Giocare in Borsa o Investire in Borsa

giocare in borsa, come fare profitto con il trading online

Giocare in Borsa

Esistono tanti modi per guadagnare online e uno tra i più professionali è quello di investire in Borsa o meglio dire giocare in Borsa. Sebbene possa apparire un controsenso associare la parola “giocare” a quella di “professionale”, non possiamo che confermare questa affermazione, poiché soprattutto se non si è esperti in marketing oppure se non si lavori per qualche buona redazione online, guadagnare da casa è davvero difficile. Il trading invece rende aperta la porta del guadagno online anche per chi non abbia un sito, non sia un pubblicitario o un giornalista. Il trading online è aperto a tutti e consente di fare profitto giocando in Borsa.

Cosa significa “giocare in Borsa”?

Con l’espressione “giocare in Borsa” si indica l’attività di acquisto o vendita di titoli al fine di trarre profitto dalla differenza tra prezzo iniziale e prezzo finale. Ad esempio, avete mai sentito dire “comprare basso rivendere alto”? Bene, si tratta proprio di questo. Se ad esempio acquisto azioni quotate 100€ e salgono di un 5%, arrivando a 105€, potrò rivendere a 105€. Il bello del trading online è che se le azioni salgono del 5%, con l’effetto chiamato “leva finanziaria” questo guadagno non è di 5€ ma di 100-250€. Più avanti vi spieghiamo cosa è e come funziona la leva finanziaria.

Come si gioca in Borsa online?

Per giocare in Borsa online si possono utilizzare dei software gratuiti messi a disposizione dai cosiddetti broker, oppure si può negoziare direttamente dal sito degli stessi. Esempi di broker per giocare in Borsa sono Markets.com, Plus500, 24option, TopOption, OptionTime. Questi broker si dividono in due grandi categorie: CFD e Opzioni Binarie.

Questi sofware, detti anche “piattaforme di trading” o “piattaforme di negoziazione”, consentono all’utente di scegliere un titolo (azioni, valute, indici, materie prime, ETF ecc.) e di aprire una posizione di acquisto o vendita, a seconda che si voglia pronosticarne un rialzo o un ribasso di prezzo.

Qual è la differenza tra CFD e Opzioni Binarie?

La grande differenza tra CFD e Opzioni Binarie sta nella modalità di profitto. Con i CFD “tradizionali” il profitto si ottiene in proporzione alla differenza di prezzo di apertura della posizione e quella di chiusura. Ad esempio:

– Prezzo di apertura: 5€ ; Prezzo di chiusura 5,10€

Avrò guadagnato 10 cent per azione nel caso abbia scommesso sul rialzo, avrò perso 10 cent per azione nel caso abbia scommesso sul ribasso.

Le opzioni binarie, invece, consentono di ottenere un profitto a percentuale predeterminata semplicemente indovinando la posizione del prezzo alla scadenza dell’opzione stessa. Ad esempio:

– Prezzo di apertura 5€ ; Prezzo di chiusura 5,10€

Avrò guadagnato il 75% di ciò che ho investito nel caso abbia scommesso sul rialzo, avrò perso quanto investito nel caso abbia scommesso sul ribasso.

Nel caso abbia investito 10€, mi torneranno sul conto 17,50€. Nel caso abbia investito 25€, mi torneranno sul conto 43,75€ (25€ + 75%).

Perché 75%? Perché è la media del profitto a percentuale fissa delle opzioni binarie!

Sono meglio i CFD o le Opzioni Binarie?

Per giocare in Borsa on line con poco tempo a disposizione, sono certamente meglio le opzioni binarie. Infatti, queste consentono di guadagnare anche in meno di un minuto, tramite le opzioni a 30 secondi e 60 secondi. Vi sono anche le opzioni che durano diversi minuti: sarete sempre voi a scegliere la durata delle opzioni, ovvero la loro scadenza.

Le opzioni binarie si presentano ideali anche per coloro che non hanno esperienza nel trading e vogliono muovere i primi passi tra le quotazioni e le fluttuazioni dei prezzi, tra le coppie valutarie e gli indici azionari.

