Comprare le azioni Banco BPM conviene? Grafico e quotazione

Pubblicato da TommasoP il: 18 Ottobre 2018 - Aggiornato il: 12 Febbraio 2019

Se pensi di investire nel settore finanziario e lo vuoi fare comprando e vendendo titoli di banche, allora non puoi non considerare quello che a breve ti diremo in merito alle azioni Banco BPM.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Prima di intraprendere un investimento devi valutare determinati requisiti e analizzare l’andamento del titolo.

In questa guida mostreremo come fare e anche quella che è la possibilità di comprare e vendere azioni Banco BPM direttamente online. Lo faremo cercando di ottenere il massimo dei profitti con questo tipo di investimento.

Puoi investire in questo settore analizzando il grafico in tempo reale che riporteremo ed analizzando le diverse tecniche utilizzate come ad esempio l’analisi tecnica e l’analisi grafica.

Azioni Banco BPM: grafico in tempo reale

Cosa devi sapere sul gruppo Banco BPM?

banco BPM

Banco BPM: chi siamo?

Prima di investire su di un determinato asset è opportuno conoscere anche brevemente la sua storia. Anche in questo caso, devi analizzare la storia del Banco BPM che lo ha reso famoso al fine di capire fino a che punto si spinge il titolo e quali possono essere le aspettative d’investimento future.

Come detto in un nostro recente approfondimento, il gruppo Banco BPM è stato fuso nel 2017 con il Banco Popolare e la Banca Popolare di Milano divenendo il 3 gruppo bancario italiano. Oggi esso si presenta come uno dei migliori in termini di banca:

  • retail;
  • affari;
  • mercato;
  • finanziamento e investimento;
  • privata;
  • gestione di attivi.

Oggi Banco BPM possiede ben oltre 2000 agenzie presenti in tutto il territorio italiano e non solo.

>>Leggi anche: Comprare azioni BPER Banca: Analisi e grafico in tempo reale

Storia del gruppo Banco BPM

Possiamo procedere con l’analizzare brevemente la storia del gruppo Banco BPM. Esso nasce a seguito della firma del protocollo di intesa (marzo 2016) tra il Banco Popolare con sede a Verona e la Banca Popolare di Milano, con sede in Milano. La fusione segna l’unione tra le due banche cooperative.

Nel giugno del 2016, per volere delle due assemblee dei soci congiunte fu approvata la fusione. Da qui ne sono derivate delle nuove attività che hanno preso il via all’interno del nuovo gruppo Banco BPM a partire da gennaio 2017. Oggi parliamo di un nuovo gruppo costituito a seguito della creazione della nuova società bancaria Banco BPM S.p.A.

All’interno della nuova società, tutti gli ex azionisti di Banco Popolare rappresentavano il 54,6% del capitale e gli ex Banco Popolare di Milano il 45,4%.

Oggi il gruppo bancario Banco BPM opera anche in settori non prettamente bancari e non solo nel territorio italiano. Le sue filiali sono presenti in tutta Europa grazie anche alle società controllate tanto che oggi si contano ben 4 milioni di clienti, 25mila dipendenti, 13 miliardi di patrimonio netto e un radicamento sul territorio italiano.

>>Leggi anche: Comprare azioni UBI Banca conviene? Analisi quotazione grafico in tempo reale

Azioni Banco BPM: analisi

banco BPM

Banco BPM

Le azioni Banco BPM sono attualmente quotate sul Mercato Telematico Azionario della Borsa Italiana e sono anche integrate all’interno del calcolo dell’indice borsistico FTSE MIB.

>>Leggi anche: Borsa Milano azioni: come funziona e come investire?

L’analisi tecnica storica del corso delle azioni Banco BPM invece viene limitata considerando che questo titolo è stato quotato per la prima volta sono nel gennaio 2017.

A poco meno di due anni dal suo sbarco in piazzaffari, il titolo non si è mai fatto intraprendete e anzi molto spesso viaggia al ribasso, sotto la resistenza tecnica dei 3 €. Gli analisti però si dicono fiduciosi e attendono una risalita del loro prezzo.

Andamento del titolo Banco BPM

Abbiamo detto che il titolo Banco BPM debutta in Borsa Italiana solo il 2 gennaio 2017. Il suo primo giorno fa segnare un rialzo pari al 9,07% con un prezzo per azione di 2,50 euro. Il 26 gennaio 2017 raggiunge il massimo storico dei 3,02 euro per azione.

