

L’investimento in borsa solitamente viene visto dal risparmiatore come un ottimo mezzo per guadagnare dei soldi, anche se nella realtà non è così!

Investire in borsa presuppone una preparazione finanziaria adeguata e anche la capacità di comprendere che non si tratta di un mercato semplice e facile come invece molti affermano.

Tuttavia avendo a disposizione dei capitali (1000-10.000-50.000 e) è possibile iniziare a fare trading con strumenti finanziari. Per farlo però devi prima di tutto comprendere cos’è la borsa.

>>Leggi anche: Studiare la Borsa: guida principianti 2019 per investire in borsa

Cos’è la borsa?

In termini economici la borsa è quel luogo grazie al quale è possibile compiere delle transazioni economiche importanti (scambio di titoli di ogni tipo). Possiamo definire la borsa quindi come quel luogo, regolato e disciplinato dalle leggi e dai regolamenti dove operatori e investitori scambiano ricchezza contro titoli.

In borsa, come analizzeremo a breve, è possibile scambiare:

  • Azioni;
  • Obbligazioni;
  • Futures;
  • ETF, ecc.

Tutti questi prodotti sono venduti ad un determinato prezzo il cui variare può determinare guadagni o perdite per tutti gli investitori. L’acquisto dei titoli avviene sempre ad un determinato prezzo che si presume possa crescere nel tempo creando valore.

La vendita dei titoli, invece, determinerà la plusvalenza.

La borsa la possiamo ancora definire come un mercato azionario, una piazza telematica dove ha vita il maggior numero di contrattazioni aventi ad oggetto le azioni.

In Italia il mercato azionario viene definito MTA (acronimo di Mercato telematico azionario) e non coincide con la Borsa di Piazza Affari, anche se ne rappresenti uno dei segmenti principali.

Su Piazza Affari è possibile oggi negoziare diversi tipi di strumenti finanziari. La borsa per altro prevede differenti mercati:

  • MTA: mercato telematico azionario che comprende:

    • Blue chip: qui si negoziano azioni di 40 società a capitalizzazione maggiore;
    • Mid Cap: vengono negoziate le 60 società quotate ad alta capitalizzazione che non rientrano nella precedente categoria;
    • Small Cap: si acquistano o vendono le azioni di società che non rientrano nelle categorie precedenti;
    • Micro Cap: sezione interamente dedicata alle società che non rientrano nei criteri di liquidità minima necessaria per gli altri segmenti;
    • Star: società a capitalizzazione compresa tra i 40 e i mille milioni di euro, aventi alti requisiti come la trasparenza, la governance e la liquidità;
    • MTA International: vengono negoziate le azioni di società quotate in borse UE;
  • SEDEX: segmento in cui si negoziano strumenti come covered warrant e certificates;

  • MOT: mercato obbligazionario telematico in cui si negoziano obbligazioni, titoli di Stato, eurobbligazioni e ABS;

  • TAH: After hours, dove è possibile negoziare dopo la chiusura della Borsa e solo per gli strumenti dell’MTA (azioni) e del SEDEX (covered warrant e certificates);

  • ETFplus: si negoziano quote o azioni di OICR (SGR e Sicav);

  • IDEM: trattasi del mercato degli strumenti derivati (future e contratti di opzione su valute, tassi di interesse e strumenti finanziari). Ne sono esclusi i forward, negoziati sui mercati OTC – over the counter – cioè non regolamentati.

Capitalizzazione in Borsa: cos’è?

Questo modo di dire deriva dal fatto stesso che il mercato azionario MTA è ripartito in diverse sezioni per soglia di capitalizzazione e quindi rappresenta la dimensione di una società quotata; in pratica esso è dato dal numero di azioni presenti in circolazione (per una determinata società), moltiplicato per il suo prezzo di mercato.

Come investire in borsa da casa?

IMPARARE A INVESTIRE IN BORSA COSA COMPRARE

IMPARARE A INVESTIRE IN BORSA DA CASA: COSA COMPRARE?

Chi ha provato l’investimento in Borsa oggi sa bene che non ha nulla a che vedere con quello di 20 anni fa.  In questo caso parliamo della possibilità di investire in Borsa da casa, seduti davanti al computer, scegliendo la piattaforma di trading online preferita e allo stesso tempo operare in modo comodo e sicuro.

Oggi puoi investire in borsa da casa anche tramite piattaforme mobile; puoi fare trading direttamente in Borsa da tablet o smartphone connesso a internet.

Per guadagnare in Borsa da casa, ovviamente devi sempre possedere un certo livello di concentrazione. Vuol dire anche che si deve prestare molta concentrazione e non è detto che tutti i trade siano chiusi in positivo solo perché sei attaccato al cell. Potrebbe succedere anche che i tuoi trade chiudano in negativo. Ricorda sempre che nulla e sicuro sui mercati finanziari.

