Come comprare azioni Intesa – SanPaolo? Quotazione e grafico in tempo reale

Pubblicato da TommasoP il: 4 settembre 2018 - Aggiornato il: 20 ottobre 2018

Investire nel settore bancario potrebbe essere un’ottima soluzione. Lo puoi fare comprando le azioni della tua banca preferita o anche seguire i nostri consigli ed investire nel caso con i CFD.

Quest’ultima soluzione presuppone che tu investa in azioni con i CFD ovvero tramite piattaforme di trading online. Riconoscere però le migliori azioni per investire in questo mercato è di fondamentale importanza. Ecco perché noi, oggi, in questa guida ti vogliamo parlare delle azioni Intesa Sanpaolo.

E’ chiaro che abbiamo voluto fare questo perché siamo certi che investire in azioni tramite il trading online è molto più conveniente rispetto al possedere azioni. Devi dunque considerare sempre e solo azioni più degne, ovvero azioni che puoi detenere in un portafoglio borsistico e come tale trattare direttamente online da una piattaforma di trading.

Noi siamo certi che Intesa Sanpaolo è una di quelle che fa parte dei maggiori gruppi bancari della zona Euro e come tale ti consigliamo di possedere. Di seguito ti spiegheremo anche il perché. Per tale motivo abbiamo anche analizzato la sua quotazione e di seguito l’abbiamo riportata.

Quotazione in tempo reale: grafico mercato OTC

Cosa devi sapere a proposito del gruppo Intesa Sanpaolo?

Intesa sanpaolo

Cosa devi sapere a proposito del gruppo Intesa Sanpaolo?

Intesa Sanpaolo è uno dei gruppi bancario leader a livello nazionale. Allo stesso modo di quello che avviene per i suoi concorrenti europei, si tratta di un’attività suddivisa in diversi settori. Il settore su cui punta questa banca riguarda gli sportelli bancari.

Ci sono poi altri importanti settori, come la banca d’investimento, o anche il settore dei finanziamenti e di mercato, se non anche i servizi assicurativi e la gestione di fondi comuni. Infine vi è il private banking.

Al momento Intesa Sanpaolo gestisce oltre 340 miliardi di euro di crediti e ben 370 miliardi di depositi con agenzie sparse in tutto il territorio.

Storia del gruppo Intesa Sanpaolo

Ovviamente, come spesso accade, non si può investire in un settore se non lo si consce. Questo vale generalmente per tutto il settore del trading online. Nel caso specifico, per investire in azioni Intesa Sanpaolo, devi conoscere bene la sua storia.

Nel caso concreto, devi anche sapere che non vi è una storia antica per le azioni Il gruppo Intesa SanPaolo, ma esse sono abbastanza recenti.

Infatti, le sue attività sono iniziate da uan decina di anni, precisamente nel 2007, a seguito della fusione di due istituti bancari: Sanpaolo IMI e Banca Intesa.

2010

Successivamente, nel 2010 viene affermata la solidità patrimoniale del gruppo e la capacità di resistere a eventuali crisi. Questo è avvenuto grazie al superamento dello stress test effettuato dal Committee of European Banking Supervisors.

Possiamo infine dire che Intesa Sanpaolo, oggi, è uno dei gruppi bancari europei più solidi in assoluto per capitalizzazione di mercato: 42,6 miliardi di euro.

Se invece prendiamo come punto di riferimento solo il mercato Italiano, possiamo notare come in questo paese, esso offre ai propri clienti un ampio ventaglio di prodotti. Questi sono di diversa natura e toccano tutti i settori delle principali attività che vanno dal Retail, al corporate al wealth management.

I servizi del gruppo bancario Intesa Sanpaolo sono per altro erogati alla maggior parte dei clienti, cxhe si affermano su gli 11 milioni.

Le quote di mercato per ogni Regione non scendono mai al di sotto del 12% e la rete di sportelli su tutto il territorio nazionale è di circa 4.000 sportelli.

Cosa considerare?