I CFD si mostrano più interessanti per coloro che hanno più tempo a disposizione, fermo restando che è sempre possibile aprire e chiudere posizioni anche in tempi molto brevi (scalping). In questo caso, applicando il broker una commissione per ogni posizione aperta, il gioco vale la candela quando si possono investire grandi somme e quindi bypassare il costo della commissione legata allo spread tra i prezzi di acquisto e vendita.

Su cosa si può negoziare online?

Uno degli aspetti più affascinanti del gioco in Borsa è quello di poter fare non solo trading sulle azioni, ma anche sulle coppie valutarie, gli indici azionari, le materie prime, gli ETF.

  • Azioni: si può giocare in Borsa su azioni italiane e di tutto il mondo. Con il trading di CFD si possono trovare centinaia di azioni, sia Blue Chips che azioni di società di media capitalizzazione. Con le opzioni binarie i broker mettono a disposizione soltanto le  opzioni su azioni più importanti (es. Google, Facebook, Coca Cola ecc.)
  • Indici Azionari: si tratta degli indici di Borsa, ovvero i listini in cui sono incluse numerose azioni. Un esempio di indice azionario è il FTSE Mib, ovvero l’indice di Piazza Affari, la Borsa di Milano. Altri indici famosi sono il Dow Jones, Standard&Poor’s (S&P), Nasdaq, Nikkei ecc.
  • Coppie Valutarie: chiamate anche cross valutari, le coppie valutarie sono degli strumenti formati da due valute a confronto, come ad esempio l’EUR/USD (euro dollaro). Quando si negoziano valute si compra una valuta e si vende l’altra contemporaneamente.
  • Materie Prime: le piattaforme di trading consentono di negoziare e trarre profitto su asset come petrolio, oro, argento, rame, caffè, cotone ecc.
  • ETF: sono gli Exchange Traded Fund, ovvero fondi d’investimento. Sono presenti soltanto nel trading con CFD tradizionali.

Cosa è la leva finanziaria?

Prima abbiamo accennato al fatto che il trading consente di sfruttare la leva finanziaria e ottenere 100€-250€ di profitto invece che 5€. Queste due cifre non sono scelte a caso ma rispecchiano l’offerta di leva medio offerto dai broker online. Infatti, i broker solitamente sulle azioni offrono leve da 1:20 a 1:50, ma che possono arrivare anche a 1:100. Con l’effetto leva si può investire su un numero di titoli molto più elevato rispetto a quanto si potrebbe fare con il budget effettivo.

In pratica, l’effetto leva finanziaria consente di investire 2.000€ con soli 100€ (leva 1:20) oppure 5.000€ con 100€ (leva 1:50).

Ma come funziona la leva finanziaria?

Nel trading dei CFD tradizionale il broker consente di aprire delle posizioni con leva finanziaria in cambio di due tipi di garanzie: il margine iniziale e il margine di mantenimento, di cui si ottiene la restituzione alla chiusura della posizione. Questi margini servono come garanzia al prestito che ci fa il broker, poiché la leva finanziaria va vista come un prestito di cui il broker ottiene soltanto le garanzie.

Importante: con le opzioni binarie non c’è leva finanziaria.

Cosa succede se perdo con la leva?

Se giocando in Borsa online con effetto leva la vostra posizione si dovesse rivelare perdente e i prezzi si muovessero in direzione contraria a quanto pronosticato, si può arrivare a tre situazioni:

– Chiudete la posizione: nel caso pensiate che il prezzo non ritornerà sui passi da voi pronosticati inizialmente, chiudete la posizione. Basterà un clic. Chiudendo la posizione, otterrete sul conto quanto rimane della somma investita al netto delle perdite. Otterrete indietro anche il margine di mantenimento.

– Mantenete aperta la posizione: mantenendo la posizione di trading aperta, potrete vedere se il prezzo ritorna sui suoi passi. Nel caso la perdita continui a farsi sempre più consistente, il broker attuerà una cosiddetta “margin call” ovvero una “chiamata a margine”. Si tratta di un avviso che vi chiede se desiderate mantenere la posizione aperta (aggiungendo altro denaro a margin ovvero a garanzia). Nel caso il broker non ottenga una risposta o nel caso in cui non si allarghi il margine, il broker chiuderà automaticamente la posizione in perdita, al fine di non rimetterci.