Proprio per questo motivo è necessario utilizzare piattaforme di trading regolamentate per investire in Borsa.

>>Leggi anche: Borsa Milano azioni: come funziona e come investire?

Investire in borsa: quali sono i rischi che si corrono?

Ti sei mai chiesto se il tuo capitale, quello affidato ad una piattaforma di investimento in Borsa sia da considerare a rischio?

Qui si deve fare una premessa; quando si deposita il denaro, non si rischia nulla. Il rischio esiste quando si impegna una parte di questo denaro per fare un’operazione sul mercato. Ne deriva che solo una piccola quota del capitale può essere considerata a rischio. In pratica, il rischio di Borsa può essere ulteriormente limitato grazie all’impostazione di uno stop loss che indica alla piattaforma qual è il livello massimo di perdita che si è disposti ad accettare sulla singola operazione.

Impostando stop loss e diversificando i rischi è possibile controllare in maniera intelligente il rischio di perdere soldi con la Borsa.

Investire in Borsa conviene?

Ovviamente a questa affermazione non possiamo rispondere al posto tuo. Questo vuol dire che non esiste una risposta generale a questa domanda.

Certamente se ti aspetti di diventare ricco senza far nulla allora meglio evitare di investire in borsa, in quanto i profitti su questo mercato sono sempre frutto di impegno e lavoro costante.

Devi poi tener conto anche del fatto che in Borsa si guadagna sempre, a prescindere che gli indici scendono o salgono.

Questi sono i principali rischi a cui devi prestare molta attenzione prima ancora di intraprendere la tua carriera da investitore.

Investire in Borsa: forum

come guadagnare in borsa

Ci sono  molti aspiranti trader che sono soliti frequentare forum al fine di ricercare informazioni atte ad imparare a investire in Borsa.

Molto spesso però questa non è una buona strategia, in quanto i forum non sono controllati e tutti possono registrarsi, magari utilizzando una falsa identità e scrivere quello che loro vogliono o quello per il quale sono pagati. Quindi potresti trovare notizie false come anche notizie vere e attinenti.

Il problema principale dei forum purtroppo è che le informazioni contenute non sono affatto controllate. Ecco il motivo per il quale non sarebbe un’ottima strategia affidarsi completamente ai forum.

>>Leggi anche: Investire in borsa: come e dove? Guida per principianti su come giocare in borsa

Investire in borsa con le azioni

Uno dei primi elementi che analizziamo quando si parla di investire in borsa sono le azioni. Sui tratta di un asset che in linea generale rappresenta una quota parte di società.

Anche se all’inizio potrebbe sembrare difficile comprendere quello che ti stiamo dicendo, man mano che passa il tempo vedrai che lo sarà sempre meno. Questo perché ti basta semplicemente pensare al fatto stesso che le aziende quotate in Borsa non hanno un solo proprietario.

La loro proprietà è invece frazionata in tante singole azioni, ovvero piccoli frangenti di società e come tale rappresenta la porzione di azienda che si detiene.

Ovviamente ci sono soggetti che possono avere più azioni e quindi definiti come azionisti di maggioranza e soggetti che invece ne detengono di meno e in questo caso sono definiti come azionista di minoranza.

Per definizione, però, tutte le azienda che sono quotate dividono la loro proprietà tra diversi azionisti.

Di seguito analizziamo specificatamente cosa comporta essere proprietario di un’azione.

  • Diritti

Ci sono dei diritti che sono connessi alle azioni e queste sono molteplici. Analizzando nello specifico, possiamo affermare che un’azione ti permette di avere il diritto a ricevere una parte degli utili alla fine anno. Inoltre hai anche la possibilità di vendere in ogni momento la tua azione al prezzo di Borsa.

  • Guadagno

Le azioni ti danno il diritto anche di guadagnare. Questo vuol dire poter guadagnare dei soldi in differenti modi; tramite il:

  1. Capital gain: rappresenta il guadagno che si viene a realizzare nel momento in cui si vende il titolo ad un prezzo più alto rispetto a quello a cui lo si ha acquistato.
  2. Accumulo dei dividendi: rappresenta la quota di utili che spetta a te in un determinato momento in cui viene approvato il bilancio di fine anno.
    per tale motivo devi attendere la distribuzione degli utili, una sola volta l’anno alla data stabilita per il saldo annuale dei dividendi.
  • Tassazione

Essa si scompone in due parti, una che riguarda il capitale e l’altra i dividendi.

Nel caso di guadagno di capitale, si sarà soggetti al pagamento del 26% sulla plusvalenza ovvero tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita. Ricorda anche che nel caso in cui non è stata generata una plusvalenza (pareggio o perdita) non devi pagare tasse sullo scarto.

