Strategia del cosa non fare

Pubblicato da Roberto Ricci il: 2 luglio 2015
1 Views

in questa strategia del non fare proponiamo un gioco psicologicoNel trading di opzioni binarie ci sono tanti momenti “bivio” in cui la domanda che ci si pone è “dovrei, o forse è sicuro che non dovrei? Ebbene, come spesso accade, la risposta più sicura sta proprio nel cosa non di dovrebbe sicuramente fare. Molte strategie sono bollate dai loro redattori/venditori come “sicure”, “affidabili”, profittevoli al 100% garantito. Aggiungeremmo: bla bla bla. In realtà, più una strategia viene data per certa, più ci si investe, più porta frustrazioni. Alcune sono anche difficili da usare, con indicatori in conflitto e non fanno altro che generare confusione, oltre che farci perdere tempo e denaro. Bene, non siamo qui per denigrare tutto, poiché ci sono tantissimi amanti del trading che pubblicano ottime strategie e anzi vanno ringraziati per la condivisione. Tuttavia, meglio evitare quelle che vi promettono guadagni esagerati, specie se in poco tempo.

Ebbene, oggi parliamo della “strategia del cosa non fare”, ovvero un mix di COSE DA NON FARE quando si approccia al trading, un mix di errori che purtroppo vengono ancora commessi da alcuni utenti.
Si tratta quindi di un gioco psicologico, con cui riflettere e farsi anche due risate, per tornare sicuramente ad esser seri pensando a qualcuno dei nostri conoscenti (o forse anche a noi stessi, in passato) che ha commesso uno o più di questi errori. Si tratta quasi di banalità, di cose date per scontate, ma in ognuno di questi punti c’è un mondo dietro.

  1. Il trading è facile perciò non dovete guastare il vostro tempo nella formazione per fare del vero denaro.
  2. La versione demo non serve, poiché è con il conto reale che si fanno i veri soldi
  3. Depositare tutto ciò che si ha, poiché in tempi brevi si potrà prelevare una quota anche superiore.
  4. Approfittare sempre del broker che offre il bonus percentuale più alto, senza leggere le condizioni e i termini del bonus.
  5. Partire subito con il trading una volta aperto il conto e avviata la piattaforma, anche se non si sa bene a cosa servono proprio tutti i pulsanti.
  6. Nel caso occorra una strategia di gestione del rischio, adottare i metodi da roulette, come il Martingale.
  7. Utilizzare per il trading anche i soldi dell’affitto.

Vi ricordiamo che queste sono le COSE DA NON FARE quando si vuole fare trading o iniziare. Vi si può ritrovare elementi di presunzione, superficialità, noncuranza, disinformazione e tanto altro. Quindi, anche se leggendo questi punti possono farci ridere o possiamo ritenerli errori che non commetteremo mai, ricordiamoci anche che siamo umani e perciò se un periodo saremo più nervosi o felici o ricchi o meno abbienti di ora, ricordiamoci che per fare trading ci vogliono questi tre elementi:

  1. Equilibrio
  2. Decisione
  3. Distacco

Fate un buon trading e alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli della stessa categoria

*Your capital might be at risk.

Europar2010.org

conto demo
Leggi articolo precedente:
Investire a luglio 2015 non sarà facile ma potrebbe rivelarsi molto profittevole.
Su Cosa Investire a Luglio 2015

Nel presente articolo analizziamo il mercato e attuale e valutiamo su cosa investire a luglio 2015. Il momento non è...

Chiudi