Della sua storia devi anche considerare il fatto stesso che non solo è un gruppo bancario leader in Italia, ma è anche operante come commercial banking in dodici Paesi.

La sua presenza oggi si estende in tutta Europa, soprattutto nella zona centro orientale, ma anche in Medio Oriente e Nord Africa con 1.200 sportelli e 7,8 milioni di clienti complessivi.

Possiamo dire dunque che il gruppo Intesa Sanpaolo è uno dei migliori oggi presenti e che offre come tale servizi interamente dedicati ai clienti corporate: Si tratta di un tipo dio attività presente in 28 Paesi che si pone l’obbiettivo di supportare gli investimenti delle aziende italiane all’estero.

Come detto, la sua presenza oggi si concentra essenzialmente in Medio Oriente, Nord Africa, Stati Uniti, Brasile, Russia, India e Cina.

>>Leggi anche: Comprare azioni poste Italiane conviene ? Quotazione

Chi sono i principali concorrenti di Intesa Sanpaolo?

intesa Sanpaolo chi sono i principali concorrenti?

Intesa Sanpaolo chi sono i principali concorrenti?

Questo tratto lo abbiamo visto anche parlando del gruppo Unicredit.

Nel caso di Intesa Sanpaolo, devi sapere che la concorrenza non è poca, anche se gica dalla sua parte il fatto stesso che è una delle più grandi banche italiane e per altro ha intrapreso un’estensione all’interno di tutto il continente europeo.

Nonostante tutto, però, deve fare i conti con una concorrenza nazionale forte e spietata. Noi siamo dell’idea che è molto importante conoscere prima i concorrenti e poi i privilegi di questa banca. Lo devi fare sempre e comunque prima di investire sulla quotazione di queste azioni.

Noi ti consigliamo di adattare le tue strategie a questa particolarità e allo stesso tempo scoprire quali sono i principali concorrenti di Intesa Sanpaolo. Lo abbiamo fatto noi per te, attraverso una classifica dei grandi gruppi bancari italiani in ordine di importanza.

  1. Unicredit Group: il cui gruppo dopo aver preso il controllo di HypoVereinsbank e Capitalia è il divenuto leader del settore in Italia ed oggi è il 4° gruppo bancario in Europa.
  2. Intesa Sanpaolo invece è al secondo posto all’interno di questa classifica.
  3. Monte dei Paschi di Siena si colloca invece al gradino più basso del podio.
  4. BNL, la cui banca è stata acquisita recentemente da BNP Paribas, si posiziona invece in quarta posizione.
  5. UBI Banca è quinta.
  6. Unipol Banca, filiale di Unipol Assicurazioni.
  7. Banco Popolare.
  8. Banca Popolare di Milano.
  9. Banca Popolare dell’Emilia Romagna.
  10. Mediobanca, considerata come la grande banca d’affari italiana.

>>Leggi anche: Comprare azioni Unicredit conviene? Quotazione UNICREDIT in tempo reale

Chi sono i principali partner d’Intesa Sanpaolo?

Abbiamo visto chi sono i concorrenti di Intesa Sanpaolo. A questo punto, non ci resta che analizzare anche i principali partner del gruppo. Per far questo dobbiamo tenere presente due anni molto importanti per il gruppo:

2009

BNP Paribas e Intesa Sanpaolo hanno concluso l’accordo su Findomestic, ovvero il secondo colosso in Italia del credito al consumo.

2011

Western Union, azienda specialista dei trasferimenti di denaro, ha firmato un accordo con Banca Intesa Sanpaolo al fine di rendere disponibili i servizi di pagamento Western Union a partire dagli sportelli bancari del gruppo italiano.

2017

Infine nel 2017, il gruppo di banca e assicurazioni italiano Intesa Sanpaolo ha confermato anche di voler trattare con Assicurazioni Generali, ovvero il primo assicuratore italiano, all’interno di un contesto di partenariato a lungo termine.

Intesa progetta un’offerta di scambio titoli sulla maggioranza del capitale di Generali.

