Comprare azioni UBI Banca conviene? Analisi quotazione grafico in tempo reale

Pubblicato da TommasoP il: 14 Ottobre 2018 - Aggiornato il: 12 Febbraio 2019

Se hai scelto di investire con azioni del settore bancario non puoi non prendere in considerazione la possibilità di investire con le azioni del gruppo UBI Banca che rappresentano un’ottima soluzione di diversificazione del portafoglio azionario.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Oggi puoi investire su azioni UBI Banca semplicemente investendo con i CFD ovvero facendo trading su azioni senza realmente possederle.

Ovviamente non è possibile investire in un settore se non lo si conosce. Questo vuol dire che devi analizzare bene l’andamento delle azioni e lo puoi fare tramite il grafico in tempo reale che in seguito riportiamo.

Azioni UBI BANCA: grafico in tempo reale

Cosa sapere del gruppo UBI Banca

UBI BANCA

UBI BANCA

Il gruppo UBI Banca è l’acronimo di Unione Banche Italiane. Si presenta come il gruppo bancario italiano più grande nato dalla fusione del 2007 tra Banche Popolari Unite e Banca Lombarda. Oggi la sede centrale del gruppo UBI Banca è a Bergamo.

Dal 12 ottobre 2015 il gruppo si è anche registrato presso il Registro delle Imprese di Bergamo come UBI Banca SPA. Ad oggi il gruppo opera a livello internazionale e si focalizza principalmente sulla clientela retail, ovvero famiglie e imprese di piccole e medie dimensioni.

>>Leggi anche: Comprare azioni Autogrill. Conviene fare trading su azioni Autogrill?

La Storia del gruppo UBI Banca

Non è possibile investire su di un gruppo bancario se non si conosce bene la sua storia. Noi per questo abbiamo voluto riassumerla brevemente. Il gruppo UBI Banca affonda le sue radici in istituiti bancari che hanno origini nel secolo scorso. Questi da sempre hanno supportato lo sviluppo delle economie locali e delle imprese presenti in ogni parte d’Italia.

Il gruppo UBI Banca (come lo conosciamo noi oggi nasce nel 2007 a seguito della fusione tra Banche Popolari Unite e il Gruppo Banca Lombarda e Piemontese.

Tutto il Gruppo (Banche Popolari Unite) nacque nel 2003 a seguito della fusione tra Banca Popolare di Bergamo e Banca Popolare Commercio e Industria. Fino a quel momento erano state sempre considerate come le banche storiche nell’ambito finanziario italiano.

Il Gruppo Banca Lombarda e Piemomentese ha origine diverse; nacque nel 1998 e l’anno successivo, l’attività bancaria viene spostata interamente sul Banco di Brescia.

Nel 2000 poi il gruppo assume il nome di Banca Lombarda e Piemontese. Questa resta in pedi fino al 2007 quando viene fusa in UBI Banca.

2015

Il gruppo cresce e si evolve. Cresce a livello finanziario tanto da essere trasformato nel 2015 in UBI Banca in SpA per via del decreto ministeriale che gli ha obbligati in quanto superavano la soglia degli 8 miliardi di attivo.

Oggi il gruppo UBI Banca ha sedi in molte regioni d’Italia; è presente con oltre 1500 filiali e con un portfolio clienti pari a 4 milioni di clienti.

Il gruppo è presente anche in altri Paesi ed opera tramite la business unit UBI World.

All’estero il gruppo offre sostegno alle imprese italiane e a tutti i clienti italiani che hanno necessità di operare sui mercati esteri. Oggi possiamo contare filiali e uffici del gruppo UBI in:

  • Antibes;
  • Casablanca;
  • Cracovia;
  • Dubai;
  • Hong Kong;
  • Madrid;
  • Monaco;
  • Mosca;
  • Mumbai;
  • Nizza;
  • New York;
  • Shangai;
  • San Paolo.

Il suo modello di operare è molto simile al modello federale. Qui l’azienda capogruppo accentra tutte le funzioni di gestione e controllo. Anche il modello di governance viene garantito da 2 principali organi:

  1. Il consiglio di sorveglianza;
  2. Il consiglio di gestione.

L’assemblea degli azionisti nomina il consiglio di sorveglianza che poi elegge il consiglio di gestione.

2017

Il gruppo UBI Banca cresce e agglomera nuovi istituti. Entrano a far parte del gruppo UBI Banche Spa:

  • Banca Marche;
  • Banca Popolare Etruria;
  • CariChieti.