Se invece parliamo di dividendi devi considerare che la tassazione attuale è del 20% sull’importo erogato e questi non vanno a fare reddito Irpef.

Comprare e vendere azioni: cosa significa?

Nel momento in cui acquisti un’azione, vuol dire che stai comprando una fetta di una società quotata in borsa. In pratica, investire in borsa, investire in azioni, sta ad indicare la possibilità di comprare una parte di un’azienda con la convinzione (e speranza) che il prezzo delle azioni salga e ottenere quindi una plusvalenza.

Una volta che compri un’azione vuoi o non vuoi diventi socio della società; acquistando poi una buona quantità di azioni si potrà acquisire il diritto di partecipare alle assemblee degli azionisti e al diritto di voto.

Sarà la società dunque a staccare i dividendi e i possessori di azioni della società in questione riceveranno il denaro.

Quindi, chi intende avviare una strategia di lungo periodo, è importante che stia molto attento alla definizione di dividendi e alla quantità che si potrà ricevere in caso di possesso delle azioni.

Non tutte le imprese che sono quotate in borsa staccano dividendi. Staccare un dividendo vuol dire distribuire una parte degli utili legati alla società degli azionisti, ossia a coloro che ne detengono una fetta di mercato.

Nel momento in cui invece si provvede a vendere un’azione, vuol dire che si sta cedendo la propria partecipazione a quella determinata società.

In pratica, se pensi che il titolo possa andare al ribasso, allora devi puntare per la vendita allo scoperto, in inglese short selling al fine di ottenere un profitto dal calo del valore delle azioni in borsa.

Comprare e vendere azioni online: migliori orari

Devi sapere che per investire in borsa ci sono degli orari ben precisi. Se da un lato è vero che con le piattaforme di trading è possibile investire 24 ore su 24, è anche vero e per altro molto importante ricordare che la borsa non è aperta 24 ore su 24 come invece avviene per altri mercati (Forex).

La borsa valori segue degli orari imposti dalla borsa nazionale.

  • Borsa italiana è aperta dalle 9 alle 17.30 dal lunedì al venerdì;
  • Borsa di New York (NYSE) apre le contrattazioni alle 15 e 30 italiane e le chiude alle 22 e 30.
  • Borsa di Tokio (Nikkei), è aperta durante la notte italiana.

Investire in borsa con le obbligazioni

Le obbligazioni invece le possiamo considerare come un investimento dal rischio inferiore rispetto a quello azionario.

Ad oggi operò non è difficile trovare delle eccezioni a questo principio. Infatti, possiamo affermare che le obbligazioni rappresentano dei titoli di credito e come tali ti rendono creditore -non proprietario, come nel caso delle azioni– di un’azienda.

In breve, i Titoli di Stato, ti permettono di essere non creditore di un’azienda ma creditore di uno Stato sovrano.

>>Leggi anche: Tassazione Sui Titoli di Stato Esteri: Guida alle Aliquote Vigenti

Essendo le obbligazioni definite come titoli di credito, questi ti pagano in misura fissa e sulla base di determinate scadenze.

A determinare l’entità del pagamento è come sempre il tasso cedolare, ovvero il rapporto che intercorre (in termini percentuali) tra la cedola (quello che ti viene pagato) e il prezzo a cui l’obbligazione è stata emessa.

Infine, per quanto riguarda le obbligazioni si deve considerare il tasso cedolare che è proporzionale al rischio; questo vuol dire che maggiore sarà il rischio che un’azienda non restituisca il debito e maggiore è il tasso cedolare.

Come per le azioni, anche le obbligazioni hanno dei caratteri distintivi. Tra questi ricordiamo:

  • Diritti

L’obbligazione ti dà diritto a ricevere un pagamento che si basa su un certo interesse con una scadenza fissa che solitamente intercorre ogni sei mesi. Questo vuol dire anche avere la possibilità di vendere sul mercato il tuo titolo. Nota che alla data ultima della cedola, puoi ricevere, oltre a quest’ultima, il rimborso del valore di emissione del titolo.

Il prezzo di emissione non è uguale al prezzo del titolo quando lo vendi sul mercato prima della scadenza. Infatti ci sono dei fattori che sono determinanti per il prezzo di vendita, come ad esempio il n° di giorni che separano il titolo dal rilascio della cedola successiva.

  • Guadagni

Grazie alle obbligazioni puoi scegliere di guadagnare attraverso due distinti sistemi; quando investi in obbligazioni lo fa soprattutto per ricevere le cedole. In alternativa puoi scegliere di speculare sul prezzo e lo puoi fare tramite i broker di trading online.