>>Leggi anche: Comprare azioni ENI conviene? Quotazione in tempo reale

Azioni Intesa Sanpaolo: analisi e quotazioni

Intesa sanpaolo

Azioni Intesa Sanpaolo: conviene investire?

Devi sapere che le azioni Intesa Sanpaolo sono attualmente quotate sul mercato della Borsa Italiana MTA. Essa è facente parte anche del calcolo dell’indice FTSE MIB.

Tutti i dati estrapolati dai grafici borsistici storici ci hanno dimostrato come ogni anno delle forti fluttuazioni hanno reso possibile l’investimento su queste azioni tramite trading a breve termine.

Andamento del titolo Intesa Sanpaolo

Analizzando i dati in nostro possesso, in base anche alle analisi condotte dai migliori analisti, possiamo affermare che l’andamento del titolo Intesa Sanpaolo, come per altro avviene per tutti i gruppi bancari, è un andamento particolarmente condizionato.

Questo è influenzato, come spesso accade, da fattori esterni, come ad esempio le normative e gli eventi che coinvolgono tutto il settore delle banche.

In linea di massima, in base all’andamento dei dividendi del gruppo Intesa Sanpaolo, a partire dal 2012, ha sempre registrato una crescita costante come avviene anche per il corrispettivo titolo in Borsa.

Per il periodo compreso tra il 2012 ed il 2015, invece, le quotazioni hanno subito un rialzo passando da 1 euro a 3,5 euro. In questo caso, i dividendi hanno fatto registrare un importo compreso tra lo 0,05 euro e 0,15 euro per azione, con una maggiorazione per le azioni di risparmio.

Nonostante un trend in costante crescita negli anni, il 2015 ha fatto registrare, per le quotazioni Intesa Sanpaolo, un ribasso.

Questo lo si deve principalmente alle normative, le quali prevedevano da parte di alcuni istituti bancari, la possibilità di erogare un finanziamento al fine di ridurre i danni di altri gruppi bancari catapultati all’interno della crisi finanziaria; stiamo parlando della legge Bad Bank.

Nella prima metà del 2016, invece il Gruppo Intesa Sanpaolo, ha fatto registrare un aumento dell’utile netto superiore ai 2 miliardi di euro.

Si tratta a ben vedere del risultato più importante degli ultimi anni, dopo quello ottenuto a chiusura del primo semestre dell’anno 2008.

A ben vedere si tratta di numeri che probabilmente possono contare sulla positiva influenza di una notevole crescita dei prestiti dedicati a famiglie e imprese. Si parla di un totale complessivo pari a 47 miliardi di euro, con una riduzione delle sofferenze pari a 5 miliardi di euro.

Sempre il 2016 è stato considerato come l’anno che si è concluso con un utile netto in crescita: + 3 miliardi di euro, portando a una riduzione del 10% i crediti deteriorati, scesi sotto i 30 miliardi di euro.

Da qui ne è derivato un bilancio positivo, che ha fruttato per gli azionisti del gruppo Intesa Sanpaolo un dividendo complessivo pari a 3 miliardi di euro. Si tratta di un dividendo in linea con quelle che erano le previsioni del management del gruppo bancario.

Nel 2017 poi, il dividendo relativo al bilancio d’esercizio del 2016, è stato di 0,178 euro per ogni azione ordinaria, mentre si è trattato di una cedola di 0,189 euro per le azioni di risparmio.

Dalla fine del 2013 a oggi, invece, ricordiamo come il gruppo Intesa Sanpaolo ha ottenuto il valore più alto, rispetto a qualsiasi altra azienda in Europa, legato alla somma dell’incremento del valore delle azioni e dei dividendi distribuiti. Questo ha fatto creato quello che in gergo si chiama total shareholder return.

Cosa vuol dire?

Vuol dire che tutti coloro che hanno investito dal 2013 in poi in Intesa Sanpaolo oggi hanno un rendimento pari al 50%.