In questo caso però l’area di attività è suddivisa in macroare e territoriali:

  1. Bergamo e Lombardia Ovest;
  2. Brescia e Nord Est;
  3. Milano ed Emilia Romagna;
  4. Nord Ovest;
  5. Centro-Sud.

>>Leggi anche: Come investire su azioni Mediobanca? Analisi e quotazione

Partner del gruppo UBI Banca

UBI BANCA

UBI BANCA

Fanno anche parte del gruppo UBI Banca:

Prestitalia

Di questa UBI Banca ha acquisito interamente il capitale sociale nel 2010.

IWBank Private Investments

Considerata come la sezione di banca online è specializzata in investimenti per individui e famiglie in termini di:

  1. Consulenza sugli investimenti;
  2. Trading e online banking;
  3. Pianificazione finanziaria.

IWBank si è anche contraddistinto nel 2016 per la quantità di volumi scambiati sul mercato MTA della Borsa Italiana.

>>Leggi anche: Azioni Mediolanum: Trading – grafico e quotazione in tempo reale

Azioni UBI Banca: Vantaggi e punti di forza

UBI BANCA

UBI BANCA

Analizzata brevemente la sua storia, preso in esame il grafico in tempo reale su riportato ed analizzato i suoi partner, passiamo oltre a comprendere come poter investire su queste azioni.

Nel caso in cui scegli di investire in Borsa e vuoi farlo con i CFD devi prima di tutto considerare la possibilità di utilizzare piattaforme i trading che siano regolamentate ed autorizzate. Da queste, partire per analizzare, anche con l’aiuto di un conto demo gratuito, tutti i punti di forza e di debolezza dell’azienda.

Solo dopo aver preso visione di questo, si può passare allo studio del gruppo e a quella che è stata la sua capacità di mantenere e incrementare la propria redditività nei prossimi anni. In questo caso è stato possibile determinare l’andamento del titolo.

Uno dei punti di forza da prendere in esame quando si investe con il gruppo bancario UBI Banca è quello che la banca gode di un interessante posizionamento a livello nazionale nel suo settore di attività.

Questa banca fa anche parte dei 5 primi gruppi bancari italiani in termini di capitalizzazione borsistica e in termini di numero di agenzie bancarie sul territorio.

UBI Banca è considerata come la banca che si rivolge ai privati e che al fine di sviluppare al massimo le proprie attività conta su una vasta rete di succursali presenti in tutt’Italia. Si contano infatti ben 1.900 agenzie dislocate in tutte le regioni.

UBI Banca ha un capitale abbastanza alto derivante da diverse tipologie di attività. Si tratta soprattutto di attività retail bank che generano attualmente il grosso del volume d’affari di questo gruppo. Si contano introiti per 3/4 di quelli globali. Questo è il settore più redditizio a livello bancario.

UBI BANCA può inoltre garantirsi introiti direttamente dalle fonti di utili derivante da un numero veramente alto di clienti.

Nel 2018 UBI Banca dispone di oltre 4 milioni di clienti al suo attivo, per altro la maggior parte di essi è in attivo con depositi. Per l’istituto è molto facile giocare sulla fidelizzazione della clientela esistente senza dover fare troppi sforzi per reclutarne di nuova.

Al fine di potenziare i propri servizi e rassicurare i suoi clienti, il gruppo può contare sulla sua forza lavoro. Si contano ben 9.000 dipendenti di cui oltre 1.000 consulenti finanziari altamente qualificati.

>>Leggi anche: Comprare azioni poste Italiane conviene ? Quotazione

Svantaggi e punti deboli delle azioni UBI Banca

Come sempre accade, quando si tratta con degli asset di questo tipo, si devono prendere in esame tutte le caratteristiche. In precedenza abbiamo analizzato i vantaggi; qui invece analizzeremo i punti critici.

Come detto ci sono molti argomenti che vanno a favore del mantenimento nel tempo del gruppo bancario italiano UBI Banca. Questi spingono verso una presa di posizione all’acquisto su questo titolo. Ci sono però delle limitazioni, dei difetti che sono considerati come degli svantaggi, ovvero degli elementi che possono influenzarne l’evoluzione al ribasso e rallentare la sua tendenza rialzista.

Ad esempio UBI Banca soffre a livello europeo. Anche se UBI Banca è ben posizionata in Italia, ma nel resto d’Europa fa difficoltà a conquistare fette di mercato.