>>Approfondimento: Migliori Broker CFD: lista broker trading CFD affidabili e regolamentati

  • Tassazione

Ricordiamo infine che i redditi derivanti come rendita (cedole e eventuale plusvalenza) dalla vendita del titolo prima della scadenza, sono tassate al 26%.

Investire in borsa sulle materie prime

Con il termine materie prime intendiamo indicare tutti quei beni come:

  • Petrolio
  • Oro
  • Argento
  • Gas Naturale
  • Palladio
  • Platino
  • Caffè ecc.

Le materie prime, molte volte sono definite (da alcuni broker) come commodities e sono quotate in Borsa in quanto rappresentano un ottimo oggetto di scambio per altro abbastanza frequente tra nazioni diverse.

Le materie prime presentano differenti caratteristiche, come ad esempio quella di essere uniformi; con questo termine indichiamo l’assenza di differenza tra un barile di petrolio e l’altro, o anche tra due lingotti d’oro puri al 99,9% che pesano un chilo ciascuno.

Questo ha reso possibile inserire le materie prime all’interno dei listini di Borsa e allo stesso tempo lasciare che le aziende potessero scambiarle con un unico riferimento di prezzo in tutto il mondo.

Le materie prime sono quotate in tutto il mondo. Esse sono davvero tante e allo stesso tempo, noi ci limiteremo solo a descrivere quelle che sono le principali e quelle che sono le loro categorie.

Si tratta di beni che sono quotati sulla base di alcune caratteristiche. Ad esempio ci sono le materie prime che riguardano:

Produzione di energia:

  • Petrolio;
  • Gas naturale;
  • Olio combustibile, ecc.

Alimentazione:

  • Grano;
  • Riso;
  • Mais;
  • Succo d’arancia, ecc.

Metalli preziosi e tutti gli altri beni di natura industriale comunemente lavorati per diventare prodotti finiti.

Come per le precedenti categorie, anche le materie prime si caratterizzano per alcuni elementi importanti. Essi sono:

  • Diritti

Scegliendo di comprare e vendere le materie prime, scegli di detenerle per poi cedere al tua proprietà successivamente. Ovviamente considera che non puoi comprare e detenere barili di petrolio o lingotti d’oro. Puoi solo tradare, come ti spiegheremo in seguito e speculare sul prezzo grazie alle piattaforme di trading online e ai CFD o ETF.

  • Guadagni

Investire in borsa con le commodities puoi scegliere di lucrare tra il prezzo di acquisto e quello di vendita. Questo ti permette di ottenere un guadagno in base al tuo investimento e in base al fatto che il prezzo della materia prima sale o scende.

  • Tassazione

Questa varia in base all’asset considerato. Per esempio, se scegli di investire con l’oro fisico questo investimento sarà esente dall’applicazione dell’IVA.

Ci sono degli asset che sono definiti come asset da investimento; essendo tali non hanno imposte dirette ma sono soggetti al pagamento del 26% sullo scarto tra prezzo di acquisto e di vendita.

Allo stesso tempo, ci sono asset che non sono categorizzati come strumenti da investimento veri e propri su cui grava invece una normale tassazione inerente alla compravendita commerciale.

>>Leggi anche: Come investire in Materie Prime? Guida Agli Strumenti Finanziari su Comodities

Investire in borsa con gli ETF

Gli ETF sono dei fondi. Essi rappresentano uno delle preme tipologie di fondo e che possiamo considerare come uno strumento davvero importante per tutti coloro che vogliono giocare in Borsa da privato.

Gli ETF ti permettono anche di investire diversificando l’investimento senza enormi capitali e allo stesso tempo ti permettono di sfruttare le basse commissioni d’entrata e di gestione. Possono essere considerati come una forma di investimento diversificativi del portafoglio che non devono essere sottovalutati minimamente.

Si tratta di fondi che replicano l’andamento di un certo mercato senza però cercare di batterlo.

Se scegli di investire in ETF replicando l’andamento del FTSE MiB allora otterrai esattamente lo stesso rendimento che viene generato dal listino di Piazza Affari.

Ad oggi esistono differenti tipologie che ti consente di scegliere tra un’ampia gamma di fondi.

Come per i precedenti gruppi, anche in questo caso possiamo procedere ad analizzare alcune caratteristiche degli ETF.

  • Diritti

Nel momento in cui scegli di investire in ETF scegli di comprare delle quote di questi fondi. I fondi a loro volta non fanno altro che comprare delle azioni o delle obbligazioni che poi andranno a comporre l’ETF.

In pratica, il valore della tua quota ti viene garantita su una parte degli strumenti finanziari di cui il fondo è proprietario.

