Fare Trading Online: Forex, Opzioni Binarie, CFD, Borsa

Chi desidera iniziare a fare trading online e trarre profitto dalle variazioni di prezzo dei titoli di mercato può farlo in modo semplice e con numerosi strumenti gratuiti a portata di mano. Tra questi, vi sono le opzioni binarie, strumenti finanziari che consentono di ottenere introiti molto rapidi (nell’ordine di pochi minuti o addirittura secondi) tramite il semplice pronostico sulla direzione del prezzo di un titolo.

La direzione del prezzo di una opzione indica il suo movimento al rialzo o al ribasso.

Ciò significa che si può fare profitto semplicemente pronosticando se il prezzo di un titolo scenderà o salirà di valore in un determinato intervallo di tempo. Ad esempio, il prezzo del petrolio da qui a 5 minuti. Per titoli si intendono opzioni su azioni, indici azionari, materie prime o valute.

Qui di seguito, proponiamo una selezione delle migliori piattaforme per fare trading con opzioni binarie (elenco completo broker opzioni binarie), tra le più apprezzate dal pubblico e autorizzate dalla CONSOB.

Scegli una piattaforma e scopri come investire nel 2015-2016.

PIATTAFORMAPROMOZIONISITO
Banc De Binary100% sul primo depositoeu.bancdebinary.com/it/
TopOptionFino a 2.500€ sul 1° dep.topoption.com/it/
24OptionTrade senza rischio e Segnali di trading24option.com

Come si fa Trading On Line?

Per fare trading on line si può procedere con le opzioni binarie, più adatte a chi ha meno esperienza, e con i CFD, più adatti a chi ha un minimo di esperienza pregressa e familiarità con la leva finanziaria. Per ulteriori informazioni sui CFD, continua a leggere.
Le opzioni binarie sono uno strumento innovativo e altamente tecnologico, che consente a tutti di poter sfruttare la propria connessione ad internet per collegarsi al sistema e piazzare ordini tramite le piattaforme di negoziazione.
Da un punto di vista pratico, ciò che occorre fare per guadagnare con il trading è piazzare un ordine di acquisto di una opzione binaria. Le opzioni binarie possono essere di vario tipo, tra cui, le più popolari sono:

  • Call/Put: acquistando un’opzione Call si pronostica il rialzo di un prezzo, acquistando un’opzione Put si pronostica il ribasso di un prezzo
  • Touch/No Touch: con le opzioni Touch si pronostica che il titolo toccherà (solo una volta) un determinato prezzo. Con le opzioni No Touch, che non lo toccherà
  • Intervallo: acquistando opzioni Range o Intervallo si pronostica che il prezzo del titolo si troverà in un determinato intervallo di prezzi al momento della scadenza

Esempi di Trading Online

Qui di seguito diamo prova di quanto sia semplice fare trading online

1. Trading con Opzioni Binarie. In questo caso, abbiamo utilizzato la semplice ed intuitiva piattaforma di TopOption.

Esempio di trading con TopOption

2. Trading con CFD. In questo caso, abbiamo utilizzato la piattaforma di Markets.com.

markets-webtrader

Come aprire un conto trading

Per iniziare a fare trading da casa occorre seguire questi tre semplici passi:

  1. Scegliere un broker opzioni binarie o CFD
  2. Effettuare la registrazione
  3. Effettuare un deposito

La procedura è molto standard. Una volta che si è scelto il broker online di cui si vuole utilizzare la piattaforma di negoziazione, occorre registrarsi. Una email, i dati anagrafici, una procedura che richiede un paio di minuti al massimo.

Per ultima cosa, occorre effettuare un deposito, ovvero una “ricarica” del proprio credito con cui si andrà a negoziare (piazzare ordini). Il deposito minimo varia da broker a broker. Mediamente questo va dai 100 ai 250€. Un consiglio: anche se bastano solo 100€ per effettuare le prime operazioni, vi consigliamo di avere un po’ di liquidità in modo tale da coprire al meglio le vostre strategie e diversificare il portafoglio su più asset. 250€ ad esempio è un deposito discreto e che consente una buona elasticità, sia che operiate con i CFD, sia che operiate con le opzioni binarie.

Se preferite le opzioni binarie, 100€ iniziali andranno comunque più che bene.

Piattaforme di Negoziazione

Tramite le piattaforme di trading si può:

  • Decidere il tipo di opzione binaria da acquistare (call/put, touch, no touch, intervallo ecc.)
  • Decidere l’importo da investire
  • Decidere la scadenza (30/60 secondi, 2-3-4-5 minuti, 15 minuti, 1 ora ecc.)
  • Visualizzare il grafico del prezzo dei titoli in tempo reale
  • Visualizzare tutti gli strumenti finanziari disponibili (azioni, valute, materie prime, indici)
  • Visualizzare eventuali segnali binari (consigli sulle operazioni da effettuare, gratis o a pagamento)

Le piattaforme di trading opzioni binarie sono molto simili tra loro ma non uguali. C’è chi offre più o meno funzioni, chi si specializza maggiormente su un tipo di servizio, chi offre più o meno rimborsi, oltre alle condizioni e ai termini per operare.
Ad esempio, non tutti i broker consentono di ottenere una piattaforma demo opzioni binarie anche con il deposito minimo. La piattaforma demo è importante poiché consente di fare pratica alle stesse condizioni delle piattaforma reale ma con la differenza di operare con soldi virtuali perciò con essa si può fare pratica senza rischi.

