Termini di trading online – glossario di Borsa – Forex – opzioni binarie – guida completa

Pubblicato il: 30 gennaio 2017
5 Views

Se sei un trader principiante ed il mondo del trading ti confonde, allora non potrai esimerti dal seguire il nostro vocabolario, utilissimo per tutti i trader al fine di comprendere in maniera rapida e semplice tutti i termini utilizzati in questo settore, le parole e gli acronimi spiegati passo dopo passo.

Molto spesso capita per tutti gli aspiranti trader di essere confusi dal mondo del trading. Anche per questo motivo, abbiamo raggruppato tutti i termini e gli acronimi che potrai troverai nel tuo percorso di trader.

In breve si tratterà di un elenco in ordine alfabetico e un focus sul vocabolario del trading online compreso anche il mercato Forex. Questa guida in definitiva si pone l’obbiettivo di chiarire anche alcuni concetti fondamentali dell’argomento trattato.

Termini di tradiong online

A

Account

Definito come il conto di trading su cui si opera e con il quale si svolgono tutte le transazioni.

Account Balance

Termine utilizzato per indicare il totale della somma di denaro presente su di un account.

Accumulazione

Incremento della propria posizione sul mercato, identificata come una fase preparatoria, durante la quale i trader effettuano acquisti senza far salire i prezzi.

Analisi grafica

Rappresenta parte dell’analisi tecnica, la quale cerca di individuare e di prevedere i movimenti e gli andamenti sui mercati, studiando i grafici dei prezzi. Rientrano nell’analisi grafica i seguenti grafici:

  • Testa e Spalle;
  • Triangoli;
  • Rettangoli;
  • Canali;
  • Diamante;
  • Cup & Handle, ecc.

Analisi fondamentale

Analisi accurata dei dati economici e commerciali con lo scopo di determinare l’evoluzione futura dei mercati finanziari.

Analisi tecnica

Insieme di metodologie tecniche, finalizzate allo studio e alla previsione dell’andamento futuro dei prezzi; essa si fonda principalmente sullo studio dei grafici di un titolo o di un mercato.

ASK

Indica il prezzo al quale un operatore è disposto a vendere un determinato quantitativo di titoli o contratti. Molto spesso sentiamo parlare di prezzo ASK quando si apre una posizione al ribasso.

ASK Spread

Differenza tra prezzo di vendita e di acquisto di una determinata coppia di valute.

Aussie

Questo termine è utilizzato principalmente nel mercato forex per identificare il Cross AUD/USD che ne indica la relazione tra il Dollaro Australiano e il Dollaro Americano.

Azione

Inteso come il titolo, o una quota di proprietà di società, la quale ha emesso l’azione stessa. Tutti gli azionisti sono identificati come tutti i soggetti che detengono al minimo un’azione di una determinata società.

B

Back office

Inteso come l’Ufficio di elaborazione delle operazioni di gestione ovvero l’insieme delle operazioni amministrative e contabili correlate alle operazioni di borsa. Molto spesso esso indica anche le differenti procedure necessarie per la registrazione e la sistemazione delle transazioni finanziarie, relative alle negoziazioni quotidiane.

Balance

Somma di denaro presente all’interno di un conto di un account.

Banca centrale

Principale autorità monetaria di ogni Nazione, controllata dal Governo centrale, la quale è responsabile dell’emissione di valuta, della politica monetaria, dei tassi di interesse, e della regolamentazione e supervisione del settore privato bancario.

  • FED: Federal Reserve, nota come banca centrale degli Stati Uniti.
  • BCE: Banca Centrale Europea;
  • BOJ: Bank of Japan (BOJ).

Bar Chart

Tradotto, bar chart significa grafico a barre; quest’ultimo consiste in una tecnica di rappresentazione grafica, usata per indicare i prezzi del mercato. Ogni elemento presente all’interno di un grafico a barre indica contemporaneamente quattro valori, ovvero Open, High, Low, Close, relativi per ciascun periodo.