  • Guadagni

Investendo con gli ETF potrai ottenere, al pari di tutti gli altri asset d’investimento, un guadagno. Questo guadagno deriva dal fatto che il valore degli strumenti finanziari posseduti (dal fondo) aumenta, o anche rilasciano delle cedole e dei dividendi.

Nel momento in cui il patrimonio del fondo aumenta, allo stesso modo aumenta il valore delle singole quote. Tieni presente anche che il valore di ogni quota viene dato dal patrimonio complessivo del fondo, diviso per il numero di quote presenti in circolazione.

  • Tassazione

Anche in questo caso, devi tener presente che la tassazione equivale al 26% che si deve applicare su delle eventuali plusvalenze che sono generate dalla compravendita delle quote.

Nel caso in cui gli ETF rilascino dei dividendi per via delle azioni che possiedi in portafoglio, allora la tassazione è analoga a quella dei dividendi dei titoli azionari.

>Approfondimento: Migliori ETF 2019: quali sono e come investire? [Guida completa]

Investire in borsa con i fondi d’investimento a gestione attiva

Possiamo definire con il termine fondi d’investimento a gestione attiva dei fondi molto simili agli ETF ma che presentano una differenza importantissima; mentre gli ETF rispecchiano l’andamento di un certo settore o mercato, i fondi a gestione attiva sono dei fondi che cercano di battere la sua performance. Va detto anche che questi non sempre riescono nel loro intento.

Il problema fondamentale di questo tipo di strumenti finanziari è legato alle commissioni, le quali sono decisamente superiori rispetto al fondo a gestione passiva.

Nel caso specifico di questo fondo, ricordiamo che le caratteristiche inerenti a diritti, guadagni, tassazione, ecc., sono identiche a quelle degli ETF.

Al momento non sono un prodotto molto apprezzato dal pubblico.

Investire in borsa con gli Warrant (garantiti e non)

I warrant sono considerati dei titoli che permettono a te (titolare) di comprare una certa quantità di beni o di strumenti finanziari ad un determinato prezzo. Molto spesso viene proposto come un esempio warrant le associazioni con le obbligazioni.

In pratica, ipotizziamo che tu abbia comprato un’obbligazione ENI accompagnata da un warrant che ti consente tra due anni di sottoscrivere delle azioni della società al prezzo di 3 euro.

Nel corso dei due anni successivi puoi scegliere di attendere e allo stesso tempo osservare quello che sta succedendo. Allo stesso tempo puoi scegliere di scorporare il warrant dalla tua obbligazione e venderlo sul mercato.

Nel caso in cui il prezzo delle azioni ENI dovesse aumentare, anche il tuo warrant aumenterà di valore. Questo avviene nel momento in cui viene esercitato il diritto di sottoscrivere le azioni al prezzo fissato di 3,00 euro e quindi puoi rivenderle nell’immediato con un buon profitto.

Se invece il prezzo delle azioni diminuisce, anche il valore del warrant scenderà.

Tra le caratteristiche dei warrant ricordiamo:

  • Diritti

Nel momento in cui compri un warrant non diventi titolare di altri, ma soltanto del warrant che ti darà diritto a comprare gli altri strumenti finanziari in un secondo momento.

Questo diritto tieni presente che possiede in se un valore che ti concede la possibilità di venderlo su un mercato regolamentato apposito.

  • Guadagni

Tutti i guadagni consistono in delle plusvalenza che puoi ottenere rivendendo il warrant ad un prezzo maggiore rispetto a quello acquistato.

Puoi anche esercitare il diritto di acquistare i titoli ad una scadenza rivendendolo poi ad un prezzo maggiore rispetto a quello fissato dal warrant.

  • Tassazione

Come spesso accade per gli investimenti sui mercati finanziari, la tassazione resta fissa al 26% sulle plusvalenze generate dall’acquisto e dalla vendita del warrant.

Nel caso in cui si deve esercitare il diritto e rivendere gli strumenti comprati, allora ti viene applicata la tassazione specifica di quel tipo di asset.

Investire in borsa con i derivati

Si tratta di strumenti che appartengono ad una categoria abbastanza ampia. Sono derivati i CFD ovvero dei Contratti per differenza che vengono negoziati solitamente con le piattaforme di trading online online.

I derivati sono considerati anche come una forma (per altro molto semplice) di strumento finanziario derivato. Esse non fanno altro che simulare direttamente l’andamento di un sottostante.

Ad esempio scegliendo di investire con i CFD su azioni Amazon, vuol dire speculare sul prezzo reale delle azioni che rispecchiano ovviamente il valore stesso delle azioni Amazon.

In pratica, per ogni oscillazione del titolo vi è una variazione del valore del CFD e(istantaneamente) che chi fa il mercato deve simulare anche il rilascio di eventuali dividendi.