Ecco perché oggi ti consigliamo di investire su queste azioni senza perdere tempo ulteriore.

>>Leggi anche: Come e dove investire in borsa? Guida per principianti su come giocare in borsa

Quali sono i Vantaggi e punti forti delle azioni Intesa Sanpaolo?

I vantaggi e le caratteristiche delle azioni Intesa Sanpaolo, sono legate nella maggior parte dei casi all’attivo di Borsa.

Nel caso in cui hai intenzione di comprare azioni del gruppo Intesa Sanpaolo, o anche hai intenzione di trattare sulla quotazione legata al titolo al rialzo, allora ti raccomandiamo di assicurarti che questa banca sia in grado di affrontare il proprio futuro e di mantenere la propria redditività.

Questo lo puoi fare, proprio analizzando forze e debolezze del gruppo. Lo potrai fare anche prevedendo al meglio l’interessamento per queste azioni e come tale le future tendenze della loro quotazione.

Per far questo, noi abbiamo deciso di analizzare tutti i punti di forza legati a questa azienda. Lo abbiamo fatto elencando tutti gli argomenti che pendono a favore l’evoluzione rialzista di queste azioni.

Presenza radicata in Italia

Il primo punto su cui ci soffermeremo, che per altro è anche molto rilevante è la grande presenza in Italia di questo gruppo bancario.

Infatti, numeri alla mano, Intesa Sanpaolo gestisce oltre 5.600 agenzie presenti in tutto il paese ed oggi si posiziona come leader in termini di numero di succursali.

A nostro avviso trattasi di un vero e proprio atout del gruppo bancario, il quale beneficia di una grande visibilità tra il grande pubblico.

Qualità e varietà dell’offerta

Altro punto di forza legato al gruppo bancario Intesa Sanpaolo è la qualità, ma anche la varietà della sua offerta.

Si tratta di una banca che si propone, sotto un unico marchio con numerosi prodotti bancari ma anche servizi finanziari che sono rivolti a privati e ad aziende.

Questo ha permesso evidentemente di conservare tutta la sua clientela rispondendo alle sue esigenze.

Presenza in tutto il mondo

Il terzo punto che possiamo considerare di forza è il fatto stesso che banca Intesa Sanpaolo è presente non solo in Italia ma anche nel resto d’Europa e non solo.

Si tratta di un gruppo bancario che ha saputo sviluppare la propria offerta un po’ dovunque in Europa e nel resto del mondo. Oggi la sua presenza è tangibile in Europa orientale e in Nord Africa, riducendo allo stesso tempo in modo considerevole la propria esposizione al rischio di una crisi economica nazionale.

In totale, possiamo dire che il gruppo Intesa Sanpaolo conta ben 1.700 agenzie in tutto il mondo e dispone di oltre 100.000 dipendenti nell’insieme dei paesi in cui si è insediata.

Settore Credito

Altro punto di forza, anche se minore rispetto ai precedenti, del gruppo Intesa Sanpaolo riguarda il settore del credito in Italia.

Infatti, la banca è attualmente leader all’interno di questo settore legato soprattutto ai servizi finanziari e detiene oggi ben il 15,3% di quote del mercato nazionale.

Per altro, devi considerare che azionisti e investitori in Borsa, quasi sempre sono attratti dai titoli legati alla banca in questione, in quanto essa è nata in seguito alla fusione di due grandi gruppi bancari, Banca Intesa e Sanpaolo IMI.

Tutto questo conferisce una certa forza e una maggiore esperienza rispetto ad alcuni dei suoi concorrenti diretti.

>>Leggi anche: Come e dove investire nel 2018

Quali sono gli svantaggi ed i punti deboli delle azioni Intesa Sanpaolo?

Intesa sanpaolo

Intesa Sanpaolo: punti di debolezza della banca

Sempre con riferimento all’attivo di Borsa passiamo adesso ad analizzare i punti di debolezza di questo gruppo bancario.