Le piattaforme di trading con i CFD differiscono da quelle per le opzioni binarie per il numero di funzioni, come indicatori grafici e impostazioni concernenti la leva finanziaria.

Si può davvero guadagnare da casa?

Sarebbe davvero controproducente, per noi, dire che sia possibile guadagnare da casa con le opzioni binarie, per poi farvi scoprire che non lo sia. Invece, è proprio vero: si può guadagnare da casa anche senza esperienza ma semplicemente con un po’ di dedizione, freddezza e attenzione a ciò che avviene sul mercato.

  • Dedizione: più si prende confidenza con le opzioni e le piattaforme, più si ottengono potenzialità di profitto
  • Freddezza: chiamiamolo anche distacco emotivo. Non lasciarsi trasportare da stati d’animo post profitto o perdita
  • Mercato: se il prezzo di un titolo segue un trend non è un caso, ma avviene per dei motivi ben precisi. Questi hanno più valenza su intervalli di diverse ore, ma le opzioni binarie consentono di impostare la scadenza anche a tali durate.

Ci permettiamo di offrirvi un grande consiglio. Focalizzate l’attenzione su 2-3 asset al massimo, per studiare al meglio come varia i suoi prezzi in base a ciò che avviene sul mercato. Ad esempio, come varia il petrolio in base al dollaro, oppure in base agli avvenimenti sui territori di produzione. Tenete presente che vi sono diverse correlazioni tra i vari asset, ovvero relazioni che li rendono “interdipendenti”. Ad esempio, solitamente tra il dollaro e il petrolio vi è una correlazione inversa, sarebbe a dire che se il dollaro si rafforza, il petrolio cala di prezzo. Non sono regole universali, ma sottostanno a logiche ben precise e solitamente cicliche.

Il Breve Termine

Occorre tenere ben presente che la pratica del trading con opzioni binarie è più una speculazione volta a trarre profitto dalle variazioni di prezzo sul breve e brevissimo termine, più che un investimento. Infatti, con questo termine sarebbe più preciso riferirsci a una logica di medio o lungo termine, cosa che invece non vale per le opzioni binarie, né per i CFD. Proprio nel decorso in un brevissimo termine sta la caratteristica più apprezzata per il trading online con opzioni binarie e con CFD, perciò è bene evidenziarla.

A proposito del breve termine, è bene evidenziare anche la differenza tra CFD e Opzioni Binarie:

  • Con i CFD si sfrutta l’effetto della leva finanziaria, che amplifica il potere d’acquisto del proprio capitale e consente di poter negoziare su un numero di titoli molto superiore a quello che si potrebbe muovere con il solo budget disponibile. Con i CFD si può perdere oltre al capitale impiegato, poiché in caso di perdita viene intaccato anche il resto del capitale disponibile nel conto trading.
  • Con le opzioni binarie non c’è la leva finanziaria e si rischia soltanto quanto impiegato nella singola operazione.

Con i CFD c’è più possibilità di profitto, ma anche un rischio più alto. Per questo, le opzioni binarie sono lo strumento di trading finanziario online più popolari e più consigliate per gli utenti meno esperti.

Il Forex: guadagnare con i cambi valutari

Il Forex (Foreign Exchange Market) altro non è che il mercato delle valute. Questo non ha sede fisica ed è virtuale. E’ il mercato più grande del mondo in quanto a numeri. E’ enorme. Ogni giorno si muovono miliardi di dollari.

broker-markets

Nel mercato delle valute è possibile trarre vantaggio economico anche online, con la negoziazione di opzioni binarie o dei CFD sulle coppie valutarie. Le coppie valutarie o cross sono dei rapporti tra due diverse valute, come ad esempio EUR/USD  (si legge eurodollaro, eurusd, euro contro dollaro). Con questa sigla si rappresenta il rapporto di cambio tra le due valute, un rapporto che si manifesta con un valore economico.

Ad esempio, se l’EUR/USD è pari a 1,10 vuol dire che 1 euro vale 1,10 dollari americani e che quindi la valuta dell’euro è più forte del dollaro.