Tra le sue caratteristiche dei derivati ricordiamo:

  • Diritti

Nel momento in cui acquisti uno strumento derivato stai diventando titolare di quello strumento. Questo ti viene garantito su qualsiasi cosa e non necessariamente sull’asset sottostante.

Nel momento in cui scegli di investire e fare trading online su asset come ad esempio il petrolio, non diventi proprietario di alcun barile di petrolio e non ne detieni effettivamente la proprietà, ma detieni invece la proprietà del CFD.

Grazie anche all’elasticità offerta da questi strumenti puoi trarre dei forti benefici che i sottostanti non hanno. Puoi scegliere di negoziare derivati sfruttando le piattaforme di trading online con conto demo gratuito o con leva finanziaria e allo stesso tempo ti sono applicate delle commissioni che ovviamente sono decisamente inferiori rispetto a quelle che ti sono applicate dai sottostanti.

  • Guadagni

Tutti gli strumenti derivati sono tipicamente speculativi. Questo vuol dire che vanno bene per investimenti di breve periodo e allo stesso tempo ti permettono di lucrare sullo scarto tra il valore di acquisto e quello di vendita.

  • Tassazione

Nel momento in cui investi con il trading online la tassazione derivante dai proventi è del 26%. Ci sono dei broker offrono il sevizio di sostituto di imposta, ma è sempre bene sincerarsi di questo tramite il proprio commercialista. Meglio se poi è anche esperto di rendite finanziarie.

Come funzionano i CFD

Investendo con i CFD tu in quanto investitore assumi una posizione (di apertura), su un CFD con un dato asset sottostante. Il CFD non farà altro che ancorarsi all’andamento economico finanziario dell’asset. In pratica rispecchia l’andamento dei prezzi.

Al momento della chiusura della posizione, dunque, il differenziale del contratto determinerà il guadagno dell’investitore. Investire con i CFD vuol dire anche investire con minori costi rispetto agli investimenti tradizionali e anche intervenire con un investimento a leva finanziaria (si investe una quota che viene moltiplicata secondo un rapporto specifico per l’investimento).

Meglio sempre optare per investire con i CFD tramite broker affidabili e feedback di assoluto rilievo.

Riguardo al numero di clienti possiamo ben dire che eToro, come anche Plus500 o 24Option sono assolutamente delle piattaforme di trading ottime. In pratica sono degli strumenti semplici da utilizzare.

Prova a investire con il conto demo gratuito 24Option mettendo in pratica le migliori strategie CFD

Investire su CFD con azioni e titoli:

  • negozia con le azioni e i titoli più conosciuti nel globo;
  • serviti della leva e della vendita allo scoperto;
  • detieni i vantaggi sui dividendi.

Investire in Borsa con i CFD e il CopyTrading eToro

Al fine di investire in Borsa con i CFD e il broker eToro è necessario seguire alcuni semplici passi:

  1. aprire il propri conto di investimento su eToro;
  2. scegliere i trader da copiare tramite la funzione CopyTrading che ti permette di avviare una copia di 1:1 di altri professionisti presenti all’interno della piattaforma, in forma completamente gratuita;
  3. attendere che gli atri trader effettuino le loro operazioni.

In pratica, per giocare in borsa con il broker eToro e sfruttare al meglio le performance offerte da esso, devi:

  • aprire un conto di trading online con il broker eToro;
  • scegliere tra conto demo gratuito e conto reale;
  • scegliere gli asset su cui vuoi investire;
  • in alternativa puoi scegliere i trader da copiare;
  • iniziare a investire in borsa senza commissioni o costi.

Ricorda che investire in Borsa potrà essere facile ma solo se si affronta il tutto con una buona preparazione.

A tal proposito ricordiamo anche che moltissimi trader scelgono broker indipendenti, ovvero broker non bancari in quanto questi non applicano commissioni come invece succede al trading bancario. Ecco anche uno dei motivi per il quale ti abbiamo spiegato schematicamente come fare per investire in borsa con il broker eToro.

Apri il tuo conto gratuito eToro. Prova la semplicità del social trading e del copy trader!

Se eToro non soddisfa le tue aspettative, puoi sempre scegliere altri broker non solo tra quelli appena riproposti, ma anche tra gli altri presenti in tabella. Ad esempio ti puoi iscrivere al programma segnali di trading gratis di 24option.

24Option: broker di trading online

24Option: broker di trading online

Questo programma prevede l’invio gratuito di segnali che indicano operazioni di mercato.

Come iniziare ad investire in Borsa?

Come iniziare a Investire in borsa

Non è semplice farlo. Solitamente se sei un investitore l’obiettivo è quello di accede ai mercati finanziari autonomamente. Molto spesso si sceglie anche di investire tramite intermediari che, guadagnando sulla loro intermediazione, muovono i nostri capitali su titoli o fondi cercando di ottenere plusvalore.