Ora, dopo aver analizzato e preso conoscenza dei vari atout del gruppo Intesa Sanpaolo, non possiamo non prendere posizione all’interno degli azionisti.

Tuttavia, prima di lanciarsi in questo tipo di strategia e d’investimento, noi oggi ti proponiamo di prendere conoscenza anche delle eventuali debolezze di questo gruppo bancario.

Infatti, per investire in modo serio e professionale devi anche considerare le restrizioni legate a questa banca. Le restrizioni, per molti sono considerate come dei punti di debolezza che potrebbero influenzare negativamente la quotazione in Borsa e allo stesso tempo, deve essere oggetto della massima attenzione da parte tua.

E’ una banca minore

Il primo punto di debolezza è legato alla sua presenza. Anche se tra i più grandi gruppi bancari italiani presente in Europa, Intesa Sanpaolo rimane ad oggi una banca minore all’interno di questo mercato.

Anche se sono stati fatti notevoli sforzi per farsi un nome all’interno dei principali paesi europei, oggi la sua presenza sui mercati rimane relativamente scarsa rispetto alle grandi banche europee.

A far da padrone sono soprattutto le banche francesi e tedesche che continuano ad occupare le prime posizioni. Sono queste che detengono la maggior parte delle quote di mercato del settore. Non va meglio nel resto del mondo.

Ripartizione degli introiti

Vi è anche una secondo grande debolezza del gruppo bancario Intesa Sanpaolo. Essa riguarda la ripartizione degli introiti.

Infatti, anche se abbiamo analizzato precedentemente che tra i vantaggi di questa banca vi è un diversificato servizio finanziario, purtroppo, osservando i suoi risultati annuali possiamo notare come la larga maggioranza del suo volume d’affari proviene da attività di retail bank e da un target di privati.

Ecco che la quota più importante di volume d’affari viene realizzata solo e soltanto in Italia.

Sotto questo punto di vista, possiamo dire che in caso di depressione economica che potrebbe colpire nuovamente le famiglie italiane, Intesa Sanpaolo si ritrova con un calo drastico dei suoi introiti e ciò ovviamente nuocerebbe direttamente alle sue azioni in borsa.

Secondo quanto abbiamo analizzato, Intesa Sanpaolo presenta alcune debolezze ma allo stesso tempo, presenta anche delle ottime qualità.

Tuttavia, se vuoi investire in questo gruppo, devi considerare la questione nel suo complesso, ovvero devi fare le tue analisi e lo devi fare sempre solo ancor prima della messa in opera di una strategia. Lo devi fare perché questi inconvenienti possono pesare molto sul modo in cui questo titolo viene visto dagli investitori ed avere quindi una grande influenza sulla sua quotazione di Borsa a lungo termine.

Analisi del gruppo intesa Sanpaolo

Prima di investire su azioni del gruppo Intesa Sanpaolo, devi analizzare bene, magari servendoti anche dell’analisi fondamentale la quotazione legata alle azioni Intesa Sanpaolo.

Lo abbiamo appena visto in dettaglio.

Al fine di valutare la capacità del titolo Intesa Sanpaolo e come tale evolvere al rialzo o al ribasso devi necessariamente conoscere quelle che sono le attuali forze e i punti di debolezza del gruppo bancario italiano.

Questo ovviamente non sarà sufficiente ad avere una visione chiara delle future tendenze di queste azioni in Borsa.

Al fine di realizzare una strategia oculata ed efficace, noi ti consigliamo di andare oltre lo studio di questa azienda e allo stesso tempo realizzare una buona analisi fondamentale in merito.

Per farlo, l’ideale sarebbe quello di prendere in considerazione le diverse opportunità che si presentano per questa banca nonché le minacce che potrebbero profilarsi e nuocere alla sua evoluzione.

Prima di tutto, prima ancora di investire in azioni, devi interessarti alle opportunità future di questa banca e a quelli che sono gli elementi più importanti, ovvero quelli che potrebbero far crescere la sua attività e la sua redditività nei prossimi anni.