Base Currency

Termine identificativo della valuta base, ovvero, la prima delle 2 valute nel rapporto (cross) considerato.

Bear

Fase di mercato caratterizzata dal ribasso.

Benchmark

Indice di riferimento per ciascun mercato nazionale.

BID

Prezzo offerto da un operatore al fine di acquistare titoli, contratti e valute. Questo prezzo è identificato come la differenza tra prezzo di vendita e prezzo di acquisto di una determinata coppia di valute. A differenza del prezzo ASK il prezzo BID indica l’apertura dei una posizione in rialzo.

BI-Direzionalità

Rappresenta l’opportunità di prendere una posizione sul mercato.

Big Figure

Si riferisce alle prime cifre di un prezzo di scambio, le quali non cambiano molto facilmente nelle normali fluttuazioni di mercato, dunque non vengono riportate nelle quote dei dealers.

Bilancia dei pagamenti

Registrazione di tutte le transizioni tra un paese ed il resto del mondo e comprende tutte le informazioni sia sul valore degli scambi di merci sia sui servizi, sia anche sul valore dei trasferimenti.

Blue-chip

Il termine Blue-Chip è utilizzato per identificare una società solida e capitalizzata, presenta all’interno del mercato azionario.

Boe

Acronimo di Bank Of England, Banca d’Inghilterra.

Boj

Acronimo di Bank Of Japan o Banca del Giappone.

Bollinger Bands

Le bande di Bollinger rappresentano delle linee di riferimento al di sotto e al di sopra di una media mobile, definite in base al valore assoluto della deviazione standard della media stessa.

Bond

Molto spesso questo termine viene utilizzano come sinonimo di Obbligazione.

Book

Insieme di ordini in attesa di esecuzione.

Breakeven Point – (BEP, punto di pareggio)

Unità di tempo o di volume produttivo in corrispondenza del quale i ricavi derivati da un investimento eguagliano i costi sostenuti.

Breakout

Indica il punto di rottura di una posizione.

Broker

Con questo termine di intende un intermediario abilitato che mette in comunicazione il trader con i mercati finanziari, tramite piattaforma di trading. Grazie a questi broker, i trader possono compiere operazioni di trading all’interno delle varie piattaforme online ed in particolare si differenziano in:

  • Broker MM (market maker) si pone come controparte del proprio cliente;
  • Broker ECN che invia l’ordine del cliente sul mercato.

Bull

Rappresenta la fase di mercato caratterizzato da rialzi.

Bull Market – Mercato in rialzo

Mercato caratterizzato dai prezzi al rialzo.

C

CABLE

Il termine è utilizzato molto spesso per indicare l’asset valutario o Cross GBP/USD. Lo si utilizza nel mercato Forex e serve a mettere in relazione la Sterlina con il Dollaro Americano.

Call Rate – Tasso del mercato monetario

Rappresenta il tasso di interesse interbancario giorno per giorno.

Candele Giapponesi

Non è altro che una rappresentazione grafica dell’andamento dei prezzi nella quale si segnala il valore di apertura, chiusura, massimo e minimo di un determinato lasso di tempo.

Capital Gain

Termine utilizzato per indicare il guadagno realizzato sul capitale investito.

Cash flow

Flusso monetario generato da un’impresa di cassa in un determinato periodo di tempo: Questo è disponibile per i nuovi investimenti o per remunerare il capitale investito.

Cash Market – Mercato contanti

Mercato delle operazioni immediate d’acquisto e di vendita delle valute.

CBOT (Chicago Board Of Trade):

Inteso in prima battuta come il mercato dei derivati su materie prime, per poi diventare un mercato dei derivati nel senso più ampio del termine. All’interno di questo mercato sono negoziati i contratti a termine sulle materie prime come ad esempio quelli inerenti a prodotti agricoli e metalli preziosi sia quelli sui prodotti finanziari come ad esempio azioni ed indici.