Purtroppo però il bilancio 2016 di Banco BPM fa registrare un conto finanziario in rosso per circa 1,6 miliardi di euro. Molti lo hanno definito come l’anno più sofferto della sua storia, subendo le pressioni della Banca Centrale Europea per la richiesta di un rafforzamento patrimoniale da un miliardo di euro.

L’obiettivo per la chiusura del 2017 è quello di recuperare la redditività e di annunciare nuovi piani per gli anni a seguire. Grazie anche al piano industriale 2016 – 2019 viene data particolare attenzione ai crediti deteriorati, non performing loans (NPL), che ammontano a ben 26 miliardi di euro lordi.

Il Banco BPM ancora oggi è l’unico gruppo bancario italiano a avere un’intera business unit dedicata alla gestione dei crediti deteriorati, potenziata, tra l’altro, con altre cento risorse dedicate.

Lo scorso anno Banco BPM ha fatto registrato buoni risultati, chiudendo in positivo con una crescita oltre le aspettative; anche le commissioni nette hanno subito un incremento del 16,9% e i costi operativi sono scesi del 4,7%.

L’obiettivo del Banco BPM per l’anno 2019 è quello di raggiungere un miliardo di utile netto, di cui 400 milioni di euro di dividendo complessivo da distribuire agli azionisti. Si deve considerare anche che la crescita del gruppo bancario passa dalla riorganizzazione aziendale che vede una riduzione del personale per circa 5 mila unità, e colmare questo gap con l’assunzione di profili giovani altamente qualificati.

Nel piano prefissato è previsto anche una nuova offerta per le imprese, con nuovi servizi di capital market e servizi di aggregazioni e acquisizioni.

Una particolare attenzione è rivolta agli azionisti, al management del Banco BPM che ha infatti l’obiettivo di migliorare i risultati per il primo semestre e coinvolgere nel progetto azionisti solidi. Tutto questo tramite la formula della public company, in linea con la tradizione delle cooperative bancarie che sono all’origine del gruppo.

Si ricorda anche che a seguito della fusione e della nascita del Banco BPM l’agenzia Moody’s ha assegnato il suo rating al nuovo gruppo bancario. L’agenzia vede nel lungo termine Banco BPM con rating Ba1, mentre nel breve termine “Not prime”.

A seguito poi della presentazione dei risultati trimestrali delle azioni del Banco BPM si è avuto un forte rialzo a Piazza Affari. Dall’inizio dell’anno fino ad oggi la quotazione del titolo Banco BPM, ha guadagnato oltre il 13%.

Sono in tanti adesso gli analisti che si dicono fiduciosi; si dicono convinti che comprare azioni BPM sia un’ottima strategia d’investimento anche al fine di diversificare il proprio portafoglio azionario.

I prossimi mesi sono considerati come fondamentali al fine di analizzare quello che sarà l’andamento del titolo del Banco BPM. Molto dipende delle influenze macroeconomiche e dagli assetti geopolitici.

Di certo però l’obiettivo del management del gruppo bancario è quello di raggiungere gli obiettivi prefissati dal piano strategico e soprattutto mantenere saldo il terzo posto nella classifica dei più forti gruppi bancari italiani.

>>Leggi anche: Come investire su azioni Mediobanca? Analisi e quotazione

Quali sono i vantaggi e punti di forza delle azioni Banco BPM?

banco BPM

Banco BPM

Grazie ai CFD e alle piattaforme di trading online si ha la possibilità di investire su di questo asset sia quando il prezzo è al rialzo sia quando è al ribasso.

Il tutto si deve basare su di una strategia basare sull’analisi completa del gruppo. Per farlo, l’ideale è conoscere bene le sue forze e le sue debolezze e come tale determinare il modo in cui si possono svilupparsi le attività e la redditività a più o meno lungo termine.

La banca dispone al momento di oltre 600 agenzie e quindi rappresenta un vantaggio anche in merito ai punti di contatto con i clienti.

La banca Banco BPM dispone in Italia di ben 15 centri Private Banking e oltre 30.000 clienti con depositi con 1,4 milioni di persone utilizzano i servizi del Banco BPM.

Banco BPM si è anche differenziato dalle concorrenti in quanto offre degli ottimi servizi di banca online e può contare sulla forza lavoro atta a garantire la propria redditività e le sue attività future. Al momento sono impiegati oltre 6.000 dipendenti nelle sue differenti agenzie.

Svantaggi e punti deboli delle azioni Banco BPM

A questo punto analizzati i punti di forza non ci resta che analizzare i punti di debolezza del gruppo Banco BPM. Si tratta di alcuni punti che sono considerati critici, ovvero delle vere e proprie debolezze. Si deve per tale motivo conoscere tutti gli elementi che potrebbero avere un’influenza negativa sulla quotazione di queste azioni nei mesi e anni a venire.