Ora, un punto importante:  la quotazione dell’eurusd cambia a seconda delle condizioni che rafforzano o indeboliscono una singola valuta. Ad esempio, se la BCE pubblica dei dati molto negativi per l’economia europea, l’EUR/USD è destinato a scendere in tempi molto brevi, cioè dagli stessi momenti in cui tale dichiarazione viene resa pubblica. In tal caso, l’euro perde di valore nei confronti del dollaro, e quindi l’eur/usd scende. Allo stesso modo, se gli USA alzano il tasso d’interesse, il dollaro va sicuramente a rafforzarsi e quindi si ottiene lo stesso risultato. Negli ultimi tempi, abbiamo assistito alla manovra di quantitative easing da parte della BCE che ha svalutato volontariamente l’euro con l’obiettivo di aumentare l’inflazione. Immettendo più moneta circolante, una valuta si svaluta, perciò l’EUR/USD è sceso parecchio, passando in pochi mesi da 1,40 a 1,10. Si tratta di cifre grossissime, poiché già con pochi decimi è possibile ottenere profitti per centinaia o migliaia di euro, a seconda di quanto si negozia.

Questi esempi sono utili a capire quanto siano importanti le news finanziarie per poter prendere decisioni nel momento giusto e trarne vantaggio in tempo reale. Il trading è una pratica che si basa sul brevissimo termine perciò si può fare profitto anche in pochi minuti. Il trading è un ottimo strumento, che consente potenziali profitti. Tutto sta nell’aprire una posizione al momento giusto, per il tempo giusto. Una posizione può essere aperta ad esempio dopo la pubblicazione di dati importanti o in vista di questa.

Per agire d’anticipo, sono fondamentali i calendari economici, ovvero calendari in cui sono segnati giorni e orari in cui determinate dichiarazioni o pubblicazioni verranno effettuate. Ad esempio, la pubblicazione dei dati sul PIL di un determinato paese.

Come si fa Trading sul Forex?

Per fare trading sul Forex si può operare in diversi modi. Le modalità per ottenere i vantaggi dal trading Forex online sono:

  • Opzioni Binarie su Forex: con le opzioni binarie su Forex si sceglie importo da negoziare, la coppia valutaria, il tipo di opzione e la scadenza. Il profitto, ricordiamo, è a tempo determinato.
  • CFD su Forex:  con i CFD su Forex si sceglie l’importo da negoziare, la coppia, la posizione da aprire(long o short) e le impostazioni di stop loss/limit. Si chiude la posizione quando si ritiene più opportuno, a meno che questa non si sia già chiusa secondo le impostazioni di stop impostate dall’utente.

Oltre all’euro/dollaro si può fare trading su tutte le valute principali, secondarie e virtuali (bitcoin, litecoin).

Per fare trading sul Forex si può operare con le seguenti piattaforme:

PIATTAFORMASITOCAMBI
Leva
Markets
Markets.com/itPrimari, secondari, virtuali1:200
eToroeToro.com/it/Primari, secondari1:400
XM – XeMarketsxm.com/it/Primari, secondari1:888

Il Rischio

Come tutte le attività finanziarie in cui si hanno alte potezialità di profitto in tempi brevi, vi è anche una componente di rischio, si può dire “in proporzione” alle potenzialità di guadagno. Se si investe del denaro per ottenere un interesse del 5% annuo, si può metterlo in banca senza rischi. Se si vuole ottenere un profitto del 75% in pochi minuti, beh, occorre considerare dei rischi.

  • Per le opzioni binarie, il rischio è esattamente pari alla somma di denaro che si impiega per ogni singola operazione. Ad esempio, se punto 10€ su una opzione CALL e perdo, avrò perso 10€ e basta. Se punto 20€ su una singola operazione e perdo avrò perso 20€. Se punto 100€ su una singola operazione e perdo, perderò 100€.  D’altro canto, le opzioni binarie consentono di fare profitto a percentuale fissa, dal 70% in su, perciò con 100€ potrò guadagnare 170€ (100€ impiegati + 70€ di utile) in pochi minuti.
  • Per i CFD il discorso è differente poiché sebbene vi siano broker CFD che consentano di non andare in rosso sul proprio conto (entrando quindi in posizione debitoria con il broker), prevedono tuttavia che si possa perdere più di quanto impiegato per la singola operazione.

Ad esempio, se impiego 100€ e la posizione inizia a perdere, se voglio mantenere la posizione aperta dovrò mettere in conto che sarà utilizzato del denaro rimanente sul conto di trading. Se dispongo ad esempio di 500€ e apro posizioni per 100€, mi rimarranno 400€. Questi 400€ potrebbero diminuire nel caso in cui la mia posizione perda e necessitassi di altro credito per tenere quella posizione aperta. Per evitare tale situazione, si possono impostare gli stop loss, ovvero degli ordini di trading automatico che chiudono automaticamente una posizione quando questa tocca dei livelli da noi impostati come livelli di “allerta”.

Quindi, in definitiva: con il trading di CFD il capitale è a rischio, ovvero prevede che si possa perdere più di quanto impiegato per l’apertura della posizione.

Europar2010.org

Europar2010.org