Questi broker (autorizzati con licenza) sono delle piattaforme che hanno come scopo quello di garantirci un investimento prudente e meno rischioso. Quasi tutti gli intermediari professionali fanno riferimento invece alle banche o alle grandi compagnie assicurative che possono contare su propri fondi per guadagni discretamente affidabili.

Si tratta come potrai costatare anche tu di strategia che potrebbe essere utili all’inizio, per affacciarsi sui mercati di capitale.

Al fine di iniziare a fare trading online ci sono dei broker di trading che sono consigliati rispetto ad altri che sono invece delle truffe. Il segreto è quello di prendere sempre e solo broker di trading online regolamentati ed autorizzati.

>>Approfondimenti: Broker trading online: come sceglierlo ? I 6 errori più frequenti da evitare

Tutti i broker di trading online ti permettono di aprire un conto e di accedere ai mercati in maniera autonoma, con commissioni ridotte. Sarà per te possibile investire e fare trading online direttamente da smartphone e da pc, eliminando qualsiasi costo di intermediazione ulteriore e riducendo i costi solo alle commissioni.

Consigli su come investire in Borsa

borsa milano

Possibili consigli su come investire in Borsa

Di seguito riportiamo alcuni importanti consigli rilasciati dai migliori esperti di trading. Essi considerano questi elementi importanti per tutti i trader che vogliono investire in Borsa.

  • Evitare di fare la scelta della massa e quindi scegliere di investire solo su azioni o altri strumenti di cui si hanno delle conoscenze;

  • Ci si deve sempre informare e formare appropriatamente prima ancora di investire;

  • Scegliere meglio dei settori e non delle azioni specifiche;

  • Mai cercare di cronometrare il mercato;

  • Cercare di mantenersi sempre calmo e avere sangue freddo;

  • Differenziare sempre il proprio portafoglio;

  • Avere delle aspettative realistiche;

  • Investire solo e soltanto soldi che ci si può permettere di perdere;

  • Cercare di monitorare sempre il mercato;

  • Tenete presente e sotto controllo la volatilità;

  • Definisci degli obiettivi a lungo termine;

  • Comprendi il tuo profilo di rischio;

  • Controlla le tue emozioni;

  • Acquisisci una formazione di base;

  • Diversifica il tuo investimento;

  • Fai attenzione alla leva.

Migliori piattaforme per investire in Borsa

Investire 50.000 € in Borsa

Piattaforme per investire in borsa

Abbiamo detto che un ottimo punto di partenza per investire in borsa è scegliere delle piattaforme di trading regolamentate ed autorizzate. Queste come detto anche devono essere semplici e allo stesso tempo performanti, sicure e gratuite (senza commissioni).

Ecco il motivo per il quale noi di seguito ne analizziamo tre tra le più importanti. Puoi anche analizzarne altre scegliendo quelle presenti in tabella alla fine di questo nostro approfondimento.

Come scegliere i broker migliori?

In genere, tutti i trader optano per i broker di trading online con assistenza, ovvero piattaforme per il trading online che presentano le seguenti caratteristiche:

  1. conto demo;
  2. zero commissioni;
  3. spread basso;
  4. assistenza clienti;
  5. formazione;
  6. info e grafici.

Investire in Borsa con 24option

Come ben sappiamo 24option è considerata da molto trader come un’ottima piattaforma, una delle migliori preferite da tutti coloro che cominciano a investire in Borsa.

Si tratta di una piattaforma abbastanza completa, sicura e molto semplice da utilizzare anche nel caso di trader alle prime armi. Chi si iscrive riceve l’assistenza gratuita di un vero esperto di Borsa. Questo vuol dire fornire consigli e indicazioni molto preziosi.

Puoi scegliere di investire con 24Option anche nel caso in cui vuoi imparare da zero a fare trading su azioni e altri asset. Questa guida ti permette di studiare la Borsa per via della sua struttura molto pratica e poco teorica.

24Option ti permette di operare con un conto demo gratuito o con un conto reale dal deposito minimo di appena 100 € che ti permette anche di sfruttare i segnali di trading gratuiti.

>>Investi con 24Option<<

Invetire in Borsa con eToro

overlay-eToro-2

eToro: piattaforma di social trading e di copy trader

eToro è considerata anche essa una delle migliori soluzioni di investimento anche nel caso in cui parti da zero. eToro è una piattaforma di trading online semplice e intuitiva, molto apprezzata per via del social trading e del copy trader.

eToro è una delle prime piattaforme al mondo di social trading grazie alla quale è possibile ricercare gli investitori che hanno guadagnato di più in passato (il motore di ricerca interno è veramente molto efficiente).