CFD

Acronimo di Contracts For Difference sono identificati come azioni o indici che permettono agli investitori di partecipare alle fluttuazioni di questi ultimi senza detenerli direttamente. E’ possibile operare con questi sfruttando il leverage.

CME (Chicago Mercantile Exchange)

Inteso come il mercato a termine sul quale vengono negoziati opzioni e future su:

  • divise;
  • tassi di interesse;
  • indici azionari;
  • materie prime.

Commission Fédérale des Banques (CFB)

Identifica l’autorità di vigilanza preposta alla sorveglianza del settore bancario svizzero e della maggior parte del settore finanziario. Al fine di operare, tutti gli istituti che hanno sede in Svizzera devono avere una licenza rilasciata dalla CFB.

Conto demo

Conto di trading che simula le condizioni di mercato reale e che utilizza esclusivamente denaro virtuale.

Cross

Termine utilizzato per indicare l’incrocio di 2 valute, quotate all’interno del mercato Forex, come ad esempio l’EUR/USD che consente di comprare Euro e vendere Dollari Americani o viceversa.

Cross Rate

Termine utilizzato per indicare il prezzo di scambio tra 2 valute.

Currency Risk – Rischio dei cambi

Rischio di subire delle perdite in caso di cambiamento inverso dei tassi di cambio.

Currency Swap – Cambiamenti di valuta

Contatto che ingaggia le 2 controparti a cambiare i flussi di pagamento d’interesse in diverse valute per un periodo di tempo stabilito di comune accordo e a cambiare i principali a termine in svariate valute ad un tasso d’interesse prestabilito.

D

Daily trading

Position Trading.

Day Trading

Attività di trading che prevede l’apertura e la chiusura di una posizione all’interno della stessa giornata.

Day Trader

trader che effettua operazioni di trading con scadenze massime di 24 ore.

 

Dealer

Identificato come il soggetto che agisce come soggetto principale o come soggetto controparte di una transazione.

Debito pubblico

Il valore totale dei debiti non ancora rimborsati contratti dalla pubblica amministrazione.

Deficit

Rappresenta il bilancio negativo, dato da spese maggiori rispetto alle entrate.

Deflazione

Diminuzione generale del livello dei prezzi, (inflazione negativa).

Devaluation – Svalutazione

Diminuzione del valore di una valuta rispetto al valore della valuta di un altro Paese.

Dip

Ribasso improvviso e ampio dei prezzi.

Distribuzione

Rappresenta la fase in cui i prezzi si preparano alla discesa ed è rappresentata dall’ultima fase di un mercato in rialzo, durante la quale i trader sono impegnati a liquidare gli acquisti fatti antecedentemente.

Divergenza

La divergenza in un trading indica l’andamento di un indicatore rispetto al’andamento dei prezzi; questo fenomeno è identificato anche come inversione immediata del trend.

DO

Day Order, ovvero ordine valido in giornata.

Dollar Rate – Tassi del dollaro

Ammontare variabile di una valuta straniera quotata con la differenza del dollaro indipendentemente dal luogo di residenza del negoziatore e la valuta che desidera investire. Fa eccezione solo il tasso di cambio sterlina/dollaro (cable) il quale è quotato sotto forma di ammontare variabile in dollari contro sterlina.

Dreawdown

Perdita massima che un trader può ottenere.

DTB (Deutsche Terminbörse)

Definito come Mercato a termine tedesco specializzato nella negoziazione di strumenti finanziari e opzioni su azioni e indici. Per fare trading con questo mercato si deve tenere presente l’indice di riferimento, che è il DAX (Deutschmark Aktien).

Dumping

La vendita di beni da parte di un’imprese estere ad un prezzo inferiore rispetto al costo unitario, o inferiore al prezzo praticato nel paese a cui appartengono quelle imprese.