Devi per tale motivo prendere in considerazione gli elementi relativi all’espansione internazionale di questo gruppo bancario.

Si tratta di operazioni che purtroppo per il momento restano orientate solo all’Italia. Altro elemento potrebbe anche essere il fatto stesso che questo gruppo punta molto sul suo ingresso sul mercato di Abou Dhabi.

E’ chiaro che si tratta di un’operazione che deve essere seguita molto attentamente, anche perché se questa riuscisse, Intesa Sanpaolo disporrà di una porta di ingresso sul mercato del Medio Oriente e allo stesso tempo la si potrebbe considerare come un’estensione progressiva del proprio posizionamento verso altri paesi all’interno di questo settore geografico.

Analogamente, Intesa Sanpaolo sarebbe la banca che disporrebbe di alcune maggiori opportunità di sviluppo legate soprattutto alle attività in alcuni paesi europei specifici.

Possiamo ad esempio citare la Turchia che fa parte del piano strategico del gruppo.

Intesa Sanpaolo sta svolgendo tutte le pratiche necessarie al fine di ottenere la licenza per poter poi operare e svolgere le sue attività finanziarie all’intero di questo paese.

Ancora, analizzando le opportunità future e di sviluppo della società Intesa Sanpaolo, possiamo rilevare un altro oggetto: l’industria della gestione degli attivi in Europa il cui settore allo stato attuale fa registrare delle prospettive positive. Questo potrebbe permettere al gruppo di posizionarsi in un settore privilegiato.

Al li là di queste piccole opportunità, il gruppo Intesa Sanpaolo deve anche confrontarsi con le minacce importanti che a nostro avviso non possono essere ignorate se si vuole investire in questo settore.

Ad esempio, vi è il fatto stesso che il mercato bancario italiano è minacciato da una contrazione dell’economia del paese.

Per tale motivo, tutta la situazione se perdura, potrebbe provocare un crollo delle banche e la prima potrebbe essere proprio il gruppo Intesa Sanpaolo che è particolarmente esposto alla congiuntura economica nazionale.

Sempre sotto l’aspetto economico, vi è il fatto stesso che il settore bancario subisce delle ricadute della crisi del debito. Questo ha colpito l’intero settore Europeo come abbiamo visto qualche anno fa.

Si tratta della crisi che ha portato alla necessità di prendere alcune misure tra cui degli importanti cambiamenti nella regolamentazione degli istituti finanziari e ciò ha un forte impatto sulle attività di Intesa Sanpaolo.

Per altro, vi è anche la minaccia che negli anni a venire la concorrenza sia sempre più forte da parte delle altre grandi banche europee. Sono questi che si rivolgono al mercato italiano cercando di conquistare sempre più quote di mercato e potrebbero così rendere sempre più complessa l’espansione del gruppo in altri paesi.

Ora, seguendo le notizie in relazione alle possibili opportunità e alle minacce, siamo sicuri che sei in grado di gestire meglio i tuoi investimenti.

Questo influenzerà ovviamente il comportamento delle sue azioni sul mercato borsistico.

Non dimenticare infine che devi sempre confrontare i segnali ottenuti tramite l’analisi fondamentale con quelli che otterrete da un’analisi tecnica completa e coerente.

Previsioni sull’evoluzione delle azioni Intesa Sanpaolo

Per gli anni a venire si registra una previsione in aumento legata alla gestione operativa, con una crescita dei ricavi ed una riduzione del costo di rischio.

Oggi puoi guardare al titolo Intesa Sanpaolo con una certa fiducia. Si tratta di un atto che punta moltissimo alla qualità del credito.

Questo vuol dire anche che il gruppo bancario ha un solido Cet1 ratio, con un elevato rendimento del dividendo, ed anche un’elevata esposizione al business del wealth management.

Come fare per puntare sulla quotazione dell’azione Intesa Sanpaolo?

Per puntare del denaro sull’azione Intesa Sanpaolo è sufficiente iscriversi ad una piattaforma di trading online ed effettuare un primo deposito. In questo caso puoi scegliere quelle che noi di seguito ti proponiamo.