– Perdete tutto: nella peggiore delle ipotesi, se vi scorderete di piazzare ordini di chiusura automatica e il vostro trade si rivelerà sbagliato, se non risponderete a nessuna margin call, perderete quanto investito. Occhio a scegliere brokers che non vi facciano andare in rosso. Plus500, ad esempio, non prevede situazioni debitorie da parte del cliente. Con Plus500, in pratica, non potrete andare in rosso.

Importante: con le piattaforme opzioni binarie non si può andare in rosso, poiché per ogni operazione si può perdere soltanto l’importo investito nella singola operazione.

I migliori Broker per giocare in Borsa coi CFD

Per giocare in Borsa on line quindi è importante scegliere dei broker affidabili, che non facciano giochi sporchi. Alle volte è successo in passato ma oggi i broker più importanti sono controllati e regolati da autorità competenti internazionali e nazionali (es. CONSOB) e perciò oltre a godere di licenza sono sottoposti a numerosi controlli. E’ importante anche scegliere broker che non consentano ai propri clienti di andare in rosso, ovvero perdere più di quanto investito.

Per quanto riguarda il gioco in Borsa con i CFD, consigliamo di fare trading con i migliori broker Forex e CFD:

# Broker Dettagli
1 Markets Conto demo gratuito
Deposito min: 100 $
Licenza: CySEC - FSB
DEMO
Opinioni Markets
2 24Option Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
Licenza: CySEC - MiFID
DEMO
Opinioni 24Option
3 FXpro.it Conto demo gratuito
Deposito min: € 100
Licenza: CySEC - FSB - FCA
DEMO
Opinioni FXpro.it
4 IG MARKETS Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
Licenza: FCA - CONSOB
DEMO
Opinioni IG MARKETS
5 eToro Conto demo gratuito
Deposito min: 200 $
Licenza: CySEC - FCA
DEMO
Opinioni eToro
6 IQ Option
Deposito min: 10 €
Licenza: CySEC
DEMO
Opinioni IQ Option

Forex/CFD trading involves substantial risk and may result in a loss greater than the invested capital

I migliori Broker per giocare in Borsa con Opzioni Binarie

Abbiamo visto che le opzioni binarie sono lo strumento più semplice per guadagnare con la Borsa online e che comportano meno rischi del trading con CFD. Sono quindi più adatte ai trader con meno esperienza e sono potenzialmente profittevoli per chi ottiene sempre più familiarità con lo strumento e le dinamiche finanziarie.

Qui di seguito elenchiamo i più importanti broker opzioni binarie autorizzati dalla CONSOB:

# Broker Dettagli
1 BDSwiss *Payout max 85%
Deposito min: 100€
Licenza: Cysec
VAI
Opinioni BDSwiss
2 IQOption *Payout 91%
Deposito min: 10$
Licenza: CySEC
DEMO
Opinioni IQOption
3 Dukascopy Europe *Payout 90%
Deposito min: 100%
Licenza: FCMC
DEMO
Opinioni Dukascopy Europe
*per singolo trade vincente

Investors can lose all their capital by trading binary options.” “Bonus Terms and Conditions Apply

Quale modo migliore per imparare se non fare pratica senza rischiare? Fa rima ma è anche vero, perciò a tutti coloro che desiderano iniziare proponiamo un modo semplice e divertente per imparare: il conto demo. Per conto demo si intende un conto in cui si utilizza la stessa piattaforma di negoziazione che si usa nel conto vero, con la sola differenza che i soldi che si utilizzano sono finti, perciò si può imparare senza rischiare nulla.Giocare in Borsa per Finta

Per negoziare in modalità demo basterà iscriversi ad uno dei siti di broker elencati qui sopra. Ognuno di essi offre sia la piattaforma trading reale, sia la piattaforma trading demo.

La differenza tra CFD e Opzioni Binarie, è che per Plus500 non occorre deposito minimo per utilizzare la piattaforma demo, basta semplicemente l’iscrizione senza deposito. Invece, i broker opzioni binarie chiedono di fare un deposito per manifestare il reale interesse alla negoziazione. Tutto ciò che sarà depositato potrà essere utilizzato per il trading, senza alcuna ritenuta.