E

Effetto leva

Conosciuto anche come leverage, permette di ottenere un effetto moltiplicatore consentito dalle operazioni su opzioni, CFD o future, anche solo per il fatto che chi investe, lo fa con l’intento di operare con un valore superiore a quello investito.

Maggiore sarà la leva, maggiore saranno le possibilità di guadagno e maggiori saranno i rischi di perdere l’intero capitale in caso di trade errato.

Equity

Il termine equity indica l’azione riferita ad una società quotata nei mercati azionari, o anche la somma complessiva data tra il capitale proprio e il capitale di terzi in un investimento.

EMS – SME

Abbreviazione utilizzata per sistemi monetari europei, di comune accordo con i paesi membri dell’Unione Europea al fine di mantenere l’allineamento tra i tassi di cambio della loro rispettiva moneta.

F

Federal Reserve (Fed)

Banca centrale degli Stati Uniti.

Figura

La figura corrisponde alla somma di 100 movimenti minimi su ogni cross valutario.

Fixed Exchange Rate – Tassi fissi di cambio

Tasso ufficiale fissato dalle autorità monetarie per una o più monete.

Flat/Square – Square

Termine utilizzato per indicare tutti i soggetti che non hanno una posizioni aperte nel mercato.Indica una posizione d’equilibrio. Un book è equilibrato se una negoziazione non ha nessuna posizione o tutte le posizioni si annullano una con l’altra.

Foreign Exchange Swap – Variazioni dei tassi di cambio

Transazione che implica il cambio effettivo a 2 date specifiche tra 2 valute (solo principale) – una data con i tassi stabiliti al momento della conclusione del contratto (“short leg”), e una data a più lungo termine con un tasso stabilito al momento della firma del contratto.

 

Forex: Foreign Exchange, Forex, FX – Cambio di valute

Rappresenta il mercato internazionale delle valute. Questo è il mercato più liquido al  mondo, aperto 24 ore su 24 dal lunedì al venerdì. Si tratta in sostanza di un mercato estremamente volatile e liquido, sia di giorno che di notte.

Futures

Termine inglese utilizzato per designare i contratti a termine su:

  • materie prime;
  • panieri di azioni;
  • indici, ecc.

G

GAP

Termine utilizzato per indicare la differenza tra il valore di chiusura di un titolo e l’apertura di un mercato.

GTC (Good Till Cancelled)

Un ordine GTC rimane valido sino a quando non viene annullato o eseguito e rappresenta l’acquisto o la vendita ad un prezzo fisso. Questo ordine è valido fino al momento in cui non viene annullato dal cliente.

H

Hedging – Copertura

Pratica che consiste nell’impegnarsi in un’attività d’investimento al fine di coprire le perdite di un’altra.

Hedge fund

Fondo di investimento privato, destinato ad investitori in possesso di grandi capitali (generalmente l’investimento minimo è di 1 milione di dollari) e specializzato in speculazioni nel breve termine ad alto rischio.

Solitamente gli hedge fund operano su:

  • bond;
  • valute;
  • stock options;
  • derivati.

High/Low – Alto/Basso

Indica un’operazione elevata o bassa per lo strumento sottostante durante il corso della seduta corrente.

Holding

Società che possiede e gestisce partecipazioni in altre imprese allo scopo di controllarne l’attività o di realizzare guadagni.

Home Banking

Servizio che consente ai clienti di collegarsi tramite internet alla propria banca ed effettuare dal proprio pc diverse operazioni, come la consultazione del conto corrente bancario, il pagamento delle bollette, l’acquisto titoli.

I

If done

Tipologia di correlazione tra ordini; l’esecuzione di un ordine è condizionata al verificarsi di un altro ordine.

Indice ISM

Indice macroeconomico americano che rileva l’andamento dell’industria manifatturiera nazionale.

Indice PMI

Indice macroeconomico americano che rileva l’andamento dell’industria manifatturiera.