Lo potremmo considerare come un gruppo bancario regionale, per altro esposto a rischi geo economici che invece non si riscontrano nei colossi bancari. Una situazione di questo tipo non farebbe altro che esporre UBI Banca alla vulnerabilità in caso di forti crisi economiche o di crisi del debito pubblico in Italia. Le sue azioni in questo contesto, potrebbero subire conseguenze davvero gravi.

Altro aspetto da non sottovalutare e che di sicuro non giova alla banca è l’aumento delle spese di gestione inerente ai conti. Questo può rivelarsi un forte handicap considerando la concorrenza oggi presente nel settore per altro sempre più forte e che applica una politica dei prezzi aggressiva nei confronti delle grandi banche europee.

Analizzando questi piccoli difetti, è possibile constatare come essi possono avere delle conseguenze significative sulla quotazione delle azioni borsistiche di UBI Banca. Infatti tutte le sfide che da oggi in poi si presenteranno possono avere degli effetti particolarmente marcati sui suoi risultati presenti e futuri.

Si devono seguire con attenzione, dunque, tutte le caratteristiche e tenerne conto al momento dell’elaborazione delle strategie di investimento.

>>Leggi anche: Come comprare azioni Generali? Quotazione e grafico in tempo reale

Azioni UBI BANCA: come investire?

UBI BANCA

UBI BANCA

Al fine di investire è indispensabile realizzare una buona analisi fondamentale legata alle azioni UBI Banca. Si deve in pratica analizzare la loro quotazione.

Questo è possibile solo a seguito di una buona analisi fondamentale legata alla quotazione delle azioni UBI Banca.

Quando si sceglie di investire in azioni, si deve prendere in considerazione anche lanalisi fondamentale. Questa è considerata come un elemento essenziale di tutte le strategia di trading.

Essendo tale deve essere realizzata a regola d’arte. In altri termini consigliamo di prendere in esame tutti gli elementi che potrebbero avere un’influenza positiva e negativa sulla percezione dei trader. Per altro tutto questo si riflette sull’evoluzione delle tendenze.

Tra le opportunità che UBI Banca potrebbe cogliere ci sarebbe anche quello di finanziare nuovi settori come quello agricolo considerato da diversi anni a questa parte un settore prioritario in Italia.

Si tratta certamente di un cambiamento di indirizzo dei servizi bancari i quali potrebbero garantirgli maggiori introiti soprattutto negli anni a venire con la ripresa dell’attività economica.

Allo stesso tempo, potrebbe prendere seriamente in considerazione la diversificazione dei finanziamenti anche all’interno del settore industriale, ma sempre su piccola scala.

In questo modo porterebbe sostegno alle piccole e medie imprese e allo stesso tempo riceverebbe ulteriore sostegno alla sua attività nel lungo termine.

Infine, analizzando tutti gli settori, è consigliabile che essa si specializzi in quella delle consulenze all’interno dell’ambito delle imposte e dei servizi. Questo potrebbe rappresentare un’ulteriore possibilità di incremento dei benefici tramite una miglior diversificazione.

Come puoi notare, si tratta di alcuni elementi che non possono non essere presi in esame se si vuole investire in modo professionale su di un determinato asset.

Quali minacce potrebbe subire?

Oltre ad analizzare i settori su cui potrà investire UBI Banca, al fine di effettuare delle analisi complete, si devono analizzare le possibili minacce che interferiscono con le possibilità di sviluppo. In alcuni casi sono considerate come un forte freno alla crescita della banca.

Una criticità tra tante è quella legata al settore bancario europeo e non solo ad UBI Banca.

Essa continua infatti a soffrire delle ripercussioni legate alla crisi della zona euro. Di conseguenza anche UBI Banca sta cercando di riassestarsi da questa situazione penalizzante anche sotto l’aspetto della regolamentazione.

Un altro aspetto critico riguarda il mercato Italiano che come ben sappiamo sappiamo non gode di ottima salute considerando anche quella che è al momento la situazione economica nel nostro paese.

Si registra un debito pubblico che supera il 100% del PIL. Tutto questo si ripercuote poi sulle banche, penalizzandole e limitandole nelle loro concessione di crediti.

Altro elemento destabilizzante? La chiusura per UBI Banca negli ultimi 5 anni delle filiali e succursali in quasi tutto il paese. Questo vuol dire che UBI Banca sta riscontrando dei problemi a livello di redditività tanto da obbligarla alla chiusura di alcune delle sue agenzie in cui non si raggiungono gli obbiettivi preposti.