Opzioni Binarie Demo

Per fare trading opzioni binarie demo, quindi, occorre fare prima iscriversi ed effettuare un piccolo deposito. Quanto? Anche 100€. Infatti, oggi le piattaforme di trading sono davvero economiche, soprattutto quelle con le opzioni. Con le opzioni binarie demo potrete fare pratica tutto il tempo che volete e iniziare con i soldi reali soltanto quando vi sentirete davvero pronti. Ed è anche ciò che vi consigliamo. Prendete padronanza con la piattaforma e iniziate a “ballare” soltanto quando sarete sicuri di ciò che farete.

Quanto costa un trade?

Il trade con i CFD tradizionali costa in base allo spread, ovvero la differenza tra prezzo di acquisto e di vendita. Con le opzioni binarie, invece, saremo noi a decidere quanto investire, partendo dalla base minima richiesta dal broker. A tal proposito, è bene evidenziare che vi sono broker che consentono di effettuare trade a partire da 20€ e più euro, ed altri che consentono di aprire trade a partire da 10€.

Se avete appena finito di fare pratica con la piattaforma di opzioni binarie demo, vi consigliamo di iniziare a fare trading reale partendo da trade bassi.

Non rischiare troppo, usa il trading automatico

Non tutti i trader utilizzano al meglio le proprie piattaforme e per questo alcuni ricorrono in perdite da veri “polli”. Non vogliamo essere cattivi, ma le piattaforme di trading offrono sempre strumenti per minimizzare il rischio ed attuare un “risk management” molto elevato. Il problema è che questi strumenti vengono spesso pigramente bypassati dagli utenti.

Ad esempio, nel trading CFD tradizionale, quello con Plus500, si può fare il cosiddetto trading automatico, ovvero piazzare delle posizioni e chiuderle automaticamente in base agli ordini che noi stessi diamo alle piattaforme.

Ecco di quali ordini parliamo:

  • Stop Loss: si tratta del più forte strumento di risk management, poiché chiude automaticamente una posizione qualora raggiunga un prezzo che impostiamo come livello di allarme e chiusura. Una volta che il prezzo raggiungerà tale quota, lo stop loss invierà l’ordine alla piattaforma di chiudere una determinata posizione. Il nostro investimento sarà salvo.
  • Stop Limit: con questo ordine si imposta una quota che impostiamo in base al profitto che vogliamo ottenere. Una volta raggiunta una quota da noi decisa, questo ordine chiuderà la posizione e faremo cassa.
  • Stop Operativo: lo stop operativo consente al trader di piazzare un ordine Stop Loss che automaticamente aggiorni la chiusura del profitto quando il mercato si muove a favore del trader. Lo Stop operativo è attivabile cliccando il pulsante ‘Avanzate’ durante la creazione di un ‘ordine di mercato’.
  • Stop Garantito: lo stop garantito pone un limite assoluto alle perdite potenziali di una posizione. Anche nel caso vi fossero delle grandi variazioni di prezzo sul mercato, la posizione verrà chiusa al prezzo specificato, senza rischi di arretramento. Non tutti gli strumenti tuttavia includono lo stop garantito.

Interessante, vero? Molto strano che vi sono ancora utenti che non applichino al meglio queste potenti funzionalità messe a disposizione da piattaforme di trading come Plus500.

Quanto si può guadagnare giocando in Borsa da casa?

Questa è la domanda da un milione di dollari, non perché sia difficile rispondere bensì perché ognuno può guadagnare in proporzione al suo approccio con il trading online. Si può avere un approccio da hobby, si può avere un approccio più serio perché si vuole procedere più professionalmente, si può procedere “tanto per provare”. Ovviamente, chi procede avendo come obiettivo il miglioramento costante delle proprie tecniche di negoziazione avrà più possibilità di trasformare il trading da un “hobby” a una seria fonte di guadagno.

Una cosa importante da capire è che il tutto e subito è rischioso. Occorre procedere per passi e possibilmente piccoli. Piccoli passi, da allungare man mano che si acquista familiarità con lo strumento, con la finanza e successivamente con tutte le tecniche e strategie per fare profitto studiando i trend di mercato.