Inflazione

Aumento del livello generale dei prezzi.

Interbank

Mercato interbancario.

Insider Trading

Con il termine insider trading facciamo riferimento agli investimenti compiuti dai primi, sulla società. Questi investimenti avvengono sulla base di alcune informazioni sensibili, come ad esempio:

  • acquisizioni future;
  • politiche a breve termine;
  • informazioni nascoste disponibili solo per gli insider.

Queste sono considerate pratiche illegali, in quanto gli insider sfruttano il vantaggio sul mercato, rispetto ai tradizionali investitori.

Intermediazione

Termine utilizzato ad indicare l’attività finalizzata al raggiungimento delle migliori condizioni di operatività sul mercato, con il fine ultimo di ottenere una buona negoziazione.

Intraday

Termine utilizzato per indicare delle operazioni compiute nel’arco della stessa giornata da parte di un trader.

Investitore Istituzionale

Definisce l’insieme di fondi comuni di investimento, banche, società assicurative, fondi pensione. Gli Investitori, in questo caso, compiono attività di investimento.

Ipercomprato  (IPC)

Livello indicato da un indicatore, in relazione all’attuale prezzo di un mercato: reazione dei prezzi verso il basso.

Ipervenduto (IPV)

Livello indicato da un indicatore, in relazione all’attuale prezzo di un mercato: reazione dei prezzi verso l’alto.

Isider

Termine utilizzato per indicare la figura di più alto grado di una società.

J-K

Joint Venture

Collaborazione fra 2 o più imprese per la realizzazione di un progetto comune che prevede l’utilizzo sinergico delle risorse.

KEY REVERSAL DAY

Avviene sui minimi o sui massimi di mercato, con un nuovo minimo o massimo, seguito da una chiusura di segno opposto e inferiore al giorno (barra) prima.

L

Lagging Indicator

Indicatori che seguono in ritardo i prezzi di riferimento.

Leding Indicator

Indicatore con caratteristiche anticipatrici rispetto alla serie di riferimento.

Lettera

Prezzo al quale un operatore è disposto a vendere i titoli o i contratti.

Leva finanziaria (leverage)

Operazione che permette di moltiplicare il capitale investito, e quindi di capitalizzare un margine di garanzia rispetto al totale.

Libid (London Interbank Bid Rate)

Inteso come il tasso di interesse interbancario richiesto sul mercato di Londra, e rappresenta il tasso al quale le banche inglesi sono disposte a prendere a prestito denaro da altre banche. Il LIBID è leggermente inferiore al LIBOR.

Libor (London InterBank Offered Rate)

Inteso come il tasso di interesse interbancario offerto sul mercato interbancario di Londra, ovvero il tasso al quale una banca è disposta a prestare denaro ad un’altra. Ogni banca applica il proprio tasso LIBOR, il quale influisce sul costo dei prestiti contratti.

Liffe (London International Financial Futures & op)

Mercato a termine londinese di prodotti finanziari e opzioni.

Limite

Limit profit.

Limit Order – Ordine a corso limitato

Ordine di acquistare ad un prezzo inferiore o uguale ad una somma specificata e vendere ad un prezzo uguale o superiore ad una somma specificata.

Limit profit

Termine utilizzato come sinonimo di take profit o limite.

Long

Termine conosciuto anche come Buying Long il quale indica un’operazione al rialzo, ovvero quando un titolo sale, acquista valore, rispetto al livello attuale. Il contrario di Buying long è Short Selling.

Long Position – Posizione lunga

Posizione di mercato nella quale il cliente ha acquistato una valuta che non possedeva in precedenza.

M

Margine

I clienti devono depositare dei fondi in garanzia per coprire le perdite potenziali dovute ad evoluzione avversa dei corsi.

Margine di garanzia

Importo di capitale richiesto per mantenere aperta una posizione su un prodotto a margine, o anche meglio inteso come l’ammontare di liquidità richiesta, rispetto al valore nominale del contratto finanziario.