La prima cosa da analizzare, tra le negatività, vi è l’elevato tasso di abbandono aumentato soprattutto negli ultimi anni. Questo lo si deve ad una remunerazione più elevata offerta dalla concorrenza. Si tratta di un punto critico che potrebbe pesare sulla qualità dei servizi legati alle strategia di marketing dell’azienda intaccando la redditività del gruppo a lungo termine.

Molto si deve fare anche in termini di posizionamento geografico del gruppo il quale resta attualmente concentrato in Italia e non in tutt’Europa. Non vi è alcuna opera strategia di espansione che sia concentrata al di fuori del territorio nazionale. Questo è considerato ovviamente un rischio.

>>Leggi anche: Comprare azioni poste Italiane conviene ? Quotazione

Azioni BPM: come investire?

banco BPM

Banco BPM

Al fine di investire in maniera concreta su azioni del gruppo BPM si deve realizzare una buona analisi fondamentale legata alle quotazioni delle azioni Banco BPM.

Anche se il gruppo goda di più atout che difetti è un gruppo esposto ad alcune minacce che influenzeranno certamente anche il titolo, al rialzo o al ribasso.

Analizzando quelle che sono le strategie del gruppo, molti analisti guardano di buon occhio l’allontanamento da parte di BPM dal settore assicurativo, in quanto considerato il settore meno redditizio del gruppo tanto da far registrare solo perdite.

Da notare anche che il gruppo Banco BPM ha recentemente rimaneggiato tutta l’organizzazione interna ed ha comunicato il suo nuovo organigramma. La gestione dei differenti rami del gruppo bancario è stata radicalmente modificata e al momento possiamo dire che la struttura è direttamente responsabile della propria gestione.

La società mantiene una direzione globale semplificata e gestisce maggiormente le differenti società del gruppo i quali mettono in opera una direzione adeguata. Grazie a questi cambiamenti Banco BPM può raggiungere rapidamente i suoi obiettivi e concentrarsi su altre importanti sfide.

Sempre per quanto riguarda le opportunità future di Banco BPM, si noti come il gruppo bancario si sta separando in maniera strategica da alcune delle sue filiali.

Si deve anche prendere in esame la minaccia principale a cui il gruppo deve far fronte e che pesa sulla quotazione delle sue azioni in Borsa.

Essendo anche che le attività del gruppo Banco BPM sono specificamente indirizzate al mercato italiano, la banca potrebbe soffrire di una congiuntura economica sfavorevole nel paese a causa delle forti tensioni sul mercato del debito pubblico che indebolisce globalmente gli istituti bancari per via della debolezza dei prestiti bancari da esse provocata.

Ci si rammarica anche del fatto che il gruppo Banco BPM non si concentri sulle capacità di espansione al di fuori dell’Italia. Altro elemento negativo potrebbe essere quello legato al fatto che deve confrontarsi negli anni a venire con una significativa perdita di clientela.

Tutti i grandi gruppi bancari europei propongono sempre più prodotti e delle soluzioni finanziarie di qualità che attirano verso di loro i clienti di questo gruppo.

Se Banco BPM non fa degli sforzi per migliorare la qualità dei suoi servizi questa perdita rischia di pesare moltissimo sui suoi risultati e portare al disinteresse degli investitori per le sue azioni in borsa.

Come si può notare, non c’è niente di definitivo nell’avvenire del gruppo bancario italiano Banco BPM e le prospettive di rialzo del suo titolo borsistico non sono assolutamente certe. Questo lo devi tenere presente e lo devi considerare come uno dei motivi per cui dell’analisi fondamentale di qualità e approfondita dovete studiare accuratamente tutti gli elementi che abbiamo citato.

>>Leggi anche: Comprare azioni Unipol Gruppo Finanziario – Trading e grafico real time

Dove trattare le azioni Banco BPM online?

banco BPM

banco BPM

Le azioni Banco BPM sono già accessibili dalle migliori piattaforme di trading del mercato. Potete cominciare a trattarle da oggi grazie ai consigli che avete appena letto. Lo potete fare scegliendo di investire con i broker di trading online regolamentati ed autorizzati come quelli che in seguito riporteremo.

Essendo che i CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria, consigliamo di utilizzare prima di tutto un conto demo gratuito che ti offre la possibilità di investire con i CFD senza perdere denaro reale ma anche di mettere in pratica le tue strategie e prendere confidenza con la piattaforma di trading.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.