5 errori con Opzioni Binarie

Pubblicato da Roberto Ricci il: 24 giugno 2015 - Aggiornato il: 22 luglio 2015
1 Views

5 tipi di errori evitabili nel trading con opzioni binarieQuando si fa trading online di opzioni binarie si può incorrere in numerose tipologie di errore. A volte il trading può risultare “duro” e la perdita è sempre dietro l’angolo. Anche un piccolo errore, se grave, può causare delle perdite consistenti, di denaro oltre che di prezioso tempo. Così, abbiamo deciso di fornirvi alcuni tipi di errore sui quali può inceppare un trader. In questo articolo presenteremo 5 tipi di errori con opzioni binarie, che abbiamo potuto apprendere dal campo e dai nostri lettori. Buona lettura e occhio a non commetterli anche voi!

Adattare il mercato alla strategia

Uno degli errori più comuni fra i trader è quello di pensare che il mercato possa adattarsi alla propria strategia. Pensare che si è trovata l’ultima e la più imbattibile strategia al mondo, alla faccia di tutti gli altri trader del Forex. Pensare che le candele giapponesi dovranno muoversi nella direzione che prevede la propria strategia. In realtà, è vero tutto il contrario: occorre adattare la propria strategia al mercato. Occorre mettere a punto il proprio studio in base a ciò che accade, sia generalmente, sia nei casi particolari, sia durante le eccezioni. Al contrario, si rischia di farsi molto male.
Quindi, in sintesi, per avere successo occorre adattarsi. Questo vale anche nel trading.

Cercare soluzioni facili

In tanti, quando iniziano a fare trading, iniziano a cercare su Google strategie imbattibili. Ora, senza tornare alla stessa argomentazione del precedente paragrafo (adattamento), possiamo definire questa tattica come un fuoco di paglia. Pensate se esistesse davvero una strategia di trading infallibile, pronta su google e raggiungibile da tutti. Oggi non saremmo qui a scrivervi ma probabilmente saremmo su una spiaggia a berci un cocktail con il vento che soffia tra le palme.
Il metodo infallibile non esiste, e non esiste neanche su Google. Per utilizzare un’ottima strategia (che è diverso da “infallibile”) occorre saperla fare propria e adattarla alle diverse condizioni di mercato. Questa facoltà si apprende col tempo e non è proprio per inesperti. Occorre esperienza e pratica.
Praticando, facendo esperienza in modo naturale, senza fare salti, arriverete anche a questo.

Il Polipo

Un aneddoto. Una volta mi trovai 16 grafici aperti con il MetaTrader4 nello stesso momento. Il mio intento era quello di non perdermi neanche un trade. Quante opportunità! Quanta bella roba da cui trarre guadagno! Tuttavia, non passò molto tempo fino al momento in cui capii che era un’idea malsana.
Il trading è far soldi, vincere la maggior parte dei trade possibili. Non si tratta certo di battere il record di trade aperti in un giorno. Primo errore.
L’esperienza su un singolo asset vale molto di più che la pratica con una dozzina e più di asset differenti. Facciamo finta che si scommetta sul calcio: è più semplice seguire una singola squadra o seguirle tutte? Studiando una squadra, oppure 2-3, capiremo meglio che modulo usa, come si comporta in determinate condizioni, quando entra in difficoltà ecc. Lo stesso vale per il trading.
Sintesi: non facciamo i polipi. Non siamo robot. Concentriamoci su pochi asset e apriamo trade solo quando necessario.

Perdersi d’animo per gli errori

Probabilmente tutti noi sappiamo cosa significhi perdere qualcosa di valore per cui si è pagato un sacco di soldi. E’ ovviamente una situazione spiacevole. Lo stesso vale per quando si fa un errore che ci costi la perdita di denaro. Tuttavia, l’errore può diventare prezioso.
Quando si commette un errore, lo si prenda come un investimento. Si pensi al fatto che si avrebbe potuto perdere molto di più e che grazie a quell’errore non ne faremo altri uguali. Perciò, è sbagliato lamentarsi o sentirsi in colpa. Piuttosto, studiate quanto successo al fine di non ripetere più lo stesso errore!

Il tasso di vincita

Quando si fa il bilancio delle vincite e delle perdite non bisogna fare l’errore di presumere di avere una sorta di payout fisso della propria strategia. Ad esempio, se su 10 trade ne vinco 8, posso affermare questo ma senza affermare di avere un 80% di tasso di vincita. E’ come se con la vincita del primo trade si pensasse di avere un tasso del 100%. Allora perché non del 1000000%?
In realtà, se si desidera calcolare un tasso di vincita di una determinata strategia o semplicemente di un dato periodo, occorre avere molti più dati a disposizione, come buona statistica vuole. Potrebbe capitarvi di andare sotto un mese e recuperare e di molto quello successivo. Nel frattempo, c’è chi avrebbe potuto bocciare la strategia dopo il primo mese (e non molti trade) senza aspettare dati per una valutazione più completa.
Ad ogni modo, sarà davvero difficile fissare questa percentuale in qualche intervallo preciso. Anzi, questa percentuale di vincita cambierà sempre. Vi auguriamo che sia il più vicina possibile al 100%.

Lascia un commento

Altri articoli della stessa categoria

Il Trading con CFDs, Forex, Opzioni Binarie e altri prodotti finanziari comporta un significativo rischio di perdita del proprio capitale.

Europar2010.org

conto demo
Leggi articolo precedente:
Notizie per il trading forex su eurodollaro
Forex, attesa dati USA per EUR/USD

I dati USA potrebbero dare un nuovo impulso al cambio EUR/USD e quindi a tutti i trader che fanno trading...

Chiudi