Margine iniziale

Deposito di garanzia iniziale richiesto per accedere ad una posizione e che serve come assicurazione per esecuzioni future.

Marubozu – Candele di Marubozu

Particolare conformazione su grafici candlestick caratterizzata da una singola candela priva di ombre o code.

Margin Call

Rappresenta la richiesta di un broker o di un dealer finalizzata all’integrazione di fondi su una posizione che si è mossa contro il cliente, fino a raggiungere i livelli di garanzia.

Media mobile (MM) (MOVING AVERAGE MA)

Indicatore basato sulla media di una serie di prezzi su un’estensione temporale costante, durante la quale i valori più lontani vengono sostituiti con quelli più recenti.

N-O

Obbligazione

Titolo di debito emesso da una società o da un ente pubblico, il quale impegna quest’ultimo a rimborsare il possessore del capitale prestato compreso di interessi maturati entro la data di scadenza.

Obbligazione ZERO COUPON

Si tratta di un particolare tipo di obbligazione con gli interessi (acquistati ad un prezzo scontato) pagati interamente al momento della scadenza.

OCO (One Cancels the Other)

Combinazione di uno stop order e di un ordine a corso limitato. l’esecuzione di uno comporta automaticamente l’annullamento dell’altro. Ordine alternativo.

OCO if done

Ordine in 2 tempi in cui la realizzazione del primo (stop order o a corso limitato), comporta automaticamente l’attivazione del secondo (ordine OCO).

Offer – Offerta

Il prezzo o tasso, al quale un venditore potenziale vende.

One Cancels Other Order (O.C.O. Order)

Rappresenta un ordine annulla l’altro nel quale l’esecuzione di una partita d’ordine annulla automaticamente l’altra.

Open Position – Posizione aperta

Mercato che non è stato regolato da un pagamento materiale o non è stato rovesciato da un altro mercato uguale o contrario per la stessa data di regolazione.

Operazioni Overrnight

Intende tutte le posizioni che rimangono aperte durante la notte.

Option

Inteso come il diritto dii chi possiede l’opzione; è possibile effettuare le seguenti option:

  • acquistare (call option);
  • vendere (put option);
  • singoli titoli azionari (stock option);
  • contratti future (future option).

Opzioni OTC

Identifica le Opzioni scambiate su un mercato OTC (Over The Counter), ovvero non regolamentato. In questo mercato il venditore offre un prezzo. L’acquirente è libero di accettare o meno.

Ordine condizionato

Tipologia di ordine che viene attivato nel momento della verifica di una condizione, come ad esempio quando si raggiunge il livello di un prezzo.

Ordine Limite

Ordine finalizzato all’acquisto ad un livello minore, rispetto a quello corrente; di conseguenza la vendita ad un prezzo maggiore rispetto a quello odierno.

Ordine MARKET

L’ordine market serve per acquistare o vendere al prezzo attuale di mercato; esso viene eseguito istantaneamente, a differenza degli ordini condizionati.

Ordine STOP

L’ordine stop è il contrario dell’ordine limite e consiste il un ordine condizionato, finalizzato all’acquisto con un livello di prezzo maggiore rispetto a quello corrente e alla vendita con un livello di prezzo minore di quello corrente.

Ordine Stop Loss: stabilisce un limite di prezzo al ribasso, al raggiungimento del quale ha automaticamente luogo la vendita.

Oscillatore

Termine che identifica l’indicatore tecnico che fluttua continuativamente al di sopra o al disotto di un livello di riferimento.

Overage

Profitto addizionale. Il contrario è lo slippage.

Over Brought – O/B

Livello indicato da un indicatore, in relazione all’attuale prezzo di un mercato: reazione dei prezzi verso il basso.

Over Sold – O/S

Livello indicato da un indicatore, in relazione all’attuale prezzo di un mercato: reazione dei prezzi verso l’alto.