È possibile anche valutare con cura il profilo dell’investitore, il livello dei profitti generati e il rischio medio delle operazioni.

Grazie a questi dati è possibile in pratica effettuare una scelta ponderata degli investitori da copiare. Tutto quello che ti serve è scegliere il trader da copiare, replicarlo sul conto e automaticamente tutte le operazioni di un investitore professionale esperto vengono riprodotte sul tuo conto.

eToro ti offre anche un doppio vantaggio:

  1. ottenere profitti da subito;
  2. imparare la Borsa osservando quello che fanno gli investitori professionali.

>>Investi oggi stesso con etoro<<

Investire in Borsa con Plus500

Plus500 è anche una delle migliori piattaforme professionali per investire in Borsa.

Essa si presenta come una piattaforma che offre degli strumenti veramente eccezionali, ovvero in grado di soddisfare gli investitori più esigenti ma allo stesso tempo è molto semplice e intuitiva da usare.

Plus500 offre anche essa un conto demo gratuito ed illimitato, ma non è una piattaforma adatta a trader alle prime armi. Plus500 ti permette anche di aprire un conto reale con 100 euro.

Possiamo infine definirlo come un broker leader a livello europeo ed è quotata sul listino principale della Borsa di Londra.

>>Puoi iscriverti gratis a Plus500 cliccando qui<<

Investire in Borsa conviene?

Certamente dare una risposta a questa domanda non è semplice e tutto come sempre dipende. Molto dipende da quelle che sono le alternative; tutto dipende da quanto sei davvero motivato a giocare in borsa e quello che è il tuo profilo di rischio.

Come avrai capito, giocare in borsa è un’attività speculativa in quanto le perdite possono superare il capitale investito e per altro non è semplice come molti vogliono farti credere.

Senza dubbio, ti possiamo dire che conviene giocare in borsa solo con le piattaforme in demo e investire in borsa con conti reali offerti da broker seri e professionali.

Investire in borsa vs giocare in borsa: differenze

borsa milano 10

Borsa online: differenza tra investire e giocare in borsa

A questo punto, prima di concludere il nostro discorso sugli investimenti in borsa, non possiamo non specificare al differenza che intercorre tra investire in borsa e giocare in borsa.

Anche se sottile, vi è una differenza importante tra investire e giocare. Si tratta di soldi reali e quindi di rischi seri; non si può pretendere di giocare in borsa. Usare questo verbo è alquanto errato.

Giocare sta ad indicare un gioco atto alla ricreazione o al passatempo. Sta anche ad indicare l’assumere un dato atteggiamento di scherzo. In borsa invece si investe seriamente e investire sta ad indicare impiegare un capitale in beni durevoli o in attività economiche.

Se vuoi giocare in borsa lo puoi fare con uno dei tanti simulatori di Borsa presenti sul web. Se invece vuoi investire in Borsa, allora affidatevi ad un Broker serio.

Investire in borsa: considerazioni finali

Abbiamo detto in questa guida che è possibile investire in borsa con diversi strumenti. Avrai però appreso sicuramente che non si tratta di un una realtà molto complessa ma si tratta di un sistema che deve essere appreso dettagliatamente e che ti permette dunque di acquistare e vendere moltissimi strumenti di investimento.

Ovviamente investire in borsa anche se non è difficile da comprendere, non è facile da metterlo in pratica. Questo vuol dire che se non hai una conoscenza base dei mercati, sarebbe bene iniziare a studiare i mercati e fare pratica tramite delle piattaforme demo.

Vi è sempre però il rischio di perdere tutto il denaro investito in operazioni che si sono chiuse in negativo. Ecco il motivo per il quale ti possiamo anche dire che investire in borsa non è semplice, ma non impossibile. Allo stesso tempo, però precisiamo che si tratta di un investimento abbastanza rischioso.

È chiaro che investire in Borsa può essere veramente molto conveniente ma solo se si utilizzano gli strumenti giusti. Investire in borsa con le azioni potrebbe portare a degli ottimi guadagni anche e a degli investimenti redditizi ma si deve imparare a guadagnare in borsa.

Imparare a investire in Borsa non è affatto difficile! Tutti ci possono riuscire, anche tu se lo vorrai e se ti applicherai.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente.
ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Europar2010.org

Avviso di rischio - I CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.Il 66% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore.
Prima di investire assicurati di comprendere come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Leggi articolo precedente:
global-intergold-4
Global Intergold Italia truffa o fa guadagnare? Recensioni opinioni 2019

In questa guida cercheremo di analizzare al meglio il broker di trading online Global Intergold Italia al fine di comprendere...

Chiudi