Ad esempio il settore dei prestiti alle imprese non è attualmente in crescita e questo altro non fa che provocare dei problemi a UBI Banca la quale genera una parte importante del proprio volume d’affari grazie proprio ai prodotti finanziari.

Da quanto fin qui detto, non è facile apprendere quale sarà il futuro e l’evoluzione di UBI Banca. È infatti necessario, prima di ogni presa di posizione, studiare attentamente tutti i fattori che possono influenzare positivamente e negativamente l’andamento.

>>Leggi anche: Come Investire in Borsa oggi? Tutto quello che devi sapere sulle azioni

Titolo UBI Banca: previsioni

UBI BANCA

UBI BANCA

Quali sono le previsioni del titolo per il prossimo futuro? Come evolverà il titolo UBI Banca?

Il primo elemento da considerare, quando parliamo di previsioni di crescita per il gruppo UBI Banca è quello legato al piano industriale. E’ questo a definire i parametri fondamentali su cui il gruppo punta fino alla fine del 2020.

Tra gli obbiettivi che UBI Banca si prefissa di raggiungere entro questa data, ci sono i proventi operativi che devono essere compresi tra i 3,4 miliardi e 3,8 miliardi di euro. Un progetto abbastanza ambizioso ma necessario se si vuole competere con gli altri gruppi bancari.

A questo primo ambizioso obiettivo finanziario, si affianca anche quello legato alla riduzione del costo del credito, derivante dalla diminuzione dei flussi dei crediti deteriorati e una semplificazione e ottimizzazione delle risorse.

Vi è anche l’obbiettivo di conquistare nuovi segmenti di clientela, anche se al momento le strategie di business seguono un andamento abbastanza prudente dovuta soprattutto all’esigua crescita complessiva del PIL in Italia. L’obbiettivo?  Quello di puntare sempre con maggiore determinazione a prodotti di previdenza e fondi pensionistici.

Al fine di realizzare tutto questo UBI Banca deve mettere in campo una strategia mirata ai clienti. Per realizzare questo il rapporto con le nuove tecnologie e in particolare con gli strumenti strettamente correlati ai big data e alla data analysis è molto importante.

Questi dati e queste analisi sono utili nell’individuare nuovi target e nuove proposte commerciali.

Il cambiamento in ottica digitale non è da sottovalutare; anzi la si deve considerare come una leva importante in merito al rapporto con la clientela e alla semplificazione di tutto il sistema.

La trasformazione digitale di UBI Banca è al centro di un recente accordo siglato tra Confindustria e il gruppo. Si tratta di un protocollo di intesa finalizzato a sostenere le imprese che vogliono investire in questo settore.

UBI Banca si farà carico della promozione della crescita e dello sviluppo delle imprese. Lo fa favorendo l’accesso diretto ai mercati dei capitali. Questo accordo rimarrà in piedi fino al 31 dicembre 2019.

Nella sua prima fase l’accordo ha visto coinvolti i seguenti poli regionali:

  1. Lombardia;
  2. Piemonte;
  3. Marche;
  4. Umbria;
  5. Puglia.

>>Leggi anche: Borsa Milano azioni: come funziona e come investire?

Come Investire su azioni UBI Banca?

UBI BANCA

UBI BANCA

Passiamo adesso ad analizzare le diverse strategie che ci permettono di investire su azioni UBI Banca. Prima di tutto si deve considerare il periodo di investimento (medio e lungo termine o breve termine).

Nel primo caso è possibile comprare e detenere azioni UBI Banca. Nel secondo caso, invece, si potrebbe optare per investire con i CFD su azioni. In questo secondo caso è possibile acquistare azioni UBI Banca facendo trading online tramite una piattaforma regolamentata ed autorizzata come quelle da noi in seguito riportate.

Grazie ad esse avrai una maggiore autonomia nella gestione delle azioni e un maggior controllo dei profitti. Potrai anche provare a mettere in piedi le tue strategie tramite il conto demo gratuito che ti viene offerto.

Si tratta di un altro aspetto molto importante anche al fine di prendere confidenza con la piattaforma, con le tendenze del mercato e prendere coscienza delle posizioni da aprire, se aprirle al rialzo o al ribasso.

Lo puoi fare scegliendo di investire con piattaforme di trading online regolamentate ed autorizzate come quelle che noi in seguito riporteremo in tabella.

>>Leggi anche: Piattaforme Trading Online regolamentate: Le migliori 2018 [Lista]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.