Over The Court (OTC)

Transazione che non è condotta su una piazza di scambio, ma è effettua sul libero mercato, e per tanto non è soggetta ad una specifica autorità di regolamentazione.

P

PIP (Performance Index Paper)

Unità di misura dei movimenti delle valute all’interno del mercato del Forex; 1 pip corrisponde a 10 tick.

Posizione SIZE

Inteso come il numero di contratti aperti in una posizione.

Posizione Trading

Mantenimento delle posizioni di trading sul mercato overnight.

Prodotto derivato

Identifica degli strumenti finanziari creati da un altro prodotto, denominato sottostante, il quale può essere un tasso d’interesse, una divisa, un’azione o un’obbligazione. Il prezzo del prodotto derivato fluttua anche in considerazione delle variazioni del proprio sottostante.

Q-R

Rally

Rialzo immediato successivo ad una discesa dei prezzi.

Range

Escursione tra 2livelli di prezzo.

Rating

Giudizio tecnico in merito alla solvibilità di un prodotto finanziario; il rating consiste in tre caratteri alfabetici.

Reaction

Temporanea debolezza del prezzo dopo un movimento crescente.

Resistenza

Livello in cui un prezzo crescente interrompe il proprio aumento a causa di una forte pressione di vendita.

Retracement

Movimento del prezzo in direzione opposta rispetto a quella precedente.

Reverse

Inversione della posizione.

Reversal

Inversione del trend.

Rischio di cambio

Rischio di perdita in caso di cambiamento del tasso.

Risk Capital – Capitale a rischio

Somma di denaro che ci si può permette re di investire e la cui perdita non avrà effetto sul tenore di vita.

Roe

Acronimo di Return on Equity,; indica il ritorno sull’investimento considerando solamente il proprio capitale.

Roi

Acronimo di Return on Investment; indica il ritorno sull’investimento considerando il capitale totale, ovvero la somma tra il capitale proprio e il capitale di terzi.

Rollower -Riconduzione

Chiusura e riapertura immediata di una transazione che si riconduce ad un altra data di regolazione in funzione del tasso d’interesse differenziale delle due valute.

Rumors

Notizie senza riscontro.

S

Scalping

Tecnica che prevede un’attività di trading serrata, con operazioni di trading di brevissima durata.

Short

Una posizione short identificata come posizione corta, designa la vendita allo scoperto di titoli o valute non ancora coperti da una posizione di segno opposto. Questa è necessaria affinché un investitore possa far fronte ai propri impegni.

Short Selling

Termine noto anche come short, che identifica un’operazione al ribasso mirata al profitto nel caso in cui il valore del titolo scendesse rispetto al livello attuale. Lo short selling è il contrario del Buying Long.

Slippage

Differenza tra il prezzo immesso e il prezzo ottenuto.

Sottostante

Inteso come uno strumento finanziario di riferimento di un prodotto derivato.

Spike

Improvviso e ampio rialzo dei prezzi.

Spot

Transazione immediata, con fondi che passano di mano nei 2 giorni successivi.

Spot

In contanti.

Spot price

Prezzo del mercato corrente.

Spread

Differenza tra il prezzo della domanda ed il prezzo dell’offerta.

Stocastico

Indicatore che misura il rapporto tra prezzo recente e range di prezzo in un determinato periodo di tempo.

Stop Loss

Ordine di stop il quale consente di uscire dalla posizione, nel momento in cui si raggiunge il livello di prezzo. Lo stop loss consente di limitare le perdite, nel momento in cui l’operazione non andasse a buon fine. Allo stesso modo, lo si può utilizzare al fine di ottenere un maggiore profitto quando l’operazione ha dei buoni risvolti; anche in questo caso il limite, è utilizzato come livello d’uscita.

T

TAKE PROFIT

Limit profit.