Questo vuol dire poter speculare sul rialzo o sul ribasso del suo quotazione e ottenere dei guadagni.

Lo puoi fare come detto, grazie al trading online e alle strategie CFD che sono degli ottimi strumenti anhe se complessi e che presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.

Ad esempio l’80.6% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore.

>>Leggi anche: Migliori broker Forex- scegliere le migliori piattaforme Forex

Come investire in azioni intesa SanPaolo?

Come-investire-in-azioni

Come investire in azioni generali?

Lo abbiamo detto in precedenza. Uno dei migliori sistemi per investire in azioni Generali facendo trading online, con i CFD.

In questo caso, noi per te abbiamo analizzato i broker, che meglio di altri offrono delle soluzioni di investimento ottime. Di seguito ne analizzeremo le caratteristiche principali.

Broker trading online eToro

etoro popular investor

Broker etoro popular investor: piattaforma di social trading e di copy trader

eToro si presenta con il broker leader nel trading online grazie alla sua piattaforma di social trading che ti permette anche di effettuare operazioni di copy trader.

eToro è il broker che ti consente di fare trading non solo sul mercato forex, ma anche sul mercato dei CFD attraverso le funzioni più moderne dotato di una propria piattaforma.

Caratteristiche eToro

Con eToro puoi fare trading puntando sulle seguenti caratteristiche:

  • social trading;
  • copy trader;
  • leverage materie prime ed indici 1:100;
  • leverage bassa e competitiva;
  • spread vantaggiosi;
  • apertura conto reale 200 €;
  • conto demo.
Apri il tuo conto demo gratuito ed illimitato su eToro

Tutti gli aggiornamenti e approfondimenti sul social trading sono disponibili all’interno delle nostre guide:

Social trading e Copy trader: le guide eToro

  1. I migliori trader da copiare su eToro
  2. Come Comprare Bitcoin in Italia con eToro [guida completa]
  3. eToro truffa ? Ci sono esperienze e opinioni negative ?
  4. Trading Bitcoin con eToro [come investire in criptovalute su eToro]
  5. eToro: tutto quello che devi sapere per iniziare a fare trading online
  6. eToro Popular Investor: ecco come Xavier86 è diventato un Popular Investor
  7. Mirror Trading Forex Italia cos’;è VS Copy Trading Etoro [Opinioni]
  8. eToro scheda ricerca: strumenti professionali per il tuo portafoglio
  9. Guida eToro social trading: come evitare le truffe?
  10. eToro: forum – opinioni – FAQ
  11. Crypto CopyFund eToro dedicato alle criptovalute per investire in Bitcoin ed Ethereum
  12. Popular Investors eToro: Approfondimenti di Mercato e previsioni 2018
  13. Social Trading funziona? Opinioni Copy Trading eToro
  14. eToro come funziona ? eToro Login, opinioni, demo e recensioni

Broker trading online 24option

24Option: broker di trading online

24Option: broker di trading online

Il broker in oggetto nasce per la prima volta nel 2010. La sua piattaforma era interamente studiata per il trading binario. Dal 2017 e fino ad oggi il broker sembra invece concentrato ad investire nel trading CFD abbandonando del tutto le opzioni binarie.

Oggi, grazie al broker 24Option puoi investire con strategie di trading non solo sul mercato forex, ma anche sui CFD grazie ai quali puoi investire sui seguenti mercati:

  • Forex;
  • Azioni;
  • Indici;
  • Materie prime.

Account forex 24Option

Ad oggi puoi scegliere di operare con ben 5 diversi account di trading Forex e CFD. Questo serve al fine di accontentare tutti i trader. Tra gli account abbiamo:

  • Base;
  • Argento;
  • Oro;
  • Platino;
  • Diamante.

Infine nota che per tutti gli account è disponibile un conto demo. Lo puoi utilizzare per fare pratica e per esercitarti nel trading o più semplicemente per testare una strategia, con soldi virtuali.