Il miglior modo per iniziare a Giocare in Borsa

Per iniziare a giocare in Borsa quindi una cosa importante è di fare pratica con la piattaforma di trading demo. Anche per fare pratica tuttavia occorre operare con una certa logica. Quale?

Partiamo dall’inizio. Per guadagnare con il trading occorre pronosticare nel modo corretto l’andamento dei prezzi dei titoli sul mercato. Fin qui, ci siamo. Ma come farlo? Come si fa a sapere se un titolo scenderà o salirà di prezzo? A questa domanda si può rispondere in molti modi, anche perché si può parlare del breve periodo, del brevissimo periodo (pochi minuti), del medio periodo ecc. Ciò che è importante è che tutte le possibili risposte hanno alla base la stessa metologia: seguire le notizie del mondo finanziario ed economico.

Informarsi: questa è la vera parola d’ordine. Quando inizia un conflitto, quando vi sono delle dichiarazioni della BCE, quando un’azienda comunica i dati del proprio bilancio, quando il prezzo del petrolio sale o scende ecc. Tutte queste fanno parte della miriade di informazioni utili all’attività di trading. Non solo utili, ma determinanti ed efficaci! Vi sono determinate notizie che non possono far cambiare il prezzo che in un solo modo!

L’importanza delle notizie economiche, i calendari economici

Avete mai sentito parlare del calendario economico? Si tratta di un calendario che comprende gli eventi più importanti che riguardano la macroenomia. Ad esempio, la pubblicazione dei dati PIL italiano del primo trimestre, oppure i dati sull’occupazione USA ecc. Si tratta di notizie che vanno ad influire la macroeconomia e quindi le valute e quindi i cross valutari. Se ad esempio nello stesso giorno vi sono dati neutri o negativi per l’Europa e dati positivi per gli USA, quello stesso giorno l’EUR/USD scenderà di prezzo. Questo perché nel rapporto EUR/USD si misurano quanti dollari vale 1 euro, quindi se l’euro si deprezza l’EUR/USD scende. Molto intrigante, vero? Lo stesso ragionamento si può fare per tutte le coppie valutarie.

Oltre alla macroeconomia vi sono universi più piccoli, come ad esempio le società azionarie. Se un’azienda, ad esempio la ENI, pubblica i dati relativi al suo bilancio annuale e questi sono positivi, il prezzo delle azioni salirà a partire dalla pubblicazione delle informazioni, ovvero quando gli investitori sapranno che la ENI va bene. Compreranno azioni e quindi il prezzo di queste salirà. Se ad esempio pronosticassimo, anche il giorno precedente della pubblicazione dei dati, che questi saranno positivi, potremmo aprire una posizione di acquisto di azioni ENI e aspettare l’esito dei dati. Se questi saranno positivi, il prezzo delle azioni saliranno (e quindi anche quelli dei CFD azioni ENI) e quindi il nostro conto salirà. Avremo fatto un trading vincente. Su Blogfinanza.com I primi passi per investire in borsa, guida aggiornata costantemente e ottima per chi vuole iniziare a conoscere i mercati finanziari.

# Broker Dettagli
1 Markets Conto demo gratuito
Deposito min: 100 $
Licenza: CySEC - FSB
DEMO
Opinioni Markets
2 24Option Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
Licenza: CySEC - MiFID
DEMO
Opinioni 24Option
3 FXpro.it Conto demo gratuito
Deposito min: € 100
Licenza: CySEC - FSB - FCA
DEMO
Opinioni FXpro.it
4 IG MARKETS Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
Licenza: FCA - CONSOB
DEMO
Opinioni IG MARKETS
5 eToro Conto demo gratuito
Deposito min: 200 $
Licenza: CySEC - FCA
DEMO
Opinioni eToro
6 IQ Option
Deposito min: 10 €
Licenza: CySEC
DEMO
Opinioni IQ Option

Forex/CFD trading involves substantial risk and may result in a loss greater than the invested capital

Il Trading con CFDs, Forex, Opzioni Binarie e altri prodotti finanziari comporta un significativo rischio di perdita del proprio capitale.

Europar2010.org

conto demo