Tasso interbancario

Tassi di cambio ai quali le grandi banche internazionali quotano le altre grandi banche internazionali.

Testa spalle (HEAD AND SHOULDER)

Inversione dell’analisi tecnica classica.

TICK

Indica la minima variazione di prezzo di un titolo o di un mercato.

TICK BY TICK

Prezzo per prezzo.

Time frame

Unità temporale entro la quale si svolge l’attività di trading o la rappresentazione grafica dell’andamento dei prezzi.

Timing

Il momento giusto per entrare o uscire da l mercato e massimizzare i profitti.

Trade

Il termine riferito all’operazione veloce che viene eseguita da un trader, ovvero un’operazione di compravendita.

Trader

Il termine utilizzato per indicare una persona che si occupa dell’attività di trading.

Trading

Il trading consiste in una speculazione di borsa; si riferisce ad un investimento in determinati mercati finanziari, di breve-medio termine.

Trading range

L’area entro la quale i prezzi oscillano.

Trading System

Serie di regole e norme definite, le quali consentono di creare un sistema di investimento capace di effettuare un’operazione, ogni volta che si verificano determinate condizioni.

Traling STOP

Indica un ordine stop loss, il quale si aggiorna automaticamente in base alle oscillazioni del prezzo; in questo modo è possibile ottimizzare il profitto.

Trendile

Insieme di tutte quelle linee che congiungono massimi decrescenti o minimi crescenti all’interno di un grafico .

Trend following

Segue o sfrutta il trend di mercato.

U-V

UPMOVE

Movimento dei prezzi al rialzo.

Value Date – Data di valuta

Data di valuta di un contratto a contante o a consegna differita.

Volume

Corrisponde all’ammontare del denaro impiegato per fare azioni di trading.

W

WARRANT

Strumento finanziario quotato in Borsa; rappresenta un contratto a termine per l’acquisto (Warrant Call) o per la vendita (Warrant Put) di una certa attività finanziaria (underlying), ad un prezzo e ad una scadenza stabilita.

WHIPSAW

Falso segnale.

Terminologia utilizzata per le principali coppie di valute

In questo approfondimento, potrete trovare un elenco completo delle principali coppie di valute oggi presenti sul mercato. La terminologia indicata servirà a indirizzare il trader nell’universo del trading con il mercato Forex.

  1. EUR/USD: identifica il rapporto tra le valute Euro e Dollaro americano;
  2. USD/JPY: identifica il rapporto tra le valute Dollaro americano e Yen giapponese;
  3. GBP/USD: rapporto tra le sterlina e dollaro americano noto anche con il termine Cable;
  4. USD/CHF: rapporto tra Dollaro americano e franco svizzero;
  5. USD/CAD: rapporto tra dollaro Americano e dollaro canadese;
  6. AUD/USD: rapporto tra il dollaro Australiano e quello americano, noto con il termine Aussie Dollar;
  7. EUR/GBP: rapporto tra Euro e sterlina;
  8. EUR/JPY: rapporto tra Euro e Yen giapponese;
  9. EUR/CHF: rapporto tra Euro e Franco svizzero;
  10. GBP/CHF: rapporto tra sterlina inglese e Frnco svizzero;
  11. GBP/JPY: rapporto tra la sterlina inglese e lo Yen giapponese;
  12. CHF/JPY: rapporto tra Franco svizzero e Yen giapponese;
  13. NZD/USD: corrisponde al rapporto tra il dollaro New Zealand ed il dollaro americano.

Lascia un commento

Altri articoli della stessa categoria

Il Trading con CFDs, Forex, Opzioni Binarie e altri prodotti finanziari comporta un significativo rischio di perdita del proprio capitale.

Europar2010.org

conto demo
Leggi articolo precedente:
dove-investire-nel-2017
Come e dove investire nel 2017

In questa guida ci occuperemo di approfondire una serie di argomenti per capire come investire nel 2017 senza correre troppi rischi....

Chiudi