Centro educativo

24option ti offre un centro di formazione eccellente per diversi tipi di conoscenza:

  • Base;
  • Intermedio;
  • Avanzato.

Non importa che tu non sia un trader esperto. 24Option è adatto anche a te! Per maggiori dettagli, consulta il servizio di assistenza clienti 24Option!

apri un conto demo gratuito 24Option

Tutti i dettagli sul broker li puoi trovare analizzando le nostre guide:

Broker Markets.com

Con il broker Markets.com puoi scegliere di investire e fare trading online su tantissimi asset sottostanti. Puoi scegliere di investire su:

  • Azioni;
  • Indici;
  • Forex;
  • Materie prime;
  • Criptovalute.

Lo puoi fare direttamente dalla piattaforma di trading con i CFD offerti da Markets.com

Puoi scegliere di investire con questo broker sia con un conto demo, sia anche con un conto reale.

Devi anche sapere che MARKETS.COM è gestito da Safecap, ovvero una sussidiaria di Playtech PLC che è scambiata sul Mercato Principale del London Stock Exchange ed è un costituente dell’Indice FTSE 250.

In questo caso, puoi sfruttare le migliaia di quotazioni in tempo reale e tutto sempre gratuitamente.

Markets.com ti offre la possibilità di fare trading senza soluzioni di continuità su oltre 2000 asset. Sfruttando:

  • Ricerca gli strumenti
  • Popolare
  • Azioni
  • Materie Prime
  • Indici
  • Forex

Markets.com è uno dei marchi forex e CFD a più rapida crescita al mondo, che offre piattaforme di trading proprietarie avanzate ma facili da usare.

Markets.com: caratteristiche

  • Innovazione;
  • Conoscenza;
  • Prestazioni;
  • Oltre 2200 mercati su cui fare trading;
  • Grandi dati e strumenti di analisi quantitativa;
  • Basse commissioni e spread serrati;
  • Piattaforma di trading di qualità professionale;
  • Piattaforma web e mobile sicura;
  • Provider regolamentato (Safecap Investments LTD);
  • Standard di sicurezza e privacy elevati

Trend dei trader di Markets.com

La funzione Trend dei trader Markets.com presenta sia trend di acquisto sia anche trend di vendita dei tuoi trader di Markets.com.

Essa viene aggiornata a distanza di pochi minuti.

Il valore del sentiment viene presentato in percentuale e come tale viene calcolata sulla base dei dati reali delle posizioni aperte in essere e delle posizioni chiuse di recente e approssimata al valore percentuale intero più prossimo.

La funzione Trend dei trader si basa sul numero di operazioni effettuate.

Si tratta di una funzione innovativa che analizza più di 2000 strumenti e mantiene i trader aggiornati sull’interesse verso un certo strumento.

Per tale motivo, tutti gli eventi che potrebbero avere un impatto globale immediato sulle dinamiche e sulla volatilità di uno strumento sono presi sempre in considerazione anche nel calcolo del valore percentuale del sentiment, con aggiornamenti a distanza di pochi minuti.

La funzione ti aiuta a:

  • Ottenere una maggiore comprensione dei trend tra i trader di Markets.com;
  • Valutare e prendere decisioni di trading considerando gli ultimi trend di acquisto e vendita;
  • Determinare il tempismo di esecuzione dell’operazione e identificare opportunità di trading potenzialmente remunerative;
  • Decidere quali scadenze delle operazioni possono fornire risultati di trading ottimali;
  • Sviluppare strategie di durata delle operazioni e punti di acquisto e vendita potenzialmente profittevoli.
apri un conto demo gratuito Markets.com

>>Leggi anche:

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB.
ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Europar2010.org

Leggi articolo precedente:
Onecoin
Schema ponzi ONECOIN: opinioni su truffa e funzionamento

In questa guida analizzeremo Onecoin, il sistema che secondo l’inventore è stato creato per guadagnare denaro in tempo rapidi. Sarà